Elezioni a Roma, sarà Giulia Bongiorno la candidata della Lega per il Campidoglio?

Alessandro Cipolla

30 Ottobre 2019 - 13:44

22 Maggio 2020 - 09:26

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La Lega ha da tempo messo la capitale nel proprio mirino. In vista delle elezioni comunali a Roma del 2021, Matteo Salvini starebbe pensando a Giulia Bongiorno come candidata: ci sarebbe il gradimento di Silvio Berlusconi, da convincere invece Giorgia Meloni.

Elezioni a Roma, sarà Giulia Bongiorno la candidata della Lega per il Campidoglio?

La voce che vorrebbe Giulia Bongiorno come candidata del centrodestra alle elezioni comunali a Roma circola da tempo. Adesso però questo rumor sta prendendo sempre più vigore, anche se ci sarebbero ancora degli ostacoli da superare.

Matteo Salvini e Giorgia Meloni si vocifera abbiano di recente fatto un patto: alla Lega la scelta del candidato per la corsa al Campidoglio, a Fratelli d’Italia invece quello per la Regione Lazio.

Leggi anche Come Matteo Salvini vuole prendersi Roma

Il Carroccio sarebbe quindi proiettato nell’indicare in Giulia Bongiorno il candidato della coalizione per le elezioni che, salvo colpi di scena riguardanti la giunta pentastellata di Virginia Raggi, si terranno nella tarda primavera del 2021.

Una figura quella dell’ex ministro che avrebbe l’avallo di Silvio Berlusconi, mentre la romana doc Giorgia Meloni potrebbe comunque rivendicare l’ultima parola riguardo la scelta del candidato, vista anche la recente crescita di Fratelli d’Italia come certificata dalle regionali in Umbria.

Giulia Bongiorno candidata sindaco a Roma?

Quando lo scorso aprile a Giulia Bongiorno era stato chiesto se potesse essere lei la prossima candidata sindaco del centrodestra a Roma, l’ex ministro della Pubblica Amministrazione del primo governo Conte aveva risposto in maniera abbastanza perentoria.

Io so le cose che so fare e le cose che non so fare - dichiarò la leghista a Radio 24 - sicuramente non sono in grado di fare il sindaco per Roma, sicuramente non rientra nei miei progetti: lo escludo in modo categorico”.

Per la Bongiorno quindi : “ Non c’è nessuna possibilità che mi lanci in questo tipo di impresa, sto facendo il ministro e poi tornerò a fare l’avvocato”. Con la fine del governo gialloverde, adesso tutto potrebbe però cambiare.

Non essendo più ministro ma comunque sempre senatrice tra le fila della Lega, non ci sarebbe una sovrapposizione dei ruoli tanto che si torna a parlare di lei come candidata del centrodestra a Roma.

A me, che pure resto sempre a favore di una candidatura Bertolaso, la Bongiorno può andar bene”. Parole queste di Silvio Berlusconi, che fanno intendere come all’interno della coalizione già si starebbe ragionando in questi termini.

La stessa ex ministro sul palco di San Giovanni nel suo intervento non ha risparmiato un attacco a Virginia Raggiquesta piazza è bellissima, Roma merita di più”, per quello che può essere una sorta di anticipo di campagna elettorale.

Al voto manca però ancora molto tempo, le urne si apriranno a metà 2021, con tante cose che possono accadere specie in una situazione politica come quella nostrana più che liquida: gli alleati di oggi, possono diventare pure a stretto giro i nemici di domani.

Anche se la Lega rivendica da tempo la scelta del candidato per Roma, Fratelli d’Italia che proprio nella capitale ha le sue radici potrebbe però chiedere di avere comunque l’ultima parola sulla decisione.

Quella di Giulia Bongiorno sarebbe comunque una candidatura forte e di spessore, con il Carroccio che non sembrerebbe avere molti altri nomi spendibili per il Campidoglio ma alla fine ci sarà sempre da convincere gli alleati.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories