Ecco come le elezioni nel mondo stanno già turbando i mercati

Violetta Silvestri

8 Giugno 2024 - 15:33

Gli appuntamenti elettorali sono già iniziati in questo 2024 ricco di chiamate al voto e i mercati hanno già ricevuto dei colpi inattesi. Un’analisi sui rischi elettorali per gli investitori.

Ecco come le elezioni nel mondo stanno già turbando i mercati

Il 2024 è stato annunciato come un anno eccezionale per la quantità di elezioni politiche nel mondo. Con potenziali ripercussioni, ovviamente, sui mercati finanziari.

I risultati a sorpresa in alcuni dei più grandi Paesi in via di sviluppo stanno già illustrando quanto i mercati siano vulnerabili alle questioni politiche e come sia insidioso fidarsi dei sondaggi d’opinione per prevederne il risultato.

Da Mumbai a Città del Messico, l’anno delle elezioni – in cui 40 Stati detengono voti nazionali – ha già colpito gli investitori, fornendo un allarme tempestivo con le elezioni nell’Unione Europea e nel Regno Unito vicine e cinque mesi prima della competizione presidenziale statunitense.

Spesso, le previsioni prevedono con precisione i risultati di punta, come la vittoria schiacciante di Claudia Sheinbaum che diventa la prima presidente donna del Messico, mentre non riescono a cogliere risultati più sfumati, come quanti seggi occuperebbe il partito di Modi in parlamento. Un’analisi di Bloomberg esplora proprio i rischi per gli investitori dinanzi alle dinamiche elettorali.

La posta in gioco è diventata inoltre più alta, da quando sta prendendo piede un’era di populismo profondamente radicato e il crescente nazionalismo non fa che confondere i confini tra politica e mercati.

Mercati travolti dal voto: i casi Messico, India, Sud Africa

Nel periodo precedente al voto in Messico, gli analisti avevano correttamente previsto che Sheinbaum avrebbe preso la presidenza, ma avevano sottovalutato la possibilità che il suo partito ottenesse la maggioranza assoluta al congresso. Quando ciò è quasi accaduto – il partito è rimasto a pochi seggi al Senato – i mercati sono crollati.

Il peso, che fino alla fine di maggio era stata la valuta con la migliore performance a livello mondiale, è sceso del 5% in due giorni di contrattazioni. L’impennata della volatilità ha fatto deragliare l’attrattiva dell’utilizzo del peso nel carry trade, in cui gli investitori prendono prestiti in Paesi con tassi di interesse bassi e investono in quelli in cui i tassi sono più alti.

In India, gli exit poll hanno drasticamente sovrastimato l’entità della vittoria del Bharatiya Janata Party di Modi. Quando i voti sono arrivati ​​ed è diventato chiaro che il suo partito aveva perso la maggioranza in parlamento, il mercato azionario ha subito un tonfo, facendo crollare l’indice NSE Nifty 50 di quasi il 6% nel suo giorno peggiore in più di quattro anni.

“Ciò ci ricorda che i mercati faticano a valutare le sfumature del rischio politico”, ha affermato Paul Donovan, capo economista di UBS Global Wealth Management, “e che l’apparente convinzione dei sondaggi d’opinione deve essere trattata con cautela”.

In Sud Africa, i gestori di denaro si erano posizionati affinché l’African National Congress al potere finisse con un sostegno sufficiente per governare comodamente in una coalizione con un partito più piccolo.

Il quadro si è invece rivelato molto più complicato, lasciando l’ANC a esplorare una coalizione con una gamma più ampia di partiti, trascinando al ribasso la sua valuta.

Per Nick Rohatyn, un gestore finanziario specializzato nei mercati emergenti, i voti hanno dimostrato quanto velocemente un investitore possa essere punito per aver scommesso troppo su un risultato.

Europa e Regno Unito nel mirino, cosa può accadere nei mercati?

Le prossime elezioni degne di nota a livello mondiale sono in Europa, per il Parlamento Ue, e in Regno Unito.

373 milioni di cittadini in tutta l’Unione europea sceglieranno i membri del Parlamento europeo in una decisione che coinvolge 27 Paesi e che contribuirà a definire le politiche in materia di commercio, regole di bilancio e clima. È visto come un test per verificare se i partiti di estrema destra stiano davvero guadagnando peso, rendendolo un indicatore dei venti politici.

Nel frattempo, i sondaggi sulle elezioni del 4 luglio nel Regno Unito suggeriscono una vittoria per il partito laburista ora all’opposizione, ma ci sono ampie stime sull’entità della sua vittoria attesa. La maggior parte delle speculazioni si sono concentrate su una probabile vittoria di Keir Starmer, che potrebbe eclissare quella di Tony Blair più di un quarto di secolo fa.

Una simile valanga potrebbe rafforzare la spinta verso politiche progressiste, come la revisione del regime fiscale per distribuire più equamente la ricchezza. Secondo un sondaggio condotto tra i clienti di Nomura Holdings Inc. pubblicato mercoledì, gli investitori ritengono probabile che il partito laburista rinneghi la sua promessa di non aumentare le tasse sul reddito o sulle società.

Con l’avvicinarsi del voto, la sterlina britannica ha guadagnato terreno rispetto alle sue controparti, raggiungendo il livello più forte contro il dollaro in quasi tre mesi.

Il voto Usa nel mirino delle Borse

Negli Stati Uniti, con il testa a testa tra il presidente Joe Biden e Trump, i trader hanno iniziato a prepararsi a una maggiore volatilità, dato che il ritorno di Trump potrebbe intensificare una guerra commerciale, scuotere il mercato obbligazionario e trascinare al ribasso altre valute.

Alcuni selezionatori di titoli stanno già caricando le azioni delle società statunitensi destinate a prosperare sotto Trump e vendendo allo scoperto quelle che perderebbero, come le società di energia rinnovabile, ha affermato Mauricio Jose Moura, fondatore e partner di Gauss Zaftra. Il fondo con sede nelle Isole Cayman che gestisce asset da 20 milioni di dollari è specializzato nell’effettuare scommesse basate sulle elezioni.

“I sondaggi non sono una previsione, sono un’istantanea”, ha detto. “Se consideri i sondaggi come una previsione, sbaglierai”, ha suggerito.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Correlato

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo