eToro: come investire con il dollaro debole

Il rafforzamento dell’euro è un problema per Christine Lagarde. Ecco come investire con il dollaro debole.

eToro: come investire con il dollaro debole

Salito fino a 1,2 a inizio settembre, l’eurodollaro ha registrato uno stop dopo che Philip Lane, capo economista e membro del Consiglio Direttivo della Banca Centrale Europea, ha rimarcato che «il cambio euro-dollaro conta».

Anche se si tratta di parole che cozzano profondamente con la view tedesca del mandato della banca centrale, Lane ha voluto sottolineare come l’andamento dell’incrocio tra la moneta unica e il biglietto verde sia strettamente legato ad aggregati macroeconomici quali crescita dell’economia e inflazione.

Nonostante le parole di Lane abbiano spinto il cambio da 1,2 a 1,175$, nelle ultime quattro sedute l’eur/usd ha fatto registrare altrettanti rialzi.

Eurodollaro: da Lagarde messaggio da “falco”

Nel corso del meeting della BCE di giovedì scorso, l’approccio di Christine Lagarde è stata valutato da “falco” poiché il n.1 dell’Eurotower è apparsa ottimista sull’andamento dell’economia e non ha convinto gli investitori sulla volontà dell’istituto di contrastare un eccessivo apprezzamento della moneta unica.

Questi due fattori hanno fatto ripartire l’eurodollaro e “invitato” gli operatori a scommettere sulla determinazione della BCE nel combattere le spinte rialziste.

“Gli investitori speravano che Christine Lagarde tentasse almeno di rallentare la corsa dell’euro, ma ciò non è accaduto”, ha commentato Edoardo Fusco Femiano, Market Analyst di eToro in Italia.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

“Affrontare il tema di un eccessivo apprezzamento dell’euro e, al contempo, affermare chiaramente che non ha intenzione di definire un livello target per la valuta dell’eurozona, non è un elemento positivo per un’economia basata sulle esportazioni, come quella europea”, continua l’esperto.

Se da un lato un eur/usd in rialzo rappresenta un elemento negativo per Eurolandia, potrebbe anche avere risvolti interessanti per i mercati finanziari.

“Da un lato – prosegue Fusco Femiano – l’euro più forte potrebbe, potenzialmente, indebolire la ripresa economica nell’eurozona ed ampliare la divergenza tra l’andamento economico di Europa e Stati Uniti; dall’altro lato, avere un dollaro più debole ha un effetto reflattivo su azioni e materie prime. Di conseguenza, non tutto il male potrebbe venire per nuocere”.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Euro-Dollaro (EURUSD)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.