Disney verso il record al box office globale: attesi $9 miliardi d’incassi per il 2019

Il 2019 sarà (di nuovo) l’anno dei record per Disney. Con una line-up da brividi, il colosso di Burbank potrebbe incassare l’inedita cifra di 9 miliardi di dollari

Disney verso il record al box office globale: attesi $9 miliardi d'incassi per il 2019

Il 2019 potrebbe essere un nuovo anno dei record per Disney. Secondo gli analisti, il colosso dell’entertainment sarebbe in procinto di esplodere al botteghino globale con oltre 9 miliardi di dollari d’incassi, un primato che farebbe impallidire i precedenti primati, sempre detenuti da Disney.

Nel 2016 la compagnia incassò 7,6 miliardi al box office globale, un record che doppiò quasi l’anno scorso, con 7,3 miliardi d’incassi. Sempre nel 2018, Disney fece un inedito incasso da $ 3,09 miliardi al box office statunitense. Nel 2019 entrambi questi record potrebbero essere superati.

Disney verso i $9 miliardi d’incassi nel 2019

Con una line-up da brividi, quest’anno Disney potrebbe realizzare proventi per oltre 9 miliardi di dollari. È l’analisi di Doug Creutz, analista di Cowen riportato da CNBC, che ha detto: “Dovrebbero finire sostanzialmente sopra la soglia dell’anno scorso, [...] penso che sarà oltre gli 8 [miliardi di dollari, potrebbe essere anche oltre i 9”.

A maggio 2019, Disney ha già infilato quattro hit da oltre 5,5 miliardi di dollari totali: si tratta di due remake di classici Disney in live-action, ovvero con attori in carne ed ossa, Dumbo e Aladdin, e due film della Marvel, Captain Marvel e Avengers: Endgame. Captain Marvel, che è stato il primo cinecomic Disney con una protagonista donna, ha fatto $1,127 miliardi al box-office globale. L’ensemble cast degli Avengers ha ottenuto invece 2,714 miliardi, fallendo seppur dignitosamente l’obiettivo Avatar, che con i suoi 3 miliardi mantiene ancora il record globale.

Disney, nel 2019 ancora 4 sicure hit in uscita

Per raggiungere quota 9 miliardi, a Disney basta che gli altri 4 blockbuster in uscita ottengano al botteghino meno di un miliardo a testa. E leggendo i titoli delle pellicole in uscita l’obiettivo appare abbastanza semplice.

Il primo è il quarto capitolo di un’amatissima saga Disney-Pixar, Toy Story, in uscita a fine giugno. Più in là quest’estate arriverà nelle sale un altro remake in live-action, Il Re Leone. A dicembre ci saranno altri due pesi massimi, Frozen 2 e l’episodio di Guerre Stellari che chiuderà la saga della famiglia più famosa della galassia, Star Wars: L’Ascesa di Skywalker.

Più nello specifico, secondo Neil Macker del Morningstar sia Toy Story 4 che Frozen 2 incasseranno oltre il miliardo di dollari. Il Re Leone potrebbe essere invece il film che scalzerà Avatar dal trono, mentre Star Wars, con il ritorno di J. J. Abrams alla regia, potrebbe eguagliare i 2 miliardi del film del 2015.

Disney non è sempre stato il major player fra le grandi case di produzione statunitensi. Sono stati gli investimenti degli ultimi dieci anni, prima in Lucasfilm e poi in Marvel Studios, che hanno diversificato gli asset e fornito un notevole boost ai biglietti venduti. La notevole liquidità potrebbe permettere a Disney di investire non solo nel cinema, ma anche nel servizio di streaming che sarà lanciato più tardi quest’anno.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Walt Disney

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.