Dichiarazione precompilata 2021: a cosa fare attenzione? Rimborsi e spese tracciate

Rosaria Imparato

11 Maggio 2021 - 11:18

condividi

Dichiarazione precompilata 2021, occhio alle spese tracciate: non tutti i rimborsi sono presenti nel modello 730. Ecco a cosa fare attenzione.

Dichiarazione precompilata 2021: a cosa fare attenzione? Rimborsi e spese tracciate

La dichiarazione precompilata 2021 è disponibile online a partire dal 10 maggio, ma solo per la consultazione; modifica dei dati e invio del modello 730 precompilato si possono effettuare dal 19 maggio.

Ma a cosa fare attenzione già ad un primo livello, cioè nella fase di consultazione della propria dichiarazione dei redditi? La grande novità entrata in vigore lo scorso anno è l’obbligo di tracciabilità di pagamenti per ottenere il rimborso IRPEF: senza spese tracciate, insomma, non si ha diritto al bonus del 19% per determinati acquisti.

Dichiarazione precompilata 2021: a cosa fare attenzione? Rimborsi e spese tracciate

A fare eccezione rispetto alla novità sull’obbligo di tracciabilità di pagamento sono le spese riguardanti l’acquisto di farmaci, dispositivi medici e prestazioni sanitarie presso strutture pubbliche o convenzionate.

Una volta fatto l’accesso alla dichiarazione precompilata sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nella sezione spese mediche, si può visualizzare nel dettaglio il tipo di spese effettuate e l’importo speso.

Visto che determinati tipi di spese mediche risultano detraibili sia coi pagamenti in contanti che tracciati, si apre una sorta di doppio binario:

  • le spese detraibili a prescindere dal pagamento tracciato sono stati inseriti nel sistema TS (Tessera Sanitaria). Le diciture “non tracciati” oppure “informazione non comunicata” risultano applicate anche a spese fatte con carta o bancomat, ma in questo caso vista la tipologia di spesa non è un problema;
  • le spese mediche come la visita da uno specialista sono state considerate solo se il pagamento risulta tracciato.

Non ci sono tutte le spese: il contribuente dovrà aggiungerle se ha conservato il documento di spesa.

Dichiarazione precompilata 2021: non compaiono tutti i rimborsi. Cosa controllare?

Non tutti i rimborsi spettante al contribuente compaiono nella dichiarazione precompilata. Le FAQ delle Entrate in merito spiegano che l’Agenzia non distingue se l’ente comunica le spese relative al contribuente o a quelli del familiare a carico.

Il cittadino deve quindi fare attenzione a una serie di elementi, per esempio può capitare anche che vengano ripresentate alcune spese del 2019 restituite nel 2020 in tal caso va cancellato il reddito nel 2021.

Questa situazione potrebbe accadere con le spese d’istruzione.

Infine, attenzione anche alla rendita catastale, che nel 2020 è cambiata: in caso di lavori in casa va controllato che il sistema riporti il cambiamento, altrimenti vanno compilati due righi distinti per lo stesso immobile.

Iscriviti a Money.it