Decreto Milleproroghe 2022 è legge: tutte le novità, dai contanti al bonus psicologo

Rosaria Imparato

26/02/2022

26/02/2022 - 15:36

condividi

Il decreto Milleproroghe è legge dopo aver ottenuto la fiducia da Camera e Senato. Vediamo cosa prevede il testo e le novità, come il bonus psicologo, la proroga del bonus chef, la soglia massima per l’uso dei contanti e la nuova imposta sulle bustine di nicotina.

Decreto Milleproroghe 2022 è legge: tutte le novità, dai contanti al bonus psicologo

Il decreto Milleproroghe 2022 è legge: il Senato ha confermato la fiducia con 196 voti favorevoli, 26 contrari e nessun astenuto.

Tante le novità del testo, contenute negli emendamenti approvati nel processo di conversione: dalla scuola e l’università alla prima casa, passando per il tetto al contante e il bonus psicologo. Novità anche per i fumatori: per il 2022 è stato bloccato l’aumento del 5% delle accise sulle sigarette elettroniche, mentre c’è una nuova imposta sulle bustine di nicotina.

Una parte di nuove misure, per esempio il bonus psicologo, non entrerà in vigore da subito, ma sarà necessaria l’emanazione di un decreto attuativo. Il Milleproroghe è quel provvedimento che viene varato in concomitanza con la legge di Bilancio, e che si occupa di rinviare la scadenza (appunto, prorogare) di varie misure.

Anche quest’anno protagonista del Milleproroghe è la pandemia e le misure di emergenza a essa collegate.

Nuovo concorso per la scuola

Novità per la scuola: entro il 15 giugno 2022 dovrà tenersi la prova per il nuovo concorso straordinario per docenti precari con almeno tre anni di servizio. Inoltre, i posti che risulteranno vacanti dopo le immissioni in ruolo per l’anno scolastico 2022/2023 potranno essere coperti assumendo a tempo determinato dalle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS), “limitatamente ai soggetti iscritti nella prima fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze riservate ai docenti in possesso del titolo di specializzazione su sostegno“.

Proroga agevolazioni prima casa

I termini per gli adempimenti relativi alle agevolazioni prima casa sono stati oggetto di proroga al 31 marzo 2022.

L’articolo 24 del Decreto Liquidità aveva previsto la sospensione, nel periodo tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2021, di due termini:

  • l’applicazione dell’imposta di registro agevolata del 2% agli atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di case di abitazione non di lusso,
  • il riconoscimento del credito d’imposta per il riacquisto della prima casa.

Il decreto Milleproroghe ha spostato la scadenza dal 31 dicembre 2021 al 31 marzo 2022.

Scadenze Tari

Il decreto Milleproroghe interviene anche sulle scadenze della tari. In particolare, il termine per approvare le tariffe per la tassa rifiuti slitta al 30 aprile di ciascun anno.

Solo per il 2022, invece, la scadenza è il 31 maggio.

Stessa data anche per l’aggiornamento delle aliquote comunali in base ai nuovi scaglioni Irpef, che slitta dal 31 marzo al 31 maggio.

Proroga per pagare l’Irap

La scadenza per pagare il saldo 2019 e l’acconto 2020 dell’Irap per le imprese che avevano erroneamente utilizzato l’esenzione prevista dal decreto Rilancio viene ulteriormente spostata di ulteriori cinque mesi, slittando così al 30 giugno.

Tassa sul fumo

Novità per i fumatori di sigarette elettroniche: l’aumento del 5% delle accise è stato bloccato per il 2022. La misura riguarda “i prodotti da inalazione senza combustione costituiti da sostanze liquide, contenenti o meno nicotina”.

Nuova tassa in arrivo, invece, per le puoches di nicotina (sono bustine contenenti sali di nicotina e aromi, vanno messe tra il labbro superiore e la gengiva, in quella specie di scomparto sotto le narici e sopra i canini).

La nicotina viene quindi assorbita attraverso la gengiva, in un processo più lento ma costante per circa 20/30 minuti.

Su queste bustine di nicotina verrà applicata un’imposta di consumo pari a 22 euro per chilogrammo.

Nuovo limite per i pagamenti in contante

Cambiano di nuovo le regole per i pagamenti in contante: l’emendamento al decreto Milleproroghe è stato approvato per un solo voto con il parere contrario del Governo. La modifica sposta l’entrata in vigore del limite a 1.000 euro per i pagamenti in contanti a gennaio 2023. Significa che per il 2022 tornano in vigore le vecchie regole (e sanzioni), che prevedono la soglia massima per le transazioni cash a 2.000 euro.

Nuova rateizzazione cartelle

Ci sono importanti novità anche in tema Riscossione. È stato approvato l’emendamento che consente di chiedere una nuova rateizzazione delle cartelle per i decaduti dalla pace fiscale. La mini proroga che c’è stata non è stata utile, secondo il resoconto MEF del 17 febbraio, per il 43% dei debitori (circa 532mila sono i decaduti di rottamazione ter e saldo e stralcio).

Secondo le novità del Milleproroghe, i carichi contenuti nei piani di rateizzazione decaduti potranno essere nuovamente dilazionati. La richiesta va presentata tra il 1° gennaio e il 30 aprile 2022, fino a un massimo di 72 rate.

Verso il bonus psicologo

Novità importanti anche per il bonus psicologo: dopo essere scomparso dalla legge di Bilancio 2022, l’incentivo per l’assistenza psicologica verrà introdotto nella legge di conversione del decreto Milleproroghe.

La conferma arriva dal ministro della Salute Roberto Speranza, che ha dichiarato:

“Ci stiamo lavorando. Già nel Milleproroghe daremo un primo segnale che va in questa direzione. Ma attenzione a pensare che col bonus risolviamo i problemi, perché c’è bisogno di più risorse per l’assistenza territoriale e psicologica con una azione sistemica. Il bonus è un segnale.”

Si è parlato per la prima volta di bonus psicologo con il decreto Sostegni bis, ma la misura è rimasta ferma in attesa del relativo decreto attuativo. Da definire modalità di funzionamento e importi, ma potrebbe dipendere dal valore ISEE.

Proroga assunzioni nella Pubblica Amministrazione

Per quanto riguarda le assunzioni in PA ci sono varie proroghe nel decreto:

  • le PA avranno un anno in più per indire i concorsi
  • ancora non operativi anche se finanziati;
  • anche le graduatorie saranno valide per un anno in più, cioè tutto il 2022;
  • vengono erogate più risorse per il reclutamento nei ministeri.

Sul fronte scuola, è stato stabilito che partirà entro il prossimo 15 giugno il nuovo concorso straordinario per i docenti precari con 36 mesi di servizio.

Cassa integrazione per le imprese strategiche

Sono stati stanziati 42,7 milioni per prorogare la cassa integrazione nei grandi stabilimenti industriali d’interesse strategico nazionale. La norma prevede che:

“in via eccezionale, le imprese con un numero di lavoratori dipendenti non inferiore a mille che gestiscono almeno uno stabilimento industriale d’interesse strategico nazionale”

Potranno presentare domanda di proroga del trattamento d’integrazione salariale per una durata massima di ulteriori ventisei settimane fruibili fino al 31 marzo 2022.

Aiuti alle imprese

Gli aiuti alle imprese del Quadro temporaneo di aiuti di Stato (Temporary Framework-Covid) sono prorogati per altri sei mesi. Le garanzie sui prestiti alle imprese sono oggetto di proroga fino al 30 giugno 2022. Stessa scadenza per il termine per finanziamenti agevolati e contributi ai costi fissi.

Inoltre, sempre nell’ambito degli aiuti alle imprese, viene prorogato per un anno il Fondo nuove competenze, creato per favorire la riconversione delle aziende più colpite dalla crisi post-Covid, a meno che non arrivino istruzioni differenti da parte del Ministro dell’Economia.

Proroga validità patenti non europee

Tra le misure prorogate, il provvedimento contiene l’estensione di validità delle patenti di guida di Paesi non appartenenti all’Unione Europea per il 2022.

Sostegno a Air Italy

È stato creato un apposito fondo per sostenere i lavoratori licenziati da Air Italy per i prossimi tre anni. Secondo il testo della norma, questi dipendenti licenziati avranno una corsia preferenziale quando le altre aziende operanti nel settore aereo cercheranno personale.

Iscriviti a Money.it