Covid Regno Unito, niente riapertura totale: colpa della variante indiana

Mario D’Angelo

29/05/2021

31/08/2021 - 13:14

condividi

Nonostante una vaccinazione fra le più rapide al mondo, Johnson non riuscirà a mantenere la promessa di rimuovere tutte le restrizioni entro giugno.

Covid Regno Unito, niente riapertura totale: colpa della variante indiana

Nonostante una campagna vaccinale fra le più rapide al mondo, nel Regno Unito anche in piena estate con tutta probabilità si continuerà ad indossare la mascherina e a lavorare da casa. La variante indiana del coronavirus sta mettendo a rischio i piani del governo di Londra di eliminare tutte le restrizioni anti-Covid entro la fine di giugno.

I nuovi casi del Regno Unito hanno superato le 4.000 unità per la prima volta da aprile.

Regno Unito, epidemia corre: AstraZeneca meno efficace contro variante indiana

Secondo uno scoop del Times, Boris Johnson non riuscirà a mantenere la promessa di togliere tutte le restrizioni entro il 21 giugno, principale obiettivo per il rilancio del settore turistico.

Il Regno Unito è stato colpito in successione da due pericolose varianti, quella del Kent e, a campagna vaccinale avanzata, anche da quella indiana. Quest’ultima sembra essere più resistente al vaccino Astrazeneca, con il quale è stata immunizzata la maggioranza della popolazione britannica.

Secondo recenti studi, la doppia dose di Vaxzevria (nuovo nome del vaccino sviluppato insieme all’Università di Oxford) è efficace al 66% contro la variante indiana, contro l’88% di quella Pfizer/BioNTech.

Regno Unito, no riapertura totale

La rapida diffusione della variante isolata per la prima volta in India sta costringendo i ministri britannici a rivedere i piani per la riapertura totale, prevista per il mese prossimo.

Al momento nel Regno Unito è in vigore l’obbligo di indossare la mascherina, il distanziamento sociale di un metro, e la regola delle sei persone all’interno dei locali. Nei primi mesi del 2021 il Paese appena uscito dall’Unione Europea aveva stupito il mondo grazie a una campagna vaccinale fulminante, che aveva permesso in poco tempo di attuare le prime riapertura. Ma adesso la rapidità dell’immunizzazione potrebbe non bastare a sollevare anche le ultime restrizioni anti-Covid.

I ministri britannici, più verosimilmente, saranno costretti a scegliere quali misuri mantenere e quali eliminare.

Il Ministero del Tesoro vuole priorizzare la fine del distanziamento sociale e della regola delle sei persone al chiuso, cruciale per il settore dell’ospitalità e del commercio al dettaglio.

Secondo il Times, verranno mantenuti l’obbligo di indossare le mascherine e quello di attuare il telelavoro quando possibile.

Iscriviti a Money.it