Cosa lega le decisioni sbagliate negli investimenti ai crimini di guerra?

Guido Giaume

29 Maggio 2024 - 16:06

La preferenza asimmetrica al rischio fa sì che il soldato sia più incline a conformarsi agli ordini, nonostante possa eventualmente riconoscere la natura illegale e immorale degli stessi.

Cosa lega le decisioni sbagliate negli investimenti ai crimini di guerra?

La finanza comportamentale ha messo in evidenza il risk asymmetry bias: un fenomeno psicologico che influenza le decisioni degli individui.

Questo bias induce le persone a preferire rischi immediati e conosciuti rispetto a rischi futuri e incerti. In altre parole, gli individui sono propensi ad evitare un rischio (o una perdita) immediato al prezzo di correrne uno maggiore ma distante nel tempo.

Questa inclinazione può servire per spiegare - almeno in parte - la scelta dei soldati di commettere crimini di guerra, dove la paura della reazione immediata dei propri superiori supera il timore delle conseguenze legali future. Nei contesti di guerra, i soldati operano sotto pressioni immense e in situazioni di alto stress. La paura delle ripercussioni immediate da parte dei superiori, può indurli a commettere atti che altrimenti avrebbero evitato, preferendo il rischio di essere poi perseguiti penalmente per crimini di guerra. [...]

Money

Questo articolo è riservato agli abbonati

Abbonati ora

Accedi ai contenuti riservati

Navighi con pubblicità ridotta

Ottieni sconti su prodotti e servizi

Disdici quando vuoi

Sei già iscritto? Clicca qui

​ ​

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo