Quale futuro per Meta nel 2023? L’opinione delle banche d’affari

Tommaso Scarpellini

13 Gennaio 2023 - 14:57

condividi

Meta ha guadagnato oltre il 50% in borsa dai minimi di novembre sorprendendo molti trader. Ecco l’opinione e la raccomandazione proposta da alcuni analisti e banche d’affari.

Quale futuro per Meta nel 2023? L'opinione delle banche d'affari

La società Meta Platforms ha dovuto affrontare un 2022 difficile e ricco di complicazioni imprenditoriali. In borsa il prezzo del titolo ha subito importanti perdite , ma il 2023 è iniziato con un forte sprint rialzista. Gli analisti e le banche d’affari si sono esposte riguardo la possibile direzione del prezzo del titolo per il resto dell’anno. Può Meta essere un buon asset da considerare per il 2023?

Meta Platforms: le raccomandazioni degli analisti

Secondo Morningstar la società è sottovalutata e al momento presenta un discount del 49%. Secondo le loro stime il fair value attuale si trova sul livello dei $260. Gli analisti di Factset invece identificano due zone d’interesse per il titolo: un valore massimo di $250 e un probabile minimo di $80. Secondo i dati della piattaforma il target price attuale è sul livello dei $145, con un 8% di discount. A conferma, l’analisi di consensus basata sull’idea di 56 analisti di Factset mostra come il peso delle varie opinioni sia sbilanciato verso un giudizio “buy” tendente all’“hold”.

L’opinione delle banche d’affari sul 2023 per Meta Platforms

Secondo un sondaggio di JPMorgan, Meta Platforms dovrebbe essere il titolo internet con le migliori prestazioni quest’anno, seguita da Amazon. Secondo il sondaggio, il 43% degli intervistati pensa che il prezzo dei titoli dell’S&P500 attivi nel settore dell’online aumenteranno di oltre il 5% quest’anno, mentre il 30% ipotizza uno scenario flat. Il motivo risiede nel fatto che il 2023 potrebbe essere un anno più accomodante per le banche centrali accompagnato da un mercato azionario con P/E molto più bassi rispetto a quello a cui gli investitori erano abituati - Meta in particolare era tornata sui valori del 2017.

Meta: analisi tecnica del titolo

Nel 2022 la società di social network è scesa in borsa del 64%, rendendolo uno dei 10 titoli con peggiori performance dell’S&P 500. La società ha dovuto affrontare innumerevoli sfide lo scorso anno: l’aumento dei tassi d’interesse, i fallimenti della sezione Reality Labs e del concetto di Metaverso, i vari problemi sul fronte della privacy e la disputa con Apple.

Il 2023 però sembra essere iniziato con il piede giusto e il titolo Meta ha registrato una rimonta del 50% rispetto ai minimi del 2022. Impostando una media mobile a 200 periodi su time frame settimanale è facile rendersi conto che il prezzo ha ancora un 20% di margine prima di raggiungere la media, confermando quindi le raccomandazioni mediane degli analisti. Interessante infine notare come il titolo abbia utilizzato il numerario dei $100 come supporto e pozzo di liquidità per poi guadagnare in meno di due mesi più del 50%.

Meta Platforms - Weekly Meta Platforms - Weekly Grafico a candele settimanali del prezzo del titolo Meta Platforms

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.