Coronavirus, scenario da incubo negli USA: l’epidemia costerà $7mila miliardi

I danni causati dalla diffusione del coronavirus potrebbero ammontare a circa 7mila miliardi di dollari negli Stati Uniti.

Coronavirus, scenario da incubo negli USA: l'epidemia costerà $7mila miliardi

7mila miliardi di dollari, ecco quanto potrebbe costare l’emergenza coronavirus agli Stati Uniti. I contagi stanno aumentando in modo esponenziale e l’impatto sull’economia potrebbe essere devastante.

Gli infetti al momento hanno raggiunto quota 35.224 e le vittime sono state 471. Per contenere i contagi il governo sta sospendendo molte attività produttive, seguendo il modello dell’Italia e di molte altre nazioni europee.

L’incubo è quello di ritrovarsi con un tasso di disoccupazione alle stelle, più alto di quello della Grande depressione, con molti americani che perderanno il lavoro nei prossimi mesi.

USA, economia a rischio: il coronavirus costerà 7mila miliardi

Uno scenario catastrofico quello prospettato dagli analisti per gli Stati Uniti. Per l’emergenza coronavirus verrà pagato un prezzo altissimo, con un impatto sull’economia del Paese senza precedenti. Una crisi che nessuno credeva potesse essere di questa portata, un’escalation drammatica che non pare aver fine. Gli infetti sono sempre di più - quasi raggiunte le 35mila unità - e i morti sono al momento 471.

Secondo quanto dichiarato su Newsweek da Michael Hicks, direttore del Center for Business and Economic Research e professore di economia al Miller College of Business della Ball State University, gli USA spenderanno circa 7mila miliardi a causa della COVID-19.

Le stime del Centers for Disease Control and Prevention parlano di un’epidemia record, durante la quale dai 70 ai 150 milioni di americani verranno infettati. L’80% di questi si ammalerà, il 5% finirà in ospedale e l’1,2% morirà. Verranno a costare 5mila miliardi le sole misure impiegate per rallentare l’avanzata del virus mentre 2mila riguarderanno le spese mediche per curare i malati.

Recessione e disoccupazione record: effetto coronavirus

Non solo una spesa colossale ma anche una situazione sociale critica. Con la sospensione delle attività che si sta attuando in questi giorni molte aziende hanno deciso di effettuare tagli al personale. In tanti nel giro di poche settimane si ritroveranno senza lavoro.

Un quadro drammatico, cui si aggiungono le previsioni sul tasso di disoccupazione, che potrebbe superare quello della Grande depressione al 24,9%. Come riporta Hicks, il Paese sta “già affrontando una recessione” che si rivelerà particolarmente “profonda”.

Per spiegare la portata della crisi Hicks ha fornito alcuni esempi numerici rispetto alla situazione attuale. Al primo marzo negli Stati Uniti c’erano “2,66 milioni di camerieri e cameriere”, praticamente già tutti “disoccupati”. La percentuale “raddoppierà in due settimane” e raggiungerà la “doppia cifra” entro maggio.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Coronavirus

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.