Coronavirus: Meloni contro i cinesi e il regime comunista

Coronavirus: Giorgia Meloni all’attacco contro i cinesi e il regime comunista di Pechino. Nel pieno dell’emergenza epidemia in Italia, la leader di Fratelli d’Italia non risparmia accuse al popolo asiatico.

Coronavirus: Meloni contro i cinesi e il regime comunista

Coronavirus in Italia: la battaglia nazionalista di Giorgia Meloni contro i nemici internazionali continua. Se finora il tono polemico e indignato è stato riservato soprattutto all’Unione Europea, con Francia e Germania bersagli mirati, adesso la leader di Fratelli d’Italia si scaglia duramente contro la Cina.

Nella grande nazione asiatica è iniziato l’incubo coronavirus ormai ampiamente diffuso nella maggior parte dei Paesi del mondo. La deputata romana, in un impeto di difesa del nostro Paese, non risparmia giudizi pesanti contro chi, a suo avviso, ha il merito soltanto di aver propagato il virus a livello globale.

In un clima così teso, quale quello italiano dove ci si appresta a varare il decreto salva - economia proprio per affrontare la crisi da coronavirus, Giorgia Meloni non rinuncia al tono da propaganda. Nel quale torna di attualità l’antico nemico del regime comunista cinese.

Coronavirus: la Meloni non prende lezioni dai cinesi. Anzi, li accusa. Ecco perché

Difendere la propria nazione e i diritti sempre, anche in situazioni complesse e straordinarie come quella dell’emergenza coronavirus: questo è l’ultimo messaggio inviato da Giorgia Meloni agli italiani.

Incalzata dalle domande di Massimo Giletti nella trasmissione domenicale Non è l’arena, la leader di Fratelli d’Italia non ci sta a riconoscere la prontezza cinese a intervenire per bloccare il virus con operazioni faraoniche quali la costruzione n tempi record di nuovi ospedali.

Anzi, le sue parole si fanno chiare e sprezzanti contro l’intera nazione asiatica, colpevole addirittura di aver diffuso il virus in tutto il mondo. Torna anche la retorica anti-comunista:

“Questo fatto che qualcuno cerchi raccontare oggi i cinesi come un punto di riferimento e i salvatori della patria, perché ci stanno prestando le mascherine, a me non mi fregano. I cinesi ci hanno portato il virus.”

E aggiunge con una certa veemenza:

“il paragone con il regime comunista cinese vale poco visto che non esistono diritti dei lavoratori, libertà e civiltà.”

Una posizione chiara, quindi, quella di Giorgia Meloni. Dopo le accuse a Governo, Conte, Unione Europea ora si aggiunge anche la sferzante polemica contro la Cina Le esternazioni lasciano dubbi interpretativi: quello della deputata di Fratelli d’Italia è superiorità culturale, realismo o una punta di razzismo?

Il coronavirus in Italia continua a generare polemiche e dichiarazioni contrastanti nella politica italiana. E Giorgia Meloni è una delle protagoniste indiscusse di questo clima di nervosismo.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Coronavirus

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.