Corea del Nord, Kim Jong-un: nuove minacce sulla guerra nucleare

Kim Jong-un è tornato sulla scena politica internazionale e ha ribadito che la Corea del Nord avrà sempre il suo arsenale nucleare. Un messaggio diretto agli Stati Uniti e al mondo che è sembrato minaccioso: ecco perché

Corea del Nord, Kim Jong-un: nuove minacce sulla guerra nucleare

Kim Jong-un ha promesso una “pace nucleare” al mondo che, in realtà, ha tutto il significato di una minaccia: la Corea del Nord non rinuncerà mai al suo arsenale.

Le ultime dichiarazioni del leader nordcoreano sono giunte in occasione 67° anniversario della fine della guerra di Corea del 1950-1953, durante un ricevimento per veterani a Pyongyang, secondo quanto riportato da Central News Agency coreana (KCNA).

Kim Jong-un ha definito le armi nucleari del suo Paese una solida garanzia di sicurezza e un deterrente “affidabile ed efficace” che potrebbe impedire una seconda guerra nella penisola coreana.

Il messaggio lanciato è chiaro: la guerra nucleare è sempre dietro l’angolo e nessuno, Stati Uniti in primis, potrà costringere la Corea del Nord ad abbandonare l’ambizioso piano di armamenti. Cosa aspettarsi?

Guerra nucleare: Kim Jong-un promette una “pace armata”

Le parole di Kim Jong-un hanno voluto avvertire, più che rassicurare, i nemici storici della nazione - Stati Uniti e Corea del Sud - annunciando al mondo che le armi nucleari finora ottenute saranno per sempre garanzia di pace.

Un discorso piuttosto contraddittorio, che in realtà nasconde una vera minaccia, come si può capire da quanto affermato dal leader:

“Grazie al nostro deterrente di autodifesa nucleare affidabile ed efficace, non ci sarà più alcuna guerra su questa terra e la sicurezza e il futuro del nostro Paese saranno garantiti per sempre”

Kim ha voluto così ribadire che la Corea del Nord ha sviluppato armi nucleari per ottenere la “forza assoluta” e prevenire attacchi nei suoi confronti. Ed essere pronta per intervenire in caso di eventuali guerre:

“Ora siamo in grado di difenderci di fronte a qualsiasi forma di pressione ad alta intensità e minacce militari da parte di forze imperialiste e ostili”

Dopo le minacce dirette alla Corea del Sud, Kim Jong-un ha dato un ulteriore avvertimento: la forza nordcoreana sarà sempre legata al nucleare e gli Stati Uniti dovranno accettarlo.

Corea del Nord e minaccia nucleare: cosa aspettarsi?

Le parole del leader nordcoreano non sono in realtà una grande sorpresa visto lo stallo diplomatico con gli USA sul nucleare.

Esse rappresentano, comunque, un segnale di allarme per la stabilità dell’area e del mondo. Kim ha promesso dall’inizio di questo anno di rafforzare il suo programma nucleare e ha minacciato di svelare una nuova arma strategica.

Ha anche ribadito di non essere più vincolato da una moratoria sui test nucleari e sui missili a lungo raggio.

Questo significa che sarà molto difficile trovare un compromesso accettabile tra le due potenze in perenne lotta, Stati Uniti e Corea del Nord, e che la tensione potrebbe aumentare da un momento all’altro.

Per ora, Trump è impegnato su altri fronti, in primis quello dell’emergenza sanitaria del coronavirus. Ma in vista delle elezioni presidenziali di novembre la carta della guerra nucleare potrebbe tornare utile in campagna elettorale.

Con la premessa delle ultime parole di Kim, la prospettiva di pace è poco plausibile.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories