Contributi INPS artigiani, commercianti e professionisti: proroga al 15 settembre 2021

Anna Maria D’Andrea

27 Luglio 2021 - 16:09

condividi

Contributi INPS artigiani, commercianti e professionisti: proroga al 15 settembre 2021 per saldo e primo acconto. Le novità nel messaggio n. 2731 del 27 luglio.

Contributi INPS artigiani, commercianti e professionisti: proroga al 15 settembre 2021

Contributi INPS artigiani, commercianti e professionisti: proroga al 15 settembre 2021 per i versamenti.

Il messaggio INPS n. 2731 del 27 luglio 2021 fa il punto sulle novità introdotte con la conversione in legge del decreto Sostegni bis.

L’articolo 9-ter del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, introdotto in sede di conversione dalla legge 23 luglio 2021, n. 106, ha prorogato il termine per pagare le imposte dovute dai titolari di partita IVA.

Il rinvio della scadenza è riconosciuto in favore dei soggetti che applicano gli ISA o che presentano cause di esclusione, inclusi i forfettari, così come per i soci di società, associazioni e imprese.

La proroga abbraccia anche i contributi INPS, ma esclusivamente per i soggetti inclusi tra i beneficiari del rinvio.

Contributi INPS artigiani, commercianti e professionisti, proroga al 15 settembre 2021

Anche il versamento dei contributi INPS slitta al 15 settembre, al pari di quanto previsto per le imposte sui redditi.

La proroga introdotta con la legge di conversione del decreto Sostegni bis si applica anche alle scadenze per pagare i contributi dovuti da artigiani, commercianti e professionisti iscritti alla Gestione separata.

Nello specifico, la proroga riguarda i contributi calcolati in dichiarazione dei redditi e, pertanto, sono prorogati alla scadenza del 15 settembre 2021 i contributi INPS dovuti:

  • a titolo di saldo per l’anno di imposta 2020 e di primo acconto per l’anno di imposta 2021 della contribuzione calcolata sul reddito d’impresa ai fini Irpef da artigiani e commercianti;
  • a titolo di saldo per l’anno di imposta 2020 e di primo acconto per l’anno di imposta 2021 della contribuzione calcolata sul reddito ai fini Irpef dai soggetti iscritti alla Gestione separata titolari di partita IVA.

Questo è quanto specificato dall’INPS con il messaggio numero 2731 pubblicato il 27 luglio 2021, con il quale fornisce l’elenco dettagliato dei soggetti ammessi alla proroga dei versamenti fiscali e contributivi.

Messaggio INPS n. 2731 del 27 luglio 2021
Gestioni speciali autonome degli artigiani e degli esercenti attività commerciali e Gestione separata dei liberi professionisti. Differimento delle scadenze di pagamento ai sensi dell’articolo 9-ter del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73

Proroga contributi INPS 2021, chi può pagare entro il 15 settembre

Potranno versare saldo e primo acconto dei contributi INPS entro il termine del 15 settembre 2021:

  • i contribuenti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA), con ricavi o compensi non superiori al limite previsto per ciascun indice;
  • i contribuenti per i quali ricorrono le cause di esclusione dall’applicazione degli ISA, ossia i titolari di partita IVA in regime forfettario, i contribuenti minimi e i soggetti che presentano altre cause di esclusione dagli ISA (quali ad esempio inizio o cessazione attività, determinazione forfettaria del reddito, ecc.);
  • i contribuenti che partecipano a società, associazioni e imprese che rientrano nel regime previsto per i redditi prodotti in forma associata e per l’opzione della trasparenza fiscale. Si tratta ad esempio dei soci di società di persone, dei collaboratori di impese familiari, dei coniugi che gestiscono aziende coniugali o i professionisti con studio associato.

Si evidenzia che la proroga al 15 settembre 2021 non si lega alla possibilità di beneficiare dell’ulteriore differimento ai 30 giorni successivi, con maggiorazione dello 0,40%.

Contributi INPS artigiani e commercianti, doppia scadenza il 20 agosto 2021

In chiusura, l’INPS ricorda che per gli iscritti alla Gestione INPS artigiani e commercianti, il 20 agosto 2021 bisognerà mettere in calendario l’appuntamento con la prima rata dei cotributi fissi, dovuti originariamente entro il 17 maggio 2021. La stessa scadenza coincide con il versamento della seconda rata.

Si resta in ogni caso in attesa di possibili novità per l’avvio dell’anno bianco contributivo: dovrebbe essere imminente la pubblicazione del decreto attuativo del Ministero del Lavoro che, tra le altre cose, dovrà definire le scadenze per fare domanda.

Iscriviti a Money.it