Concorso scuola: c’è il protocollo di sicurezza. Ecco quali sono le regole

Per il concorso scuola straordinario c’è il protocollo di sicurezza con le regole da seguire durante le varie sessioni della prova scritta al via dal 22 ottobre. Vediamo quali sono.

Concorso scuola: c'è il protocollo di sicurezza. Ecco quali sono le regole

Concorso scuola: con una circolare del 1° ottobre il Miur ha anche reso noto il protocollo di sicurezza per lo svolgimento della procedura straordinaria.

Vi sarà l’obbligo di indossare la mascherina per tutti candidati e il personale coinvolto nella procedura oltre al dover mantenere il distanziamento fisico necessario, anche e soprattutto tra le postazioni.

Il concorso scuola straordinario per i docenti precari con almeno tre annualità di servizio per il ruolo su posti comuni e di sostegno nella scuola secondaria di I e II grado prenderà il via il prossimo 22 ottobre per concludersi il 16 novembre.

Gli oltre 64mila partecipanti per 31mila posti infatti, sono scaglionati in sessioni mattutine e pomeridiane su diversi giorni.

La circolare n.30059 del Miur del 1° ottobre non solo fornisce le indicazioni per lo svolgimento della procedura, ma anche le regole da seguire per evitare i contagi secondo il protocollo di sicurezza già annunciato in precedenza dalla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.

Concorso scuola: le regole del protocollo di sicurezza

Per il concorso scuola vediamo allora quali sono le regole contenute nel protocollo di sicurezza allegato alla circolare del Miur del 1° ottobre.

Il numero massimo dei candidati del concorso scuola straordinario presenti contemporaneamente nell’aula sede di esame dovrà essere determinato in rapporto alla capienza degli spazi individuati. Tra i candidati dovranno essere garantite le misure di distanziamento. Ricordiamo che la prova scritta del concorso scuola è computer based e ha la durata di 150 minuti.

È previsto l’obbligo da parte dei candidati, dei componenti della commissione, del personale di vigilanza e di tutte le figure presenti nelle aree dove si svolgono le prove del concorso scuola, d’indossare una mascherina chirurgica che copra correttamente le vie aeree (bocca e naso) per tutto il tempo di permanenza all’interno dell’istituzione scolastica sede di concorso.

Il mancato possesso e utilizzo della mascherina chirurgica determina l’esclusione dalla prova. I candidati dovranno igienizzarsi frequentemente le mani con apposito gel disinfettante contenuto nei dosatori all’ingresso e in più punti delle aree (es. ingresso, aule, servizi igienici, etc.).

Il personale impiegato per tutte le procedure del concorso scuola, oltre alla mascherina chirurgica e all’igienizzazione delle mani, dovrà utilizzare guanti monouso al momento delle operazioni di riconoscimento dei candidati, della consegna dei moduli, del materiale occorrente e nelle operazioni di gestione della prova computerizzata.

Lo stesso personale dovrà vigilare, anche prima dell’espletamento delle prove del concorso scuola, che non si creino assembramenti e che i candidati entrino in aula uno per volta e che lo facciano con la mascherina, dopo aver igienizzato le mani e solo previa misurazione della temperatura.

Misurazione della temperatura

Qualora la temperatura corporea rilevata risulti superiore ai 37, 5 C°, il candidato al concorso scuola non potrà accedere all’aula per lo svolgimento della prova.

Il personale addetto alla vigilanza dovrà provvedere all’allontanamento del soggetto, accompagnandolo in un’apposita area dedicata all’isolamento del caso sospetto e dovrà, tempestivamente, avvertire le autorità sanitarie competenti e i numeri di emergenza per il Covid forniti dalla Regione o dal Ministero della salute, nonché le forze dell’ordine in caso di rifiuto.

Il candidato è tenuto in ogni caso a informare tempestivamente e responsabilmente i commissari del concorso scuola e il comitato di vigilanza della presenza di qualsiasi sintomo influenzale, anche durante l’espletamento della prova scritta, avendo cura di rimanere ad adeguata distanza dalle persone presenti.

Accesso alla postazione della prova

Anche per l’accesso alla singola postazione per svolgere la prova del concorso scuola ci sono delle regole ben precise che è bene illustrare. I candidati ammessi, una volta entrati all’interno dell’aula sede di esame dovranno raggiungere le postazioni d’identificazione loro indicate e qui dovranno mostrare il documento d’identità, codice fiscale e la ricevuta del pagamento del contributo di segreteria.

Non solo, dovranno anche possedere una penna personale blu o nera per firmare il registro d’aula. I candidati al concorso scuola dovranno anche presentare un’autodichiarazione che alleghiamo di seguito attestante la non presenza di sintomi associabili al Covid o il recente contatto con persone positive.

A questo punto i candidati al concorso scuola vengono invitati a raggiungere la postazione per svolgere la prava preventivamente determinata attraverso segnaposto adesivo.

Ciascun candidato dovrà portare con sé un sacco contenitore, per deporre all’interno, borse, zaini ed effetti personali, che dovrà essere appoggiato, chiuso, lontano dalle postazioni, secondo le istruzioni ricevute in aula.

Il percorso di accesso all’aula sede di esame e di deflusso dalla stessa, dovrà essere ben identificato tramite segnaletica, in modo da garantire file ordinate indicanti il mantenimento della distanza interpersonale necessaria. Dovranno essere garantiti, in ogni caso, flussi di transito ordinati tra il turno mattutino e pomeridiano, ed evitare sovrapposizione in entrata e in uscita.

Per maggiori dettagli sulle regole da seguire durante lo svolgimento del concorso scuola rimandiamo alla circolare del Miur con relativo protocollo e autodichiarazione qui di seguito. Il modulo per l’autodichiarazione è scaricabile dalla pagina del Miur dedicata al concorso.

Circolare Miur n.30059 del 1° ottobre 2020
Circolare Miur per lo svolgimento del concorso scuola straordinario con relativo protocollo di sicurezza.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories