Concorso scuola 2018: gli insegnanti abilitati saranno assunti già da quest’anno?

Anche dalle graduatorie di merito dell’ultimo concorso scuola verranno selezionati i docenti per le immissioni in ruolo 2018-2019, ma solo in presenza di determinate condizioni.

Concorso scuola 2018: gli insegnanti abilitati saranno assunti già da quest'anno?

Nella giornata di ieri il MIUR ha confermato ai sindacati che una parte dei posti previsti per le immissioni in ruolo di quest’anno potrebbe essere assegnata agli insegnanti abilitati che hanno preso parte all’ultimo concorso scuola.

Nel dettaglio i posti liberi per l’assunzione dei docenti sono 57.000mila (di cui circa 13.000 per il sostegno), ai quali si aggiungono 9.000 disponibilità per gli Ata; queste cifre saranno definitive solamente dopo che il MEF, una volta verificherà la disponibilità di risorse, darà l’autorizzazione necessaria per procedere con le assunzioni.

Le modalità con le quali il MIUR procederà con le assunzioni sono le stesse di quelle dello scorso anno, ma c’è una novità: questa volta, infatti, potranno essere assunti anche gli insegnanti abilitati non presenti nelle GaE, ovvero quelli che hanno preso parte all’ultimo concorso scuola a loro riservato.

Da quest’anno, infatti, la graduatoria di merito regionale del concorso scuola potrà essere utilizzata per le immissioni in ruolo; tuttavia saranno ancora le GaE e le graduatorie di merito del concorso scuola 2016 ad avere la precedenza.

Concorso scuola 2018: immissioni in ruolo già da quest’anno?

Nell’incontro andato in scena in questi giorni, il MIUR ha confermato che per le immissioni in ruolo il 50% dei posti disponibili verrà assegnato tramite lo scorrimento delle Graduatorie ad Esaurimento, mentre l’altro 50% con quello della graduatoria di merito dell’ultimo concorso scuola.

Tuttavia, nel caso in cui tramite lo scorrimento di queste due graduatorie non si riescano ad assegnare tutti i posti vacanti si potranno utilizzare quelle di merito regionali del 2018; quindi i docenti abilitati che in questi mesi hanno affrontato la prova orale del concorso potranno essere assunti già da quest’anno, ma solamente nel caso in cui le suddette altre due graduatorie risultassero esaurite.

Ma c’è un’altra condizione da soddisfare che potrebbe mettere a rischio l’assunzione dei docenti abilitati già da quest’anno. Nel dettaglio, saranno prese in considerazione solamente quelle graduatorie che risultano essere definitive alla data del 31 agosto 2018, mentre quelle che supereranno questa data saranno utilizzate per le assunzioni dell’a.s. 2019-2020.

Ciò rappresenta un problema non di poco conto; nella maggior parte delle Regioni, infatti, il concorso per abilitati procede a rilento tant’è che in molti casi i colloqui per l’assegnazione del punteggio valido ai fini della graduatoria regionale sono stati appena calendarizzati e si terranno solamente in autunno.

Prima dell’assunzione il FIT

Come noto però qualora gli insegnanti abilitati venissero selezionati per le immissioni in ruolo non verrebbero immediatamente assunti; questi, infatti, accederanno prima al 3° anno del FIT (il percorso di formazione iniziale e tirocinio) e solo nel caso di giudizio idoneo saranno immessi in ruolo dall’a.s. 2019-2020.

Si ricorda inoltre che i docenti non di ruolo in caso di accettazione della nomina saranno cancellati da tutte le graduatorie di merito regionali e, nel caso in cui vi fossero iscritti, anche dalle graduatorie ad esaurimento e di istituto. La mancata accettazione della nomina, invece, comporta solamente la cancellazione dalla relativa graduatoria di merito.

Prima di concludere ricordiamo che essendo inseriti in una graduatoria di merito, questi docenti scelgono prima di quelli inseriti nelle GaE.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Insegnanti

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.