Obbligo comunicazione ENEA anche per gli elettrodomestici

Bonus elettrodomestici: anche per beneficiare di questa detrazione è previsto l’obbligo di comunicazione dei dati all’ENEA.

Obbligo comunicazione ENEA anche per gli elettrodomestici

Bonus elettrodomestici: arriva l’obbligo di comunicazione ENEA anche per questa detrazione.

Per ottenere la detrazione fiscale sulle spese sostenute per gli acquisti in oggetto è necessario comunicare all’ENEA i dati che attestino tale diritto. La novità è contenuta nella guida pubblicata con il lancio del portale per l’invio dei dati delle spese di ristrutturazione.

Si ricorda che si ha diritto al bonus mobili ed elettrodomestici solamente per gli acquisti effettuati a seguito di interventi di ristrutturazione. La detrazione del 50% sugli elettrodomestici è infatti strettamente collegata all’intenzione del Governo di incentivare le ristrutturazioni edilizie che comportano risparmio energetico o l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia.

A tal fine la Legge di Bilancio 2018 per monitorare e valutare le detrazioni fiscali inerenti e collegate al risparmio energetico ha disposto l’obbligo di trasmettere all’ENEA i dati relativi ai lavori effettuati, che a quanto pare riguarda anche il bonus elettrodomestici.

Una sorpresa amara che rischia di rendere meno conveniente l’incentivo.

Bonus elettrodomestici, obbligo di comunicazione dei dati all’ENEA

Il bonus elettrodomestici rientra tra gli interventi soggetti all’obbligo di trasmissione dei dati all’ENEA introdotto dalla Legge di Bilancio 2018.

In data 21 novembre 2018 l’ENEA ha pubblicato una guida rapida per l’utente e creato un sito web per la trasmissione dei dati degli interventi di ristrutturazioni edilizie o ad esse collegati la cui fine dei lavori ricade nell’anno solare 2018.

Secondo quanto indicato nella guida, per beneficiare del bonus elettrodomestici è dunque obbligatorio comunicare all’ENEA i dati relativi alle spese sostenute per l’acquisto di:

  • forni;
  • frigoriferi;
  • lavastoviglie;
  • piani cottura elettrici;
  • lavasciuga;
  • lavatrici.

Per fruire della detrazione del 50% sulle spese d’acquisto di uno o più elettrodomestici, è necessario che questi appartengano almeno alla classe energetica A+ ad eccezione dei forni la cui classe minima è la A.

Si ricorda che l’agevolazione fiscale prevista dal bonus elettrodomestici sarà fruibile solo nel caso in cui l’acquisto venga effettuato a seguito di interventi di riqualificazione edilizia che non siano iniziati prima del 1° gennaio 2017.

Bonus elettrodomestici: come e quando trasmettere i dati all’ENEA

Per ricevere il bonus elettrodomestici è necessario comunicare all’ENEA i dati relativi all’intervento di ristrutturazione edilizia entro 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori.

Per gli interventi la cui data di fine dei lavori è compresa tra il 1° novembre 2018 e il 21 novembre 2018, ovvero il giorno in cui è stato aperto il sito web per la comunicazione dei dati all’ENEA, i 90 giorni utili per l’invio si conteranno a partire dalla data di istituzione del portale.

Per la data di fine dei lavori di ristrutturazione si prendono come riferimento i seguenti documenti:

  • il collaudo delle opere;
  • il certificato di fine dei lavori;
  • la dichiarazione di conformità.

Pertanto, per beneficiare del bonus elettrodomestici è necessario comunicare i dati relativi agli interventi realizzati utilizzando l’apposito portale aperto dall’ENEA per le detrazioni Irpef per le ristrutturazioni edilizie relative al 2018.

Ecco i passaggi da seguire e quali dati inserire per richiedere il bonus elettrodomestici e le altre agevolazioni fiscali previste:

  • registrazione degli utenti;
  • dati del beneficiario;
  • dati dell’immobile;
  • scheda descrittiva degli interventi;
  • riepilogo;
  • trasmissione dei dati.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories