Codice della strada 2022: il testo aggiornato con tutte le nuove regole

Simone Micocci

27/04/2022

20/05/2022 - 17:30

condividi

Nuovo Codice della strada: nel 2022 cambiano alcune regole del decreto legislativo n. 285 del 30 aprile 1992. Ecco il testo aggiornato con le ultime novità.

Codice della strada 2022: il testo aggiornato con tutte le nuove regole

Il Codice della strada è quel complesso di norme volte a regolarizzare la circolazione stradale per persone e cose, come ad esempio per veicoli, pedoni e animali.

Approvato con decreto legislativo n. 285 del 30 aprile 1992, ed entrato in vigore dal 1° gennaio 1993, questo si compone di 245 articoli; è poi accompagnato da un regolamento di attuazione che comprende 408 articoli e 19 appendici.

Il testo del Codice della strada è stato più volte soggetto ad aggiornamenti, alla luce ad esempio di quelle che sono le nuove tendenze. Ad esempio, negli anni si è intervenuto per regolamentare l’utilizzo dello smartphone alla guida, come pure è stato necessario introdurre delle nuove multe per chi utilizza impropriamente i monopattini elettrici.

Il nuovo Codice della strada, dunque, non è altro che il testo del decreto legislativo n. 285 del 30 aprile 1992 comprensivo delle successive modificazioni apportate dal legislatore.

Ad esempio, una serie di novità per il nuovo Codice della strada sono entrate in vigore dal 10 novembre 2021, le quali quindi si ripercuotono anche per il 2022: ad esempio, ci sono stati cambiamenti riguardo alla presa della patente, mentre vengono rese più salate le multe per chi parcheggia sui posti riservati ai disabili.

A tal proposito, è possibile consultare il testo del nuovo Codice della strada direttamente da Gazzetta ufficiale, oppure potete scaricarne il file .pdf di seguito.

Nuovo Codice della strada: le ultime novità

Come anticipato, dunque, le ultime modifiche al nuovo Codice della strada sono state apportate a cavallo tra il 2021 e il 2022. Novità che possiamo sintetizzarle come segue:

  • sanzione più severa per chi getta rifiuti dal finestrino, in quanto si va da un minimo di 52 a un massimo di 204 euro;
  • maggiore prudenza quando si guida a ridosso di un passaggio pedonale: in prossimità delle strisce, infatti, è d’obbligo per l’automobilista dare precedenza a tutti i pedoni, anche a quelli che sono in procinto di attraversare;
  • novità per chi deve prendere la patente: la validità del foglio rosa passa da 6 a 12 mesi, le domande della prova teorica passano da 40 a 30 (con soli 3 errori consentiti), mentre la prova pratica può essere ripetuta anche per tre volte. Ai neopatentati viene consentita la guida di un mezzo superiore ai 95 cavalli ma solo quando al loro fianco è presente un’altra persona che ha conseguito la patente da almeno 10 anni, e con un età non superiore ai 65 anni;
  • più severe le norme per chi utilizza il cellulare, e non solo, alla guida: la multa va dai 165 ai 660 euro, e si commette violazione anche quando si è al volante con qualsiasi altro dispositivo elettronico, come possono essere tablet, portatili e notebook;
  • come detto sopra, diventano più severe le norme per chi parcheggia sui posti riservati ai disabili, con una multa che va da un minimo di 168 a un massimo di 672 euro;
  • nuovi divieti di sosta, in quanto non sarà possibile occupare gli spazi riservati alla fermata degli scuolabus, alle donne in stato di gravidanza (o ai genitori di bambini di età inferiore ai 2 anni) o alle auto elettriche. La multa in questo caso va da 42 a 173 euro (o da 25 a 100 euro per i veicoli a due ruote);
  • parcheggio per auto elettriche consentito solo per il tempo necessario per la ricarica della batteria. Una volta completata la ricarica si potrà sostare al massimo per un’altra ora, dopodiché scatterà il divieto di sosta;
  • multa per il conducente della moto qualora l’altro passeggero non indossa il casco. L’importo resta invariato e va da 83 a 332 euro;
  • monopattini elettrici, nuove regole: il limite di velocità scende a 6 km/h nelle aree pedonali, a 20 km/h al di fuori di queste. Il monopattino dovrà poi montare le luci di posizione, oltre a frecce e freno anteriore e posteriore;
  • introduzione di un bonus patente per coloro che hanno meno di 35 anni (oppure beneficiano del reddito di cittadinanza o di altri ammortizzatori sociali) che intendono conseguire l’abilitazione professionale CQC per lavorare come autotrasportatori.

Queste le novità che si vanno ad aggiungere all’impianto generale del nuovo Codice della strada, il quale come abbiamo visto è soggetto a costante aggiornamento.

Nuovo Codice della strada: veicoli e segnali stradali

Il nuovo Codice della strada, dunque, regolamenta la circolazione stradale di persone e cose, come ad esempio sono tutti i veicoli i quali, grazie anche alle direttive dell’Unione europea, vengono classificati in quattro grandi categorie:

  • L (motoveicoli, tricicli, quadricicli e superiori, sempre a motore)
  • M (veicoli a motore destinati al trasporto di persone, aventi almeno quattro ruote)
  • N (veicoli a motore destinati al trasporto di merce, con almeno quattro ruote)
  • O (rimorchi e semirimorchi).

Ciascuna di queste categorie poi prevede altri sottogruppi, dove la divisione viene effettuata tenendo conto delle caratteristiche tecniche del mezzo. A quelli sopra indicati, si aggiungono poi:

  • veicoli a trazione animale (destinati al trasporto di persone, cose o all’impiego esclusivo da parte di aziende agricole)
  • velocipedi (normalmente funzionanti a propulsione muscolare, possono anche avere un motore elettrico per la cosiddetta pedalata assistita) Anche per le biciclette, dunque, ci sono delle norme del Codice della strada da rispettare (per maggiori dettagli clicca qui).

All’interno del nuovo Codice della strada, precisamente al Titolo II, capo II, viene invece definita la segnaletica stradale, il cui complesso viene distinto in cinque tipologie, quali:

  • segnaletica manuale: ossia le segnalazioni date dagli organi di polizia stradale;
  • segnali luminosi, capaci di fornire maggiore impatto visivo e informazioni dinamiche che a loro volta divisi in segnali di pericolo e di prescrizione e segnali d’indicazione;
  • segnali verticali, che si distinguono in segnali di pericolo, segnali di prescrizione e segnali d’indicazione;
  • segnali orizzontali, ossia quelli tracciati direttamente sulla strada, come possono essere le strisce pedonali;
  • segnali e attrezzature complementari, i quali sono destinati a segnalare particolari curve o punti critici, come pure per rallentare la velocità (si pensi ai dossi artificiali).

Nuovo codice della strada: le multe

Anche se comunemente vengono chiamate multe, oppure contravvenzioni, sarebbe più corretto parlare di sanzioni amministrative. Nel diritto, infatti, multe e contravvenzioni riferiscono al codice penale, invece per chi mentre guida commette delle violazioni del Codice della strada si parla di un illecito solamente amministrativo (salvo i casi più gravi).

Fatta questa precisazione, dunque, possiamo vedere quali sono alcune delle sanzioni amministrative più comuni per coloro che violano il Codice della strada. Le fattispecie sanzionate sono diverse:

Le sanzioni amministrative per chi viola le norme del Codice della strada prevedono solitamente una sanzione pecuniaria, che può essere ridotta del 30% quando si paga subito, oltre che di una sanzione accessoria che prevede la decurtazione dei punti patente (qui le istruzioni per controllare quanti sono i residui). Le multe si possono contestare ed è autorizzato il ricorso; le multe, inoltre, vanno notificate entro 90 giorni da quando sono state effettuate (ecco cosa fare se arriva dopo).

Nuovo Codice della strada: il testo

Di seguito il testo del nuovo Codice della strada (d.lgs n. 285 del 30 aprile 1992 e successive modificazioni).

Nuovo Codice della strada 2022
Clicca qui per scaricare il testo aggiornato

Testo che conta dei seguenti titoli, capi e articoli:

Titolo I - Disposizioni generali

  • 1. - Principi generali.
  • 2. - Definizione e classificazione delle strade.
  • 3. - Definizioni stradali e di traffico.
  • 4. - Delimitazione del centro abitato.
  • 5. - Regolamentazione della circolazione in generale.
  • 6. - Regolamentazione della circolazione fuori dei centri abitati.
  • 7. - Regolamentazione della circolazione nei centri abitati.
  • 8. - Circolazione nelle piccole isole.
  • 9. - Competizioni sportive su strada.
  • 9-bis. - Organizzazione di competizioni non autorizzate in velocità con veicoli a motore e partecipazione alle gare.
  • 9-ter. - Divieto di gareggiare in velocità con veicoli a motore.
  • 10. - Veicoli eccezionali e trasporti in condizioni di eccezionalità.
  • 11. - Servizi di polizia stradale.
  • 12. - Espletamento dei servizi di polizia stradale.
  • 12-bis. - Prevenzione ed accertamento delle violazioni in materia di sosta e fermata

Titolo II - Della costruzione e tutela delle strade

Capo I, costruzione e tutela delle strade e aree pubbliche

  • 13. - Norme per la costruzione e la gestione delle strade.
  • 14. - Poteri e compiti degli enti proprietari delle strade.
  • 15. - Atti vietati.
  • 16. - Fasce di rispetto in rettilineo ed aree di visibilità nelle intersezioni fuori dei centri abitati.
  • 17. - Fasce di rispetto nelle curve fuori dei centri abitati.
  • 18. - Fasce di rispetto ed aree di visibilità nei centri abitati.
  • 19. - Distanze di sicurezza dalle strade.
  • 20. - Occupazione della sede stradale.
  • 21. - Opere, depositi e cantieri stradali.
  • 22. - Accessi e diramazioni.
  • 23. - Pubblicità sulle strade e sui veicoli.
  • 24. - Pertinenze delle strade.
  • 25. - Attraversamenti ed uso della sede stradale.
  • 26. - Competenza per le autorizzazioni e le concessioni.
  • 27. - Formalità per il rilascio delle autorizzazioni e concessioni.
  • 28. - Obblighi dei concessionari di determinati servizi.
  • 29. - Piantagioni e siepi.
  • 30. - Fabbricati, muri e opere di sostegno.
  • 31. - Manutenzione delle ripe.
  • 32. - Condotta delle acque.
  • 33. - Canali artificiali e manufatti sui medesimi.
  • 34. - Oneri supplementari a carico dei mezzi d’opera per l’adeguamento delle infrastrutture stradali.
  • 34 bis. - Decoro delle strade.

Capo II, organizzazione della circolazione e segnaletica stradale

  • 35. - Competenze.
  • 36. - Piani urbani del traffico e piani del traffico per la viabilità extraurbana.
  • 37. - Apposizione e manutenzione della segnaletica stradale.
  • 38. - Segnaletica stradale.
  • 39. - Segnali verticali.
  • 40. - Segnali orizzontali.
  • 41. - Segnali luminosi.
  • 42. - Segnali complementari.
  • 43. - Segnalazioni degli agenti del traffico.
  • 44. - Passaggi a livello.
  • 45. - Uniformità della segnaletica, dei mezzi di regolazione e controllo ed omologazioni.

Titolo III - Dei veicoli

Capo I, dei veicoli in generale

  • 46. - Nozione di veicolo.
  • 47. - Classificazione dei veicoli.
  • 48. - Veicoli a braccia.
  • 49. - Veicoli a trazione animale.
  • 50. - Velocipedi.
  • 51. - Slitte.
  • 52. - Ciclomotori.
  • 53. - Motoveicoli.
  • 54. - Autoveicoli.
  • 55. - Filoveicoli.
  • 56. - Rimorchi.
  • 57. - Macchine agricole.
  • 58. - Macchine operatrici.
  • 59. - Veicoli con caratteristiche atipiche.
  • 60. - Motoveicoli e autoveicoli d’epoca e di interesse storico e collezionistico.
  • 61. - Sagoma limite.
  • 62. - Massa limite.
  • 63. - Traino veicoli.

Capo II, dei veicoli a trazioni animale, slitte e velocipedi

  • 64. - Dispositivi di frenatura dei veicoli a trazione animale e delle slitte.
  • 65. - Dispositivi di segnalazione visiva dei veicoli a trazione animale e delle slitte.
  • 66. - Cerchioni alle ruote.
  • 67. - Targhe dei veicoli a trazione animale e delle slitte.
  • 68. - Caratteristiche costruttive e funzionali e dispositivi di equipaggiamento dei velocipedi.
  • 69. - Caratteristiche dei dispositivi di segnalazione e di frenatura dei veicoli a trazione animale, delle slitte e dei velocipedi.
  • 70. - Servizio di piazza con veicoli a trazione animale o con slitte.
  • Capo III, veicoli a motore e loro rimorchi
  • 71. - Caratteristiche costruttive e funzionali dei veicoli a motore e loro rimorchi.
  • 72. - Dispositivi di equipaggiamento dei veicoli a motore e loro rimorchi.
  • 73. - Veicoli su rotaia in sede promiscua.
  • 74. - Dati di identificazione.
  • 75. - Accertamento dei requisiti di idoneità alla circolazione e omologazione.
  • 76. - Certificato di approvazione, certificato di origine e dichiarazione di conformità.
  • 77. - Controlli di conformità al tipo omologato.
  • 78. - Modifiche delle caratteristiche costruttive dei veicoli in circolazione e aggiornamento della carta di circolazione.
  • 79. - Efficienza dei veicoli a motore e loro rimorchi in circolazione.
  • 80. - Revisioni.
  • 81. - Competenze dei funzionari del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti - Dipartimento per i trasporti terrestri.
  • 82. - Destinazione ed uso dei veicoli.
  • 83. - Uso proprio.
  • 84. - Locazione senza conducente.
  • 85. - Servizio di noleggio con conducente per trasporto di persone.
  • 86. - Servizio di piazza con autovetture con conducente o taxi.
  • 87. - Servizio di linea per trasporto di persone.
  • 88. - Servizio di trasporto di cose per conto terzi.
  • 89. - Servizio di linea per trasporto di cose.
  • 90. - Trasporto di cose per conto terzi in servizio di piazza.
  • 91. - Locazione senza conducente con facoltà di acquisto-leasing e vendita di veicoli con patto di riservato dominio.
  • 92. - Estratto dei documenti di circolazione o di guida.
  • 93. - Formalità necessarie per la circolazione degli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi.
  • 93-bis. - Formalità necessarie per la circolazione degli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi immatricolati in uno Stato estero e condotti da residenti in Italia.
  • 94. - Formalità per il trasferimento di proprietà degli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi e per il trasferimento di residenza dell’intestatario.
  • 94-bis. - Divieto di intestazione fittizia dei veicoli.
  • 95. - Carta provvisoria di circolazione, duplicato ed estratto della carta di circolazione.
  • 96. - Adempimenti conseguenti al mancato pagamento della tassa automobilistica.
  • 97. - Formalità necessarie per la circolazione dei ciclomotori.
  • 98. - Circolazione di prova.
  • 99. - Foglio di via.
  • 100. - Targhe di immatricolazione degli autoveicoli, dei motoveicoli e dei rimorchi.
  • 101. - Produzione, distribuzione, restituzione e ritiro delle targhe.
  • 102. - Smarrimento, sottrazione, deterioramento e distruzione di targa.
  • 103. - Obblighi conseguenti alla cessazione della circolazione dei veicoli a motore e dei rimorchi.
  • Capo IV, circolazione su strada delle macchine agricole e delle macchine operatrici
  • 104. - Sagome e masse limite delle macchine agricole.
  • 105. - Traino di macchine agricole.
  • 106. - Norme costruttive e dispositivi di equipaggiamento delle macchine agricole.
  • 107. - Accertamento dei requisiti di idoneità delle macchine agricole.
  • 108. - Rilascio del certificato di idoneità tecnica alla circolazione e della carta di circolazione delle macchine.
  • 109. - Controlli di conformità al tipo omologato delle macchine agricole.
  • 110. - Immatricolazione, carta di circolazione e certificato di idoneità tecnica alla circolazione delle macchine agricole.
  • 111. - Revisione delle macchine agricole in circolazione.
  • 112. - Modifiche dei requisiti di idoneità delle macchine agricole in circolazione e aggiornamento del documento di circolazione.
  • 113. - Targhe delle macchine agricole.
  • 114. - Circolazione su strada delle macchine operatrici.

Titolo IV - Guida dei veicoli e conduzione degli animali

  • 115. - Requisiti per la guida dei veicoli e la conduzione di animali.
  • 116. - Patente e abilitazioni professionali per la guida di veicoli a motore.
  • 116-bis. - Rete dell’Unione europea delle patenti di guida.
  • 117. - Limitazioni nella guida.
  • 118. - Patente e certificato di idoneità per la guida di filoveicoli.
  • 118-bis. - Requisito della residenza normale per il rilascio della patente di guida e delle abilitazioni professionali
  • 119. - Requisiti fisici e psichici per il conseguimento della patente di guida.
  • 120. - Requisiti morali per ottenere il rilascio dei titoli abilitativi di cui all’art. 116.
  • 121. - Esame di idoneità.
  • 122. - Esercitazioni di guida.
  • 123. - Autoscuole.
  • 124. - Guida delle macchine agricole e delle macchine operatrici.
  • 125. - Gradualità ed equivalenze delle patenti di guida.
  • 126. - Durata e conferma della validità della patente di guida.
  • 126-bis. - Patente a punti.
  • 127. - Permesso provvisorio di guida.
  • 128. - Revisione della patente di guida.
  • 129. - Sospensione della patente di guida.
  • 130. - Revoca della patente di guida.
  • 130-bis. - Revoca della patente di guida in caso di violazioni che provochino la morte di altre persone. Abrogato
  • 131. - Agenti diplomatici esteri.
  • 132. - Circolazione dei veicoli immatricolati negli Stati esteri.
  • 133. - Sigla distintiva dello Stato di immatricolazione.
  • 134. - Circolazione di autoveicoli e motoveicoli appartenenti a cittadini italiani residenti all’estero o a stranieri.
  • 135. - Circolazione con patenti di guida rilasciate da Stati non appartenenti all’Unione europea o allo Spazio economico europeo.
  • 136. - Conversioni di patenti rilasciate da uno Stato non appartenente all’Unione europea o allo Spazio economico europeo.
  • 136-bis. - Disposizioni in materia di patenti di guida e di abilitazioni professionali rilasciate da Stati dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo.
  • 136-ter. - Provvedimenti inerenti il diritto a guidare adottati nei confronti di titolari di patente di guida rilasciata da Stati dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo.
  • 137. - Certificati internazionali per autoveicoli, motoveicoli, rimorchi e permessi internazionali di guida.
  • 138. - Veicoli e conducenti delle Forze armate.
  • 139. - Patente di servizio per il personale abilitato allo svolgimento di compiti di polizia stradale.

Titolo V - Norme di comportamento

  • 140. - Principio informatore della circolazione.
  • 141. - Velocità.
  • 142. - Limiti di velocità.
  • 143. - Posizione dei veicoli sulla carreggiata.
  • 144. - Circolazione dei veicoli per file parallele.
  • 145. - Precedenza.
  • 146. - Violazione della segnaletica stradale.
  • 147. - Comportamento ai passaggi a livello.
  • 148. - Sorpasso.
  • 149. - Distanza di sicurezza tra veicoli.
  • 150. - Incrocio tra veicoli nei passaggi ingombrati o su strade di montagna.
  • 151. - Definizioni relative alle segnalazioni visive e all’illuminazione dei veicoli a motore e dei rimorchi.
  • 152. - Segnalazione visiva e illuminazione dei veicoli.
  • 153. - Uso dei dispositivi di segnalazione visiva e di illuminazione dei veicoli a motore e dei rimorchi.
  • 154. - Cambiamento di direzione o di corsia o altre manovre.
  • 155. - Limitazione dei rumori.
  • 156. - Uso dei dispositivi di segnalazione acustica.
  • 157. - Arresto, fermata e sosta dei veicoli.
  • 158. - Divieto di fermata e di sosta dei veicoli.
  • 159. - Rimozione e blocco dei veicoli.
  • 160. - Sosta degli animali.
  • 161. - Ingombro della carreggiata.
  • 162. - Segnalazione di veicolo fermo.
  • 163. - Convogli militari, cortei e simili.
  • 164. - Sistemazione del carico sui veicoli.
  • 165. - Traino di veicoli in avaria.
  • 166. - Trasporto di cose su veicoli a trazione animale.
  • 167. - Trasporti di cose su veicoli a motore e sui rimorchi.
  • 168. - Disciplina del trasporto su strada dei materiali pericolosi.
  • 169. - Trasporto di persone, animali e oggetti sui veicoli a motore.
  • 170. - Trasporto di persone e di oggetti sui veicoli a motore a due ruote.
  • 171. - Uso del casco protettivo per gli utenti di veicoli a due ruote.
  • 172. - Uso delle cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta.
  • 173. - Uso di lenti o di determinati apparecchi durante la guida.
  • 174. - Durata della guida degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose.
  • 175. - Condizioni e limitazioni della circolazione sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali.
  • 176. - Comportamenti durante la circolazione sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali.
  • 177. - Circolazione degli autoveicoli e dei motoveicoli adibiti a servizi di polizia o antincendio e delle autoambulanze.
  • 178. - Documenti di viaggio per trasporti professionali con veicoli non muniti di cronotachigrafo.
  • 179. - Cronotachigrafo.
  • 180. - Possesso dei documenti di circolazione e di guida.
  • 181. - Esposizione dei contrassegni per la circolazione.
  • 182. - Circolazione dei velocipedi.
  • 183. - Circolazione dei veicoli a trazione animale.
  • 184. - Circolazione degli animali, degli armenti e delle greggi.
  • 185. - Circolazione e sosta delle autocaravan.
  • 186. - Guida sotto l’influenza dell’alcool.
  • 186. bis - Guida sotto l’influenza dell’alcool perconducenti di eta’ inferiore a ventuno anni, per i neo-patentati e per chi esercita professionalmente l’attivita’ di trasporto di persone o di cose.
  • 187. - Guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti.
  • 188. - Circolazione e sosta dei veicoli al servizio di persone invalide.
  • 188. bis - Sosta dei veicoli al servizio delle donne in stato di gravidanza o di genitori con un bambino di età non superiore a due anni
  • 189. - Comportamento in caso di incidente.
  • 190. - Comportamento dei pedoni.
  • 191. - Comportamento dei conducenti nei confronti dei pedoni.
  • 192. - Obblighi verso funzionari, ufficiali e agenti.
  • 193. - Obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile.

Titolo VI - Degli illeciti previsti dal presente codice e delle relative sanzioni

Capo I, degli illeciti amministrativi e delle relative sanzioni

  • 194. - Disposizioni di carattere generale.
  • 195. - Applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie.
  • 196. - Principio di solidarietà.
  • 197. - Concorso di persone nella violazione.
  • 198. - Più violazioni di norme che prevedono sanzioni amministrative pecuniarie.
  • 199. - Non trasmissibilità dell’obbligazione.
  • 200. - Contestazione e verbalizzazione delle violazioni.
  • 201. - Notificazione delle violazioni.
  • 202. - Pagamento in misura ridotta.
  • 202-bis. - Rateazione delle sanzioni pecuniarie.
  • 203. - Ricorso al prefetto.
  • 204. - Provvedimenti del prefetto.
  • 204-bis. - Ricorso al giudice di pace.
  • 205. - Opposizione innanzi all’autorità giudiziaria.
  • 206. - Riscossione dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie.
  • 207. - Veicoli immatricolati all’estero o muniti di targa EE.
  • 208. - Proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie.
  • 209. - Prescrizione.
  • 210. - Sanzioni amministrative accessorie a sanzioni amministrative pecuniarie in generale.
  • 211. - Sanzione accessoria dell’obbligo di ripristino dello stato dei luoghi o di rimozione di opere abusive.
  • 212. - Sanzione accessoria dell’obbligo di sospendere una determinata attività.
  • 213. - Misura cautelare del sequestro e sanzione accessoria della confisca amministrativa.
  • 214. - Fermo amministrativo del veicolo.
  • 214-bis. - Alienazione dei veicoli nei casi di sequestro amministrativo, fermo e confisca.
  • 214-ter. - Destinazione dei veicoli confiscati.
  • 215. - Sanzione accessoria della rimozione o blocco del veicolo.
  • 215-bis. - Censimento dei veicoli sequestrati, fermati, rimossi, dissequestrati e confiscati
  • 216. - Sanzione accessoria del ritiro dei documenti di circolazione, della targa, della patente di guida o della carta di qualificazione del conducente.
  • 217. - Sanzione accessoria della sospensione della carta di circolazione.
  • 218. - Sanzione accessoria della sospensione della patente.
  • 218-bis. - Applicazione della sospensione della patente per i neo-patentati.
  • 219. - Revoca della patente di guida.
  • 219 bis. - Ritiro, sospensione o revoca del certificato di idoneità alla guida.

Capo II, degli illeciti penali

  • 220. - Accertamento e cognizione dei reati previsti dal presente codice.
  • 221. - Connessione obiettiva con un reato.
  • 222. - Sanzioni amministrative accessorie all’accertamento di reati.
  • 223. - Ritiro della patente in conseguenza a ipotesi di reato.
  • 224. - Procedimento di applicazione delle sanzioni amministrative accessorie della sospensione e della revoca della patente.
  • 224-bis. - Obblighi del condannato.
  • 224-ter. - Procedimento di applicazione delle sanzioni amministrative accessorie della confisca amministrativa e del fermo amministrativo in conseguenza di ipotesi di reato.

Titolo VII - Disposizioni finali e transitorie

Capo I, disposizioni finali

  • 225. - Istituzione di archivi ed anagrafe nazionali.
  • 226. - Organizzazione degli archivi e dell’anagrafe nazionale.
  • 227. - Servizio e dispositivi di monitoraggio.
  • 228. - Regolamentazione dei diritti dovuti dagli interessati per l’attuazione delle prescrizioni contenute nelle norme del presente codice.
  • 229. - Attuazione di direttive comunitarie.
  • 230. - Educazione stradale.
  • 231. - Abrogazione di norme precedentemente in vigore.

Capo II, disposizioni transitorie

  • 232. - Norme regolamentari e decreti ministeriali di esecuzione e di attuazione.
  • 233. - Norme transitorie relative al titolo I.
  • 234. - Norme transitorie relative al titolo II.
  • 235. - Norme transitorie relative al titolo III.
  • 236. - Norme transitorie relative al titolo IV.
  • 237. - Norme transitorie relative al titolo V.
  • 238. - Norme transitorie relative al titolo VI.
  • 239. - Norme transitorie relative al titolo VII.
  • 240. - Entrata in vigore delle norme del presente codice.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO