Covid, inizia la vaccinazione dei bambini nella fascia 3-11 anni. Ecco dove

Emiliana Costa

25/10/2021

25/10/2021 - 16:00

condividi

Mentre in tutto il mondo continua la campagna di vaccinazione per sconfiggere il Covid-19, un paese ha dato il via libera all’immunizzazione dei bambini fra i 3 e gli 11 anni.

Covid, inizia la vaccinazione dei bambini nella fascia 3-11 anni. Ecco dove

I bambini fra i tre anni e gli 11 anni inizieranno a ricevere il vaccino contro il Covid-19. Accade in Cina, dove le autorità hanno dato il via libera alla campagna di immunizzazione dei più piccoli, finora rimasti fuori. Il governo di Pechino, dunque, continua con la politica della tolleranza zero nei confronti del virus. E mentre in diverse località della Cina scoppiano pericolosi focolai, i governi locali di alcune città e di almeno cinque province hanno emesso nei giorni scorsi avvisi sull’avvio dei piani vaccinali anche per i bambini. Entriamo nel dettaglio.

Cina, il vaccino ai bimbi e la situazione epidemiologica

Per contrastare la recrudescenza dell’epidemia da Covid-19 che sta interessando la Cina, le autorità hanno dato il via libera alla campagna vaccinale destinata ai bambini della fascia 3-11 anni, finora rimasti fuori. Ad approvare la misura, i governi locali di diverse città e di almeno cinque province. Finora in Cina, il 76% della popolazione ha completato il ciclo vaccinale.

Negli ultimi giorni, la situazione epidemiologica in Cina è peggiorata velocemente. Il portavoce della Commissione nazionale per la Sanità Mi Feng ha affermato che focolai di Covid si sono diffusi in 11 province del Paese, fra cui Gansu e la Mongolia interna. In questi luoghi l’allarme sarebbe così serio da aver indotto i governi locali a bloccare immediatamente l’attività di bus e taxi.

Non è tutto. Solo nella giornata di sabato, 23 ottobre, la Cina ha registrato 26 nuovi casi di variante Delta. Sempre secondo la politica della tolleranza zero nei confronti del virus, il governo ha deciso di bloccare immediatamente le possibilità di collegamento fra la città turistica di Lanzhou, epicentro del focolaio e Pechino. Ripristinando la quarantena e i controlli per tutti i turisti. Sono state chiuse le principali attività di attrazione e vietato l’arrivo di nuovi visitatori. Imponendo anche una sorta di coprifuoco per limitare la diffusione del virus.

A causa della recrudescenza di Covid-19, il governo ha deciso di cancellare la maratona di Pechino in programma per il 31 ottobre, visto che il numero di contagi continua a salire.

Vaccino ai bambini, la situazione in Europa

E mentre in Cina, diversi governi locali hanno dato il via libera alla vaccinazione dei bambini nella fascia 3-11 anni, l’Agenzia europea dei medicinali (Ema) ha fatto sapere che ha iniziato a valutare la domanda presentata da Pfizer-BioNTech per la somministrazione del vaccino Comirnaty ai bambini dai 5 agli 11 anni. I risultati della valutazione dovrebbero essere resi noti entro due di mesi.

Tra un paio di mesi anche in Italia, dunque, potrebbe arrivare il via libera per la vaccinazione dei più piccoli, rimasti finora fuori dalla campagna di immunizzazione. Il dosaggio per i bambini nella fascia d’età 5-11 anni è stato ridotto. Si passa da 30 a 10 microgrammi per iniezione. Ovvero un terzo di una dose normale. Ai bambini verranno quindi somministrate due dosi da 10 invece che da 30.

Vaccino ai bambini, il caso Israele

In Israele, già dallo scorso agosto, i bimbi della fascia di età 5-11 anni che rischiano gravi complicazioni possono essere vaccinati con il siero Pfizer-BioNTech. L’immunizzazione sui più piccoli è stata resa possibile da un’autorizzazione speciale rilasciata dalle autorità sanitarie nazionali.

Argomenti

Iscriviti a Money.it