Cina: Pil cresce ai minimi dal 2009, autorità del Paese confermano obiettivi 2018

Il Prodotto Interno Lordo dell’ex impero celeste scivola sui minimi dal primo trimestre del 2009, periodo in cui il mondo era alle prese con la fase più acuta della crisi dei mutui subprime. Reazione positiva dei mercati asiatici grazie all’intervento delle autorità cinesi che hanno confermato solidità dei fondamentali del Paese

Cina: Pil cresce ai minimi dal 2009, autorità del Paese confermano obiettivi 2018

Rallenta anche la Cina. Quest’oggi sono stati diffusi i dati relativi al Pil dell’ex impero celeste e per gli analisti ha rappresentato una delusione. Nel terzo trimestre la crescita è infatti stata del 6,5%, ai minimi dall’inizio del 2009. Il consensus degli analisti era posto al 6,6% mentre la lettura del trimestre precedente era stata pari al 6,7%.

I mercati hanno tuttavia reagito in modo composto grazie all’intervento delle autorità del Paese, che hanno contribuito a rassicurare gli investitori internazionali. Il Governatore della People’s Bank of China, Yi Gang, il responsabile di banche e assicurazioni, Guo Shuqing e quello dell’autorità di Borsa, Liu Shiyu, hanno confermato che in Cina va tutto bene e che quest’anno l’economia crescerà del 6,5% nel 2018.

Importante anche un altro messaggio che è stato espresso dalle autorità di Pechino: il via libera ad una nuova serie di polizze e strumenti finanziari in grado di fronteggiare eventuali carenze di liquidità delle aziende.

«Il trend di rallentamento sta acquistando consistenza, nonostante l’impegno delle autorità cinesi a incoraggiare gli investimenti domestici a supporto dell’economia. La domanda domestica si è rivelata più debole di un export inaspettatamente solido», ha commentato i dati del Pil cinese Nikko Securities Kota Hirayama, economista di Smbc.

Dopo i cali maturati da inizio anno, con la Borsa di Shangai che ha maturato una flessione del 25%, le rassicurazioni su crescita e fondamentali hanno tuttavia aiutato le Borse asiatiche a risollevarsi. L’indice CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen hanno chiuso le contrattazioni in rialzo del 3%, in forte recupero dai minimi degli ultimi due anni toccati ieri.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Cina

Argomenti:

Cina Shanghai Asia PIL

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.