Borsa Oggi, 15 ottobre 2020: profondo rosso per il Ftse Mib, rumor sostengono Banco BPM

La Borsa oggi, 15 ottobre 2020, ha chiuso la seduta in deciso territorio negativo. In particolare, le vendite hanno colpito i titoli del comparto energetico ed i bancari (fatta eccezione per Banco BPM). Spread in deciso rialzo

Borsa Oggi, 15 ottobre 2020: profondo rosso per il Ftse Mib, rumor sostengono Banco BPM

La Borsa Oggi, 15 ottobre 2020, ha chiuso in forte territorio negativo in scia delle misure restrittive adottate da alcuni Paesi europei (nei prossimi giorni, visto l’andamento dei contagi, sono attesi nuovi provvedimenti) e dei negoziati sulla Brexit.

A pesare sui mercati è anche lo stallo tra democratici e repubblicani su un nuovo pacchetto di misure di stimolo: ieri il segretario al Tesoro Usa Mnuchin ha detto che ci sono poche chance di intesa prima delle presidenziali.

In corrispondenza della chiusura degli scambi in Europa, l’eurodollaro passa di mano a 1,16990 (-0,40%) mentre, tra le commodity, un barile di Brent con consegna dicembre segna 42,46 dollari, -2% rispetto al dato precedente.

Borsa Oggi, aggiornamento ore 17:40: rumor sostengono Banco BPM

In chiusura di scambi, il Ftse Mib si è fermato a 19.065,44 punti, -2,77% rispetto al dato precedente, mentre lo spread Italia-Germania si attesta a 130,8 punti base (+5,85%).

Nel comparto bancario a Piazza Affari segnaliamo il -3,27% di UniCredit, il -4,93% di Intesa Sanpaolo e il -0,03% di Banco BPM

A sostenere l’andamento dell’istituto di Piazza Meda sono stati i rumor su un presunto accordo di riservatezza per lo scambio di informazioni siglato con i francesi del Credit Agricole.

Secondo quanto riportato dalla testata «Il Messaggero», i due istituti starebbero discutendo di un’aggregazione che coinvolgerebbe da un lato l’istituto guidato da Giuseppe Castagna e dall’altro gli asset italiani dell’istituto transalpino.

Giornata da dimenticare per i titoli del comparto energetico: Eni ha chiuso con un -4,18%, Tenaris ha registrato un -4,99% e Saipem ha lasciato sul parterre il 3,28%.

Prese di beneficio su Atlantia (-3,66%), salita ieri del 9,6% dopo l’esclusiva alla Cdp per l’acquisizione della quota in Autostrade per l’Italia. I ben informati parlano di un’offerta che la Cdp presenterà lunedì prossimo compresa tra 10 e 11 miliardi di euro.

Piazza Affari, aggiornamento ore 13: Banco BPM sotto i riflettori

Alle 13 il Ftse Mib arretra del 2,66%, il Cac40 scende del 2,37% e il Dax perde il 2,99%.

Il nuovo record messo a segno dal debito pubblico e, più in generale, il clima di avversione al rischio, spinge lo spread Italia-Germania, in netto rialzo a 131 punti base (+4%).

Nel comparto bancario a Piazza Affari segnaliamo il -2,98% di UniCredit, il -3,81% di Intesa Sanpaolo e il -3,28% di Mediobanca.

Resiste alle vendite il Banco BPM (+0,03%) in scia dei rumor su un presunto accordo di riservatezza per lo scambio di informazioni siglato con i francesi del Credit Agricole.

Secondo quanto riportato dalla testata «Il Messaggero», i due istituti starebbero discutendo di un’aggregazione che coinvolgerebbe da un lato l’istituto guidato da Giuseppe Castagna e dall’altro gli asset italiani dell’istituto transalpino.

Future Wall Street: prevista apertura negativa

Lo stallo nelle trattative in vista di un nuovo pacchetto di stimoli è destinato a penalizzare l’avvio delle contrattazioni a Wall Street.

A due ore e mezza dall’Opening Bell, il derivato sul Dow Jones registra un -0,82%, quello sullo S&P500 scende dello 0,87% e il future sul Nasdaq perde l’1,24%.

Piazza Affari, aggiornamento ore 9:25: banche e industriali in rosso sul Ftse Mib

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta odierna, 15 ottobre 2020, quota 19.331,43 punti, -1,41% rispetto al dato precedente, mentre lo spread Italia-Germania si attesta a 127 punti base (+1,14%).

Avvio di contrattazioni in deciso territorio negativo anche per il Cac40 (-1,5%), per il Dax (-2,01%) e per il Ftse100 (-1,9%).

Nel comparto bancario a Piazza Affari segnaliamo il -2,28% di UniCredit, il -2,29% di Intesa Sanpaolo e il -2,02% di Banco BPM (nonostante i rumor su un presunto accordo di riservatezza per lo scambio di informazioni siglato con i francesi del Credit Agricole) mentre tra gli industriali Pirelli scende del 3,75 e CNH Industrial perde il 2,99 per cento.

Prese di beneficio su Atlantia (-0,72%), salita ieri del 9,6% dopo l’esclusiva alla Cdp per l’acquisizione della quota in Autostrade per l’Italia.

Borse asiatiche in ordine sparso

L’indice Hang Seng segna un -2,2%, il China A50 ha terminato con un +0,11% ed il Nikkei ha chiuso con un -0,51%.

Incremento di mezzo punto percentuale tondo per l’australiano S&P/ASX 200.

Wall Street: indici sotto la parità

Il Dow Jones ha terminato la seduta di ieri con un -0,58%, lo S&P500 ha chiuso con un -0,66% ed il Nasdaq ha segnato un -0,80%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories