Bonus vacanze: si può cedere ai figli?

Il bonus vacanze può essere ceduto ad uno o più figli se fanno parte del nucleo familiare. Ecco come condividere l’app IO se in vacanza non sono presenti tutti i componenti della famiglia.

Bonus vacanze: si può cedere ai figli?

Chi risulta beneficiario del bonus vacanze può cederlo ai figli o altro componente del nucleo familiare senza che siano richiesti particolari adempimenti. Inoltre, anche se in vacanza non vanno tutti i componenti della famiglia, l’importo del bonus resta invariato.

Il figlio o i figli che desiderano spendere il bonus al posto dei genitori possono scaricare l’app IO sul telefono oppure utilizzare il codice univoco e QR generato nel riepilogo sull’app del genitore.

Il tax credit vacanze - questo il nome ufficiale nel decreto Rilancio - può essere speso nelle strutture ricettive aderenti su tutto il territorio italiano fino al 31 dicembre 2020.

Si può cedere il bonus vacanze ad un figlio o altro componente del nucleo familiare

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito uno dei dubbi più comuni riguardo al bonus vacanze per promuovere il turismo in Italia: nulla vieta ai genitori che non vogliono o non possono andare in vacanza di cedere il bonus ad uno o più figli. L’unico vincolo è che i beneficiari facciano parte del nucleo familiare.

In altre parole per usufruire del bonus vacanze non serve che siano presenti tutti i componenti della famiglia (genitori e figli) ma possono usufruirne anche soltanto il figlio o i figli, i figli con un solo genitore, un unico genitore o entrambi i genitori senza figli al seguito.

Se il bonus viene sfruttato solo dai figli e non dall’intera famiglia il suo importo non diminuisce poiché questo viene attribuito in base al numero dei componenti del nucleo familiare e non in base a chi effettivamente si reca nella struttura alberghiera.

Gli Importi del bonus vacanze sono i seguenti:

  • 500 euro per nucleo composto da 3 o più persone;
  • 300 euro per nucleo composto da 2 persone;
  • 150 euro per una persona single.

Si ricorda che il bonus deve essere speso in un’unica soluzione e non è possibile recuperare eventuali somme eccedenti rispetto alla spesa in hotel.

Chi deve scaricare l’app IO, il genitore o i figli?

In caso di cessione del bonus vacanza non è necessario che tutti i familiari abbiano sul proprio telefono l’app. Quindi sono possibili due procedimenti per effettuare il pagamento alla struttura:

  • se il figlio ha scaricato l’app potrà visualizzare in automatico in bonus e accedere alla sezione “Pagamenti”.
  • se il figlio non vuole scaricare l’app IO basta che il genitore clicchi sulla funzione “Condividi” che si trova nella schermata di riepilogo del bonus vacanze: in questo modo sarà generata una copia del codice univoco e del codice QR di cui fare lo screenshot e inviare agli altri componenti del nucleo familiare tramite email o Whatsapp.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO