Bonus prima casa, dal 2022 torna l’obbligo di cambio residenza e vendita: cosa sapere

Anna Maria D’Andrea

20 Gennaio 2022 - 16:56

condividi

Bonus prima casa 2022, dopo il periodo di sospensione Covid, dal 1° gennaio sono ripartite le scadenze relative al cambio di residenza e alla vendita del precedente immobile.

Bonus prima casa, dal 2022 torna l'obbligo di cambio residenza e vendita: cosa sapere

Bonus prima casa, dal 1° gennaio 2022 sono ripartiti i termini per il cambio residenza e per la vendita.

Dopo la lunga sospensione Covid-19, nel nuovo anno è ripartito il contatore relativo alle scadenze da rispettare per non decadere dalle agevolazioni fiscali applicate in sede di acquisto dell’abitazione principale.

È stato il Decreto Liquidità n. 23/2020 a prevedere la proroga dei termini relativi al cambio di residenza e alla vendita dell’immobile posseduto ai fini della fruizione del bonus prima casa. La scadenza, inizialmente fissata al 31 dicembre 2020, è stata poi prorogata di un anno, fino al termine del 31 dicembre 2021.

Nessun nuovo intervento in merito è stato previsto dalla Legge di Bilancio 2022, ed è quindi bene analizzare quali sono gli adempimenti da porre in essere in caso di accesso al bonus prima casa.

Bonus prima casa, dal 2022 torna l’obbligo di cambio residenza e vendita: cosa sapere

Sono ripartiti i termini legati al bonus prima casa, nello specifico quelli previsti dalla nota II-bis all’articolo 1 della Tariffa parte prima, allegata al Testo unico sull’imposta di registro e il termine previsto dall’articolo 7 della legge 23 dicembre 1998, n. 448.

Chi acquista casa beneficiando delle agevolazioni fiscali in materia di imposte di registro, ipotecarie e catastali deve impegnarsi a rispettare specifiche condizioni.

Tra queste vi è il vincolo che la casa acquistata sia situata nel Comune di residenza. Qualora l’acquirente fosse residente in un Comune diverso, è in ogni caso possibile applicare le agevolazioni fiscali in sede d’acquisto, a patto però di impegnarsi al trasferimento entro il termine di 18 mesi.

Ed è questo uno dei termini che è stato sospeso fino al 31 dicembre 2021, ma che a decorrere dal 1° gennaio 2022 ha ripreso la sua corsa.

Per calcolare il tempo a disposizione bisognerà considerare i giorni trascorsi dalla data di acquisto dell’immobile con il bonus prima casa a quella di sospensione (23 febbraio), per poi ripartire dal 1° gennaio 2022.

Ma non è questo l’unico termine ripartito dal 1° gennaio 2022. Per i proprietari di un precedente immobile, torna ad applicarsi il termine di 12 mesi per la vendita della casa posseduta.

Bonus prima casa, dal 1° gennaio 2022 riparte il termine di 12 mesi per la vendita

Anche i proprietari di una prima casa possono beneficiare del bonus in caso di acquisto di un nuovo immobile, a patto però di impegnarsi a vendere quello già posseduto entro un anno.

È nell’atto d’acquisto dell’immobile che dovrà risultare l’impegno a vendere l’immobile di proprietà, per evitare di dover restituire l’agevolazione fruita e versare la sanzione del 30%.

Anche in questo caso, l’emergenza Covid-19 ha portato alla sospensione dei termini, fino al 31 dicembre 2021.

Dal 1° gennaio 2022 è invece ripartita la conta del tempo a disposizione per la vendita, e permanere così nel regime fiscale agevolato previsto per l’acquisto della prima casa.

Si ricorda che il bonus prima casa non spetta se l’abitazione acquistata è situata nello stesso Comune in cui si è già titolari di un altro immobile acquistato senza i benefici fiscali.

Ecco quindi lo schema riepilogativo fornito dall’Agenzia delle Entrate per chi è già proprietario di un immobile, utile per definire chi sono i soggetti interessati dalla scadenza dei 12 mesi per la vendita:

VECCHIA CASA ACQUISTATAUBICAZIONE DELLA VECCHIA CASAIMPOSTE AGEVOLATE SUL NUOVO ACQUISTO
CON AGEVOLAZIONI PRIMA CASA stesso comune in cui si trova la nuova casa da acquistare o qualsiasi comune
del territorio nazionale
SI, se entro un anno si vende la vecchia abitazione
SENZA AGEVOLAZIONI PRIMA CASA stesso comune in cui si trova la nuova casa da acquistare NO (per avere le agevolazioni è necessario vendere la vecchia abitazione prima di acquistare la nuova)
comune diverso da quello in cui si trova la casa da acquistare SI non è necessario vendere la casa di cui si è già proprietari

Iscriviti a Money.it