Bonus partite IVA nel decreto Ristori: i codici Ateco dei beneficiari

Bonus partite IVA, il decreto Ristori prevede contributi a fondo perduto, cancellazione della seconda rata IMU, bonus affitti e sospensione dei versamenti contributivi, ma solo per i codici Ateco contenuti nell’allegato 1: vediamo l’elenco dei beneficiari.

Bonus partite IVA nel decreto Ristori: i codici Ateco dei beneficiari

Bonus partite IVA, il decreto Ristori prevede in uno dei due allegati l’elenco dei codici Ateco dei beneficiari delle misure a sostegno delle attività interessate dalle nuove restrizioni adottate dal Governo.

Il Dpcm del 25 ottobre contiene infatti le nuove linee guida che hanno portato a un mini lockdown: alcune attività sono state costrette a chiudere, altre a rimanere chiuse e altre ancora a lavorare seguendo un orario di apertura al pubblico limitato fino alle 18.00 (ma poi possono fare asporto o consegne a domicilio).

Le regole del Dpcm del 25 ottobre rimangono in vigore fino al 24 novembre. Per dare un sostegno alle attività commerciali coinvolte, il decreto Ristori ha previsto una serie di aiuti economici e fiscali: i contributi a fondo perduto, la cancellazione della seconda rata IMU, il credito d’imposta per gli affitti commerciali e la sospensione del versamento dei contributi.

Ma chi sono i beneficiari di queste misure? La risposta è nell’allegato 1 al decreto Ristori, contenente i relativi codici Ateco.

Bonus partite IVA nel DL Ristori: i codici Ateco dei beneficiari

Il decreto Ristori è approdato in Gazzetta Ufficiale il 28 ottobre, appena tre giorni dopo l’approvazione del Dpcm con le misure restrittive che interessano migliaia di attività commerciali: tutto ciò per consentire l’erogazione dei contributi a fondo perduto nei tempi più rapidi possibili da un lato, e rincuorare gli esercenti con le altre misure fiscali dall’altro.

La platea di beneficiari che hanno accesso agli aiuti economici sono individuati tramite codice Ateco: la lista si trova nell’allegato 1 del decreto Ristori.

L’elenco contiene anche la percentuale del contributo a fondo perduto riconosciuto alle attività. Ecco di seguito la lista:

CODICE ATECO TIPOLOGIA %
493210 Trasporto con taxi 100
493220 Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimesse con conducente 100
561011 Ristorazione con somministrazione 200
561012 Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole 200
561030 Gelaterie e pasticcerie 150
561041 Gelaterie e pasticcerie ambulanti 150
561042 Ristorazione ambulante 200
562100 Catering per eventi, banqueting 200
563000 Bar e altri esercizi simili senza cucina 150
591400 Attività di proiezione cinematografica 200
823000 Organizzazione di convegni e fiere 200
900400 Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche 200
931110 Gestione di stadi 200
931120 Gestione di piscine 200
931130 Gestione di impianti sportivi polivalenti 200
931190 Gestione di altri impianti sportivi nca 200
931200 Attività di club sportivi 200
931300 Gestione di palestre 200
931910 Enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi 200
931999 Altre attività sportive nca 200
932100 Parchi di divertimento e parchi tematici 200
932910 Discoteche, sale da ballo night-club e simili 400
932930 Sale giochi e biliardi 200
932990 Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca 200
960410 Servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali) 200
960420 Stabilimenti termali 200
960905 Organizzazione di feste e cerimonie 200
551000 Alberghi 150
552010 Villaggi turistici 150
552020 Ostelli della gioventù 150
552030 Rifugi di montagna 150
552040 Colonie marine e montane 150
552051 Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence 150
552052 Attività di alloggio connesse alle aziende agricole 150
553000 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte 150
559020 Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero 150
493901 Gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o sub-urbano 200
773994 Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi 200
799011 Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d’intrattenimento 200
799019 Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca 200
900101 Attività nel campo della recitazione 200
900109 Altre rappresentazioni artistiche 200
900201 Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli 200
900209 Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche 200
920009 Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo) 200
949920 Attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione di hobby 200
949990 Attività di altre organizzazioni associative nca 200

Restano fuori dalla possibilità di accedere al nuovo fondo perduto le partite IVA la cui attività sia stata avviata dal 25 ottobre 2020 o cessata alla stessa data.

Bonus partite IVA: contributi a fondo perduto, IMU cancellata, bonus affitti e stop ai contributi, ma solo per i codici Ateco previsti dal decreto Ristoro

Non solo i contributi a fondo perduto, ma tutta una serie di aiuti sono destinati alle attività commerciali corrispondenti ai codici Ateco sopra riportati.

Gli stessi titolari delle attività di cui sopra sono esentati dal pagamento della seconda rata IMU, prevista per il prossimo 16 dicembre. C’è però una condizione: i relativi proprietari devono essere anche gestori delle attività esercitate.

La sospensione dei contributi del decreto Ristori spetta ai datori di lavoro appartenenti ai settori interessati dalle nuove restrizioni e che svolgono come attività prevalente una di quelle riferite ai codici ATECO riportati nell’Allegato 1 del testo in GU.

I dati identificativi verranno comunicati, a cura dall’Agenzia delle Entrate, a INPS e a INAIL, al fine di consentire il riconoscimento ai beneficiari delle misure concernenti la sospensione.

Anche il bonus affitto spetterà agli esercenti il cui codice Ateco compare nella lista allegata al decreto Ristori: sarà valido per i mesi di ottobre, novembre e dicembre. Resta la possibilità di cessione al proprietario, in cambio dell’applicazione di uno sconto di pari importo sul canone di locazione.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories