Banco BPM: cosa prevede il piano al 2023?

Azioni Banco BPM giù: cosa prevede il piano al 2023? Tutti i dettagli

Le azioni Banco BPM hanno virato al ribasso nel giorno della presentazione del piano al 2023.

Il tutto dopo i guadagni del mattino, inserirtisi in un contesto di rialzi generalizzati che hanno riguardato tutta la Borsa Italiana e anche l’intero comparto azionario europeo: gli indici del Vecchio Continente hanno avviato l’odierna seduta di Borsa con rialzi anche superiori al 3%.

Nonostante oggi il principale argomento di discussione sia stato ancora una volta il coronavirus, in molti si sono chiesti cosa prevede il piano al 2023 di Banco BPM, le cui azioni hanno guadagnato più dell’1% nelle prime ore di sessione e hanno poi perduto altrettanto.

Azioni Banco BPM: cosa prevede il piano al 2023

Uno degli obiettivi principali del piano al 2023 di Banco BPM sarà il miglioramento della redditività. In tal senso l’istituto punterà a 4,1 miliardi di proventi core e a una crescita delle commissioni nette che bilanceranno il calo dei margini di interesse.

Sul fronte oneri operativi si cercherà di arrivare a quota 2,6 miliardi, mentre si tenterà di ridurre i costi incrementando al contempo gli investimenti. Dal punto di vista dell’utile netto, invece, il piano industriale di Banco BPM mirerà al raggiungimento di 770 milioni di euro e a un RoTE del 7,2%. In tutto ciò sarà fondamentale l’apporto di Banca Aletti e Banca Akros.

Un altro obiettivo dell’istituto sarà il passaggio a modelli digitali. Per farlo si renderanno necessari 600 milioni di euro di investimenti in evoluzione tech. Di questi €250 milioni saranno riservati all’innovazione digitale.

Nel piano al 2023 di Banco BPM anche la volontà di migliorare la qualità dell’attivo, obiettivo da raggiungere tramite un NPE lordo ratio del 5,9% e un costo del rischio di 51 pb.

Per mantenere una capitalizzazione forte e una liquidità solida, l’istituto punterà a:

  • MDA Buffer: 2,5%
  • CET1 Ratio > 12%
  • Payout ratio medio: ≥ 40%
  • Liquidity coverage ratio: >160%
  • Net stable funding ratio: >100%

A chi si chiede cosa prevede il piano al 2023 di banco BPM si potrebbe rispondere riassumendo le linee guida sancite dall’ad Castagna:

  • Remunerazione azionisti con €800 milioni di dividendi
  • Rilancio produttività commerciale
  • Passaggio a un modello di business sostenibile e redditizio
  • Valorizzazione del personale

Di seguito i principali target del piano riassunti nel comunicato stampa aziendale:

Come confermato dalla stessa società, il piano industriale al 2023 è stato elaborato sulla base di uno scenario pre-emergenziale. Tuttavia, anche in caso di shock sul PIL limitato al 2020 i target rimarrebbero gli stessi.

Al momento in cui si scrive, le azioni Banco BPM stanno scambiando con un rosso superiore al singolo punto percentuale.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories