Alfa Romeo Tonale sarà un SUV compatto e ibrido. Una lunga attesa, una preview quella andata in onda al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra 2019 che ha infiammato il cuore degli alfisti e acceso nuove speranze.

Afa Romeo Tonale arriverà nelle concessionarie a partire dal prossimo anno.

Dimensioni compatte per un look sportivo, con il trilobo che ancora una volta sarà presente su di un frontale affusolato, con gruppi ottici sottili e un cofano motore che celerà non poche novità.

Alfa Romeo Tonale: un B-SUV sportivo

Intanto continuano test e collaudi nell’attesa che possa esser varato il progetto definitivo, perché a Ginevra, ricordiamolo, l’esemplare esposto era pur sempre un concept.

La versione definitiva avrà diverse novità a cominciare dall’estetica, meno aggressiva e probabilmente con forme più dolci, in linea con le tendenze attuali, il design della versione di serie dovrà anche tener conto delle normative in materia di sicurezza, in primis i Test Euro NCAP (impatto frontale, salvaguardia dei pedoni…).

Il CEO Alfa Romeo Jean-Philippe Imparato ha più volte dichiarato che non ci sarà nessun compromesso sulla qualità, dunque sono tanti i fattori che hanno fatto slittare il debutto di un SUV sportivo che si preveda possa esser un successo, se confermerà le aspettative.

Tanti i render che in questi mesi, a due anni dalla presentazione del concept, hanno affollato la rete, di certo la casa madre non ha rilasciato alcuna informazione ufficiale in merito, tutto è tenuto debitamente nascosto, anche per via di una serie di eventi che hanno riguardato il marchio milanese.

Con la fusione con PSA, il Gruppo Stellantis ora deve fare i conti anche con nuovi progetti all’orizzonte, il pianale Giorgio, quello che attualmente è utilizzato per Giulia e Stelvio, è troppo “impegnativo” per un SUV compatto che si inserirà nell’affollato segmento B e non studiato per varianti elettriche.

Alfa Romeo Tonale: motori benzina turbo e ibridi

Nascerà dunque sulla piattaforma CMP di PSA nello stesso stabilimento dove vengono attualmente prodotti diversi modelli Jeep, nel sito produttivo di Pomigliano d’Arco, sembra siano in atto i lavori di adeguamento delle linee produttive.

Una base predisposta per accogliere unità ibride leggere e ibride plug-in, motori che avranno il compito di traghettare finalmente il marchio del Biscione nell’universo dell’elettrificazione e che con molta probabilità equipaggeranno anche la futura e nuova MiTo.

La nuova Peugeot 208 e la rinnovata Opel Corsa nascono sulla piattaforma CMP e sono proposte anche in versione full electric con motore da 136 cavalli e autonomia di oltre 300 chilometri.

Le ipotesi sono tante e diverse, c’è chi ipotizza anche l’utilizzo di una base specifica di Stellantis che potrà essere utilizzata per tutti i modelli di nuova progettazione e commercializzazione, dalla Tonale alla MiTo, dalla futura Punto al remake della 500.

Sta di fatto che il SUV ibrido Alfa Romeo arriverà nelle concessionarie a metà del 2022 e proposto con diversi allestimenti e motori turbo benzina.

Foto Alfa Romeo Tonale