Vaccino Pfizer, in Europa da giugno anche per la fascia 12-15 anni: “Efficace al 100%”

Alessandro Cipolla

29/04/2021

29/04/2021 - 16:13

condividi
Facebook
twitter whatsapp

L’annuncio è del fondatore di BioNTech Ugur Sahin: già a giugno l’Ema potrebbe dare il via libera al vaccino Pfizer anche per la fascia d’età 12-15 anni, ma in Italia difficile che la somministrazione ai più giovani possa avvenire prima dell’autunno.

Vaccino Pfizer, in Europa da giugno anche per la fascia 12-15 anni: “Efficace al 100%”

Il vaccino di Pfizer da giugno potrebbe essere disponibile nell’UE anche per la fascia d’età 12-15 anni. Questo è l’annuncio fatto al Der Spiegel da Ugur Sahin, fondatore e amministratore delegato della BioNTech, il partner tedesco del colosso americano nello sviluppo del siero anti-Covid.

Pfizer-BioNTech sarebbero così alla “fase finale della preparazione della domanda” da presentare all’Ema, che poi dovrà esaminare i dati ricevuti ed esprimersi sul via libera o meno nei Paesi dell’Unione Europea.

Considerando che mediamente l’Agenzia europea per i medicinali impiega dalle tre alle quattro settimane per emettere il proprio verdetto, ecco che per Sahin già a giugno potrebbe arrivare l’approvazione.

Al momento in Italia l’Aifa ha autorizzato l’utilizzo di Comirnaty, il vaccino prodotto da Pfizer e BioNTech, soltanto per gli over 16. Da tempo però negli Stati Uniti è in corso la sperimentazione anche nella fascia d’età 12-15 anni.

Il vaccino Pfizer presto anche per i più giovani

In questa fase della campagna vaccinale, in tutto il mondo i più giovani sono stati esclusi per il fatto che le varie aziende, inizialmente, non hanno sperimentato il siero negli under 16 visto che non risultavano essere particolarmente colpiti dal virus.

Per superare in maniera definitiva questa emergenza Covid però tutti ci dovremo vaccinare, così Pfizer ha da subito iniziato negli Stati Uniti una nuova sperimentazione su 2.260 giovani volontari.

A fine marzo secondo i dati del trial clinico il vaccino è risultato efficace del 100% nel prevenire la malattia sintomatica - ha spiegato Ugur Sahin - innescando una risposta immunitaria anche più robusta di quella vista nei giovani adulti”.

Con pure Moderna che ha iniziato una sperimentazione per la fascia 12-15 anni, anche se l’Ema dovesse dare a breve il suo disco verde in Italia sarà difficile iniziare a vaccinare i più giovani prima del prossimo autunno.

Se negli Stati Uniti dove nella campagna vaccinale sono molto più avanti di noi l’obiettivo è quello di immunizzare i ragazzi in estate prima che facciano rientro a scuola, in Italia si spera di finire con gli over 16 tra settembre e ottobre.

Difficile così che da noi i più giovani possano ricevere la somministrazione prima dell’inizio dell’anno scolastico, a meno di una auspicabile (ma al momento improbabile) forte accelerata nella campagna vaccinale.

Argomenti

# Pfizer

Iscriviti alla newsletter