Vaccino Covid a chi viaggia a New York: la proposta del sindaco

Martino Grassi

7 Maggio 2021 - 10:39

condividi

Il sindaco di New York ha proposto di vaccinare tutti turisti che intendono visitare la sua città, facendo diventare la Grande Mela una destinazione del turismo vaccinale.

Vaccino Covid a chi viaggia a New York: la proposta del sindaco

Il sindaco di New York ha dichiarato di avere intenzione di somministrare il vaccino contro il Covi-19 a tutti i turisti che visiteranno la città, un’iniziativa che ha come obiettivo quello di incentivare il turismo, facendo ripartire anche la Grande Mela.

Al momento tuttavia quella di Bill de Blasio è solamente una proposta, ma nel caso in cui lo Stato dia la sua autorizzazione potrebbe diventare realtà. Il primo cittadino ha inoltre aggiunto che i turisti riceveranno il vaccino monodose di Johnson&Johnson, evitando anche la possibile creazione di disagi per ricevere l’eventuale seconda dose richiesta dagli altri candidati.

Vaccino Covid a chi viaggia a New York

I turisti che visiteranno la città di New York potrebbero ricevere anche il vaccino di Johnson&Johnson nel caso in cui venga accettata la proposta del primo cittadino. De Blasio ha precisato che saranno installati vari siti per la vaccinazione dei turisti nei punti più frequentati dai visitatori come Times Square, il ponte di Brooklyn e la Highline.

“Quest’estate assisteremo a un ritorno del turismo a New York, ha aggiunto de Blasio, ricordando come nella città siano state già somministrate più di 6 milioni di dosi di vaccino anti Covid. La vaccinazione dei turisti si aggiungerebbe alle ulteriori aperture verso cui si sta dirigendo la Grande Mela, che si appresta a riaprire la metropolitana 24 ore su 24 dal 17 maggio, dopo averla chiusa diverse ore la notte durante l’anno di pandemia per svolgere le pulizie e la sanificazione. Si tratta di un ulteriore segnale di ritorno alla normalità in una delle città che è stata uno degli epicentri del Covid negli Stati Uniti.

La situazione a New York

Dopo un periodo estremamente critico in cui la città di New York registrava dei contagi record, adesso la situazione sembra volgere verso il meglio, tanto che lo Stato di New York insieme ai vicini New Jersey e Connecticut permetteranno alla maggior parte delle attività di riaprire completamente dal 19 maggio.

Anche i ristoranti, gli uffici, i tetri e le palestre potranno tornare a operare a piena capacità per la prima volta dallo scorso anni. “Oggi è un giorno importante per New York e un momento significativo per la transizione, ha aggiunto il governatore, Andrew Cuomo, preannunciando un allentamento delle norme restrittive che velocizza la riapertura della città di New York rispetto ai tempi indicati dal sindaco Bill de Blasio, che aveva parlato di riapertura al 100% l’1 luglio. Cuomo ha comunque fatto sapere che resteranno in vigore le norme delle autorità sanitarie americane come il distanziamento sociale, che i ristoranti possono comunque aggirare alzando barriere fra i tavoli.

Argomenti

Iscriviti a Money.it