Vaccino Covid per bambini e ragazzi in arrivo, parola di Speranza: ecco quando

Martino Grassi

19 Maggio 2021 - 17:46

condividi

A breve l’Ema potrebbe dare il via libera alla somministrazione del vaccino contro il Covid anche per i bambini e i ragazzi della fascia 12-15 anni. Ecco da quando

Vaccino Covid per bambini e ragazzi in arrivo, parola di Speranza: ecco quando

Quando saranno vaccinati i bambini e i ragazzi? Nel giro di pochi giorni potrebbe arrivare dall’Agenzia Europea del Farmaco il disco verde per la somministrazione del vaccino contro il Covid per i bambini e i ragazzi appartenenti alla fascia d’età tra i 12 e i 15 anni.

La notizia arriva proprio dal ministro della Salute Roberto Speranza che rispondendo ad una interrogazione alla Camera ha sottolineato che l’Ema potrebbe rilasciare l’autorizzazione al vaccino Pfizer per la fascia 12-15 anni già il prossimo 28 maggio. Si tratta di una mossa strategica che potrebbe permettere la riapertura in sicurezza delle scuole a partire dal prossimo anno scolastico.

Vaccino Covid per bambini e ragazzi in arrivo: ecco quando

“Il 28 maggio Ema approverà Pfizer per bambini 12-15 anni”, è quanto ha affermato il ministro della Salute Roberto Speranza rispondendo ad una interrogazione alla Camera, precisando che si tratta di un passo “strategico per apertura in sicurezza del prossimo anno scolastico”. Al momento infatti l’Ema ha dato il permesso alla somministrazione di questo candidato solamente alle persone di età pari o superiore ai 16 anni, mentre tutti gli altri vaccini approvati in Europa possono essere somministrati solo agli over 18.

Per avere maggiori informazioni su questo nuovo passo in avanti, che potrebbe permettere di immunizzare una platea maggiore di persone, il ministro Speranza ha precisato che bisognerà attendere il verdetto dell’Agenzia Europea.

Adeguamento del piano vaccini

Attualmente “il Governo è a lavoro con il generale Figliuolo per costruire quindi un adeguamento del piano alla disposizione” che arriveranno dall’Ema sul vaccino per tale fascia d’età “che ci aspettiamo per la fine del mese, che ci metta nelle condizioni di costruire un’informazione che renda consapevoli le persone dell’importanza delle vaccinazioni come arma fondamentale per chiudere questa stagione così difficile”.

La campagna di vaccinazione al momento sta procedendo senza particolari intoppi, ha aggiunto il ministro della Salute, sottolineando che “finora ci siamo preoccupati di vaccinare le fasce di persone più esposte al virus: operatori sanitari, anziani, fragili. A giugno arriveranno altri 20 milioni di dosi di vaccini e l’immunizzazione potrà essere estesa ad altre categorie di cittadini, tra cui i più giovani. Con l’ampliamento delle categorie di persone idonee alla vaccinazione, tra cui anche i bambini e i giovani, l’immunità di gregge diventerà un traguardo sempre più vicino così come il ritorno ad una quasi normalità.

Argomenti

Iscriviti a Money.it