Università, verso la doppia laurea con doppia iscrizione: cosa prevede la riforma

Teresa Maddonni

17 Maggio 2021 - 13:06

condividi

Università: a breve approderà in parlamento la proposta di legge di riforma per consentire l’iscrizione contemporanea a due corsi di laurea nello stesso ateneo o in due diversi. In arrivo i pacchetti per le doppie lauree.

Università, verso la doppia laurea con doppia iscrizione: cosa prevede la riforma

Università: si va verso la doppia laurea grazie alla doppia iscrizione che con la nuova riforma per gli atenei modifica quanto attualmente previsto.

Grazie a una proposta di legge di iniziativa parlamentare approvata all’unanimità in commissione istruzione alla Camera e attesa in aula nella prossima settimana, verrebbe meno l’articolo 142 comma 2 del Regio decreto n.1592 del 1933 che impone oggi il divieto della doppia iscrizione contemporanea a due università, quindi a due corsi di studio, e alla doppia laurea. Ad annunciarlo anche la ministra dell’Università e della Ricerca Maria Cristina Messa che mette in atto quando già abbozzato dal governo Conte.

La legge per la riforma dell’università con la possibilità della doppia laurea con la doppia iscrizione, salvo sorprese, dovrebbe essere approvata a giugno dalla Camera dei deputati per passare poi anche al Senato senza dover apportare modifiche. Vediamo nel dettaglio cosa prevede la riforma.

Università: doppia laurea con doppia iscrizione con la riforma

Cambia l’università con la riforma in arrivo che prevede la doppia iscrizione per la doppia laurea che potrebbe già essere in vigore per il prossimo anno accademico 2021-2022. Con la riforma uno stesso studente può iscriversi contemporaneamente:

  • a due diversi corsi di laurea magistrale;
  • a due diversi master;
  • a un corso di laurea magistrale e a un master, a un dottorato di ricerca o di specializzazione (esclusa la specializzazione medica);
  • a un corso di dottorato di ricerca, a un master e a un corso di specializzazione medica.

In entrambi i casi il candidato deve essere in possesso dei requisiti per entrambe le iscrizioni all’università.

La riforma prevede che la doppia iscrizione possa avvenire anche presso atenei differenti. Le stesse regole per la doppia iscrizione all’università al fine di conseguire una doppia laurea o specializzazione valgono anche con la riforma per i diplomi AFAM, Alta Formazione Musicale e Coreutica, quindi conservatori o accademie di belle arti.

Riforma università: le nuove regole sulla doppia laurea

Università: le nuove regole sulla doppia laurea che verranno introdotte con la riforma in attesa di approvazione impone ovviamente dei paletti alla doppia iscrizione. Nel dettaglio:

  • non si può frequentare lo stesso corso di laurea in due diversi atenei;
  • la borsa di studio, in caso di doppia iscrizione, sarà solo una.

L’esonero delle tasse, sempre nel rispetto dei limiti ISEE stabiliti, potrà invece valere in entrambe le università di iscrizione.

Una volta approvata la legge per la riforma in merito alla doppia iscrizione e alla doppia laurea occorrerà, come sottolinea Il Sole 24 Ore, un decreto attuativo per definire le regole in caso di corsi ad accesso programmato.

Non solo, deve essere anche definita, sempre con un decreto attuativo specifico, la possibilità di un ateneo italiano di rilasciare un doppio titolo.

Il doppio titolo congiunto oggi può avvenire solo tra università italiana e ateneo straniero, presto sarà l’ateneo nostrano a poter procedere. Con questa nuova riforma l’università italiana potrà anche offrire dei percorsi formativi specifici che prevedono la doppia laurea.

Iscriviti a Money.it