Gli USA stanno distribuendo 80 milioni di vaccini: ecco a quali Paesi

Alessandro Cipolla

22 Giugno 2021 - 11:19

condividi

Dopo la prima tranche da 25 milioni di vaccini, gli USA hanno assegnato le altre 55 milioni di dosi rese disponibili: la distribuzione in parte sarà diretta e in parte gestita dal programma COVAX.

Gli USA stanno distribuendo 80 milioni di vaccini: ecco a quali Paesi

Come annunciato da Joe Biden alcune settimane fa, gli Stati Uniti entro la fine di giugno contano di consegnare tutte le 80 milioni di dosi del vaccino anti-Covid destinate a Paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina.

Il 25% di questo surplus di vaccini in pancia agli USA, si tratta soprattutto di dosi AstraZeneca che Washington ha deciso di non utilizzare, sarà inviato direttamente dagli Usa mentre, il restante 75%, verrà destinato al progetto COVAX dell’OMS.

A inizio giugno, la Casa Bianca ha inviato le prime 25 milioni di dosi impegnandosi ora, entro la fine del mese, a recapitare ai Paesi in lista i resti 55 milioni di vaccini. Restano ancora da capire invece le tempistiche della maxi fornitura promessa durante l’ultimo G7.

I grandi del pianeta infatti hanno annunciato la donazione al programma COVAX di 1 miliardo di dosi Pfizer, di cui 500 milioni provenienti dagli Stati Uniti. Al momento però il progetto dell’OMS stenta ancora a decollare.

Su oltre 1 miliardo di dosi previste per il 2021, finora ne sono state effettivamente consegnate solo 90 milioni. “Almeno la metà degli 80 Paesi a basso reddito coinvolti nell’iniziativa COVAX - ha fatto sapere l’OMS - non ha vaccini sufficienti per svolgere il loro programma di immunizzazione”.

I Paesi che ricevono i vaccini dagli Usa

Lo scorso 3 giugno la Casa Bianca con un comunicato ha annunciato la donazione di 25 milioni di vaccini anti-Covid, prima tranche del lotto da 80 milioni promesso entro la fine di giugno.

Al programma COVAX sono stati destinati 19 milioni di dosi. In questi Paesi dell’America Latina sono andati 6 milioni di vaccini: Brasile, Argentina, Colombia, Costa Rica, Perù, Ecuador, Paraguay, Bolivia, Guatemala, El Salvador, Honduras, Panama, Haiti e Repubblica Dominicana.

In Asia invece sono state inviate 6 milioni di dosi: India, Nepal, Bangladesh, Pakistan, Sri Lanka, Afghanistan, Maldive, Malaysia, Filippine, Vietnam, Indonesia, Thailandia, Laos, Papua Nuova Guinea e Taiwan.

All’Unione Africana sono stati inviate 5 milioni di dosi, mentre 6 milioni di vaccini sono stati distribuiti direttamente dagli Stati Uniti a Messico, Canada, Repubblica di Corea, Gaza, Ucraina, Kosovo, Haiti, Georgia, Egitto, Giordania, India, Iraq e Yemen.

Washington adesso ha reso nota la destinazione anche delle restanti 55 milioni di dosi da inviare entro la fine del mese. Al progetto COVAX andranno 41 milioni di dosi, con l’aggiunta di Paesi come Cambogia, Costa Rica e Bhutan precedentemente esclusi.

La Casa Bianca poi in maniera diretta invierà le ultime 14 milioni di dosi a questi Paesi: Colombia, Argentina, Haiti, Repubblica Dominicana, Costa Rica, Panama, Afghanistan, Bangladesh, Pakistan, Filippine, Vietnam, Indonesia, Sudafrica, Nigeria, Kenya, Ghana, Capo Verde, Egitto, Giordania, Iraq, Yemen, Tunisia, Oman, Gaza, Ucraina, Kosovo, Georgia, Moldavia e Bosnia.

Argomenti

# COVAX

Iscriviti a Money.it