Troppo tempo sul telefono? Wellbeing aiuta a disintossicarsi

Digital Wellbeing è utile per gestire il proprio tempo sullo smartphone e accorgersi se è troppo. Ecco tutte le funzioni: l’app per Android Pie e i nuovi strumenti da usare su Youtube, Gmail e altri.

Troppo tempo sul telefono? Wellbeing aiuta a disintossicarsi

Digital Wellbeing è una suite sviluppata da Google che permette di gestire consapevolmente il tempo passato sul telefono.

Presentato da Google all’I/O 2018, comprende un’app dedicata ma anche funzioni già implementate su Gmail, Youtube ed altri software Google.
L’app può già essere utilizzata, anche se solo in esclusiva per chi ha già Android 9 Pie. Esistono comunque software alternativi e, per i più coraggiosi, APK per utilizzare le funzioni offerte dall’applicazione.

Ecco come disintossicarsi dall’uso del telefono con Wellbeing.

Wellbeing e il tempo passato sullo smartphone

Google ha raccolto una serie di funzioni introdotte su app diverse sotto l’ombrello di Digital Wellbeing. La compagnia scrive di essere impegnata nel costruire una tecnologia che sia d’aiuto per tutti e che sta “creando strumenti e feature per spingere le persone ad analizzare il loro utilizzo dei device tecnologici, concentrarsi sulle cose più importanti, disconnettersi quando necessario e creare un habitat salutare per tutta la famiglia”.

Per ottenere questo obiettivo, la società di Mountain View ha implementato nuove funzionalità su alcune piattaforme.
Su YouTube, Wellbeing interviene con Ricordami di fare una pausa. Il tool una volta impostato metterà in pausa i video e avvertirà l’utente quando trascorre un certo periodo di tempo sull’app. Per impostarlo:

  • Controlla che l’app sia aggiornata alla versione 13.17 o successive
  • Tocca l’icona dell’Account (con la silhouette di un mezzobusto)
  • Va su Impostazioni > Generali
  • Tocca Ricordami di fare una pausa
  • Imposta la frequenza del promemoria

Sempre su YouTube è possibile concentrare tutte le notifiche in un unico riassunto giornaliero. Per farlo occorre andare su Account > Impostazioni > Notifiche > Sintesi programmata.
Sulla stessa piattaforma arriverà prossimamente anche la possibilità di controllare e confrontare quanto tempo è stato speso sui video.

Su Gmail si può invece attivare la posta prioritaria per avere un accesso più rapido alle mail importanti senza dover perdere tempo con quelle inutili. Per utilizzarla da PC bisogna cliccare sull’icona dell’ingranaggio, poi:

  • Aprire Impostazioni
  • Selezionare la scheda Posta in arrivo
  • In Stile casella di posta selezionare Posta prioritaria

Nella versione da smartphone il percorso sarà Menu (icona delle tre linee) > Impostazioni > (account) > Stile casella di posta. Si può inoltre intervenire decidendo di non ricevere notifiche o di ricevere solo quelle importanti.

Altre funzioni sono state integrate su Google Assistant e YouTube Kids.

L’app dedicata, infine, permette di avere un controllo totale sull’uso che si fa del proprio smartphone e delle applicazioni.

L’app Digital Wellbeing

L’app Digital Wellbeing è disponibile per chi ha già Android Pie, attualmente solo su Google Pixel e Essential Phone.
Contiene molte funzioni utili per gestire meglio l’attività svolta sul telefono:

  • Dashboard: un pannello di controllo che raccoglie il tempo di esecuzione delle app e altre informazioni, come le notifiche ricevute
  • App Timers: permette di limitare il tempo speso sulle app
  • Wind Down: imposta automaticamente in certi orari la modalità Non Disturbare

Per scaricarla, bisogna iscriversi alla pagina dedicata sul sito e fare richiesta di partecipare alla beta. Chi è già iscritto troverà l’app anche nel Play Store.

App alternative e APK

Per chi è troppo impaziente per aspettare la release anche su altri dispositivi, esiste la possibilità di provare alcune alternative.

Esistono app che offrono funzioni simili e potrebbero essere utili da usare fino a quando Wellbeing non sarà disponibile per tutti. Tra le altre, Lock Me Out è quella consigliata sul sito degli sviluppatori XDA e nella versione gratuita consente di decidere un tempo oltre il quale il telefono bloccherà lo schermo, oltre a poter controllare le statistiche sulle ore passate davanti allo schermo.

Per i più coraggiosi che hanno già la beta di Android Pie, invece, è disponibile un APK. Ricordiamo comunque che è sempre bene fare attenzione ad utilizzare tali metodi e che sarebbe meglio utilizzare un dispositivo secondario.

Leggi anche iOS 12 vs Android P: qual è il migliore? Nuove funzioni a confronto.

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Android

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Federica Macerola -

Huawei Mate 20, Lite e Pro: uscita, prezzo, rumors e novità

Huawei Mate 20, Lite e Pro: uscita, prezzo, rumors e novità

Commenta

Condividi

Federica Macerola -

Google registra la posizione anche quando non autorizzato

Google registra la posizione anche quando non autorizzato

Commenta

Condividi

Federica Macerola -

Fortnite è su Android: chi può scaricarlo e come fare

Fortnite è su Android: chi può scaricarlo e come fare

Commenta

Condividi