Sondaggi politici: vola il PD, giù Meloni e Salvini ma tutto è in mano a Berlusconi

Alessandro Cipolla

26 Ottobre 2021 - 08:26

condividi

L’ultimo sondaggio politico di Swg vede in calo Lega e Fratelli d’Italia, mentre sarebbero in crescita PD e M5S: alle prossime elezioni tutto così potrebbe dipendere da Forza Italia.

Sondaggi politici: vola il PD, giù Meloni e Salvini ma tutto è in mano a Berlusconi

Non sorride ai sovranisti l’ultimo sondaggio politico di Swg, pubblicato in data 25 ottobre dal Tg La7, con Fratelli d’Italia e Lega che sarebbero in calo dopo la debacle alle recenti elezioni amministrative.

Al contrario, sembrerebbe continuare il magic moment del Partito Democratico e di Carlo Calenda, con Azione ormai stabilmente oltre la soglia di sbarramento del 3% al contrario di Matteo Renzi, sempre più lontano dalla fatidica asticella.

Segnali di risveglio stando al sondaggio da parte del Movimento 5 Stelle, mentre per Forza Italia il bicchiere appare mezzo piano: nonostante il segno negativo, Silvio Berlusconi appare essere sempre più decisivo per il centrodestra.

Senza i voti attribuiti dal sondaggio agli azzurri, Salvini e Meloni infatti non avrebbero la forza per vincere le prossime elezioni, tanto che i due leader avrebbero garantito a Berlusconi l’appoggio alla sua corsa per il Quirinale pur di tenere compatta la coalizione.

Sondaggi politici: il PD avvicina Meloni

L’ultimo sondaggio politico di Swg si può dire che in qualche modi rispecchi l’andamento delle amministrative: centrodestra in difficoltà anche se sempre maggioranza nel Paese e centrosinistra in ripresa.

Sondaggio Swg 25 ottobre Sondaggio Swg 25 ottobre Prima parte

Fonte Tg La7

Fratelli d’Italia sarebbe così sempre il primo partito del Paese nonostante il calo attestato, ma il divario dal Partito Democratico sarebbe sempre più sottile tanto che altri recenti sondaggi hanno già ipotizzato un sorpasso da parte dei dem.

Sembrerebbe continuare poi la crisi della Lega, con il periodo in cui il Carroccio veleggiava stabilmente oltre il 30% che ormai appare essere un pallido ricordo: il sentore è che Matteo Salvini abbia toccato il suo apice alle europee del 2019, per poi iniziare una progressiva discesa.

Sempre nel limbo il Movimento 5 Stelle che, come Forza Italia, una settimana sale nelle intenzioni di voto per poi riscendere in quella successiva. Chi invece appare ormai consolidarsi oltre il 3% è Azione di Carlo Calenda.

Sondaggio Swg 25 ottobre Sondaggio Swg 25 ottobre Seconda parte

Fonte Tg La7

Appare inevitabile invece una reunion tra Articolo 1-MDP e La Sinistra per avere la certezza di essere oltre la soglia di sbarramento, con lo stesso discorso che può valere anche per +Europa e Matteo Renzi: non è un caso che si parli da tempo di un fronte moderato unitario, ma al momento è ancora presto per definire quelle che saranno le strategie alle prossime elezioni.

Iscriviti a Money.it