Sondaggi politici elettorali: crollo Lega, M5S terzo partito, boom Conte

Carmine Orlando

13 Dicembre 2020 - 18:50

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Le intenzioni di voto ma anche il gradimento ai partiti politici nell’ultimo sondaggio Ipsos, che indica anche la classifica sull’operato dei leader politici e del Governo.

Sondaggi politici elettorali: crollo Lega, M5S terzo partito, boom Conte

Sono alquanto sorprendenti, per certi versi, i sondaggi politici elettorali di Nando Pagnoncelli, presidente dell’istituto Ipsos. Nonostante si stia parlando di crisi di governo, il gradimento sull’operato dell’esecutivo e del Premier Conte è in netta crescita. Il PD avvicina molto la Lega, mentre il M5S rimane il terzo partito a fatica.

PD molto più vicino alla Lega

Le intenzioni di voto Ipsos di quasi metà dicembre, indicano una Lega in netto calo, che perde un punto percentuale rispetto all’ultima rilevazione e scende al 23,5%. Il Partito Democratico guadagna sei decimali e sale al 20,7%, riducendo il gap dal Carroccio al 2,8%.

Sale Fratelli d’Italia, con un rialzo dello 0,3% che porta la forza politica di Giorgia Meloni al 15,6%. Il Movimento 5 Stelle perde lo 0,2% ma resta ancora davanti a FdI. Balzo in avanti di Forza Italia che passa dal 8,6% al 9,2%.

Tra i partiti minori, può sorridere Carlo Calenda con Azione, che raggiunge la soglia del 3,0%, in rialzo di due decimali. Passo indietro per Sinistra Italiana-Art.1 che passa dal 2,8% al 2,6%. Arretra anche Italia Viva dello 0,2% e si attesta al 2,4%, altra delusione per Matteo Renzi.

Conte e Governo in netto rialzo, stop Meloni

I sondaggi politici Ipsos, ci illustrano i dati sul gradimento all’operato dei leader politici e del Governo. In testa alla classifica c’è il presidente del consiglio Giuseppe Conte con il 59%, in crescita di tre punti. Alle sue spalle Roberto Speranza con il 37%, in rialzo di due punti. Stabile Giorgia Meloni al 34%, a cui si avvicina Matteo Salvini con il 31%, che guadagna il 2%.

A seguire, Dario Franceschini al 28% che cresce di due punti e scavalca Nicola Zingaretti fermo al 27%. Luigi Di Maio passa dal 24% al 26%, staccando Silvio Berlusconi stabile al 24%. Sale di un punto Teresa Bellanova al 22%, stessa crescita per Alfonso Bonafede che si porta al 21%. Vito Crimi sale di due punti, attestandosi al 19%, cresce anche Matteo Renzi del 2% che si porta al 12%. In crescita il gradimento sull’operato del Governo, che passa dal 53% al 55%.

Il gradimento dei partiti

Interessanti i dati sul gradimento ai partiti. In testa Fratelli d’Italia con il 36%, in crescita di due punti. Lega al 33% che mantiene il passo dell’alleato. PD al 32%, anch’esso in rialzo del 2%. Fermo al 28% il M5S, cresce Forza Italia di un punto che si porta al 27%. Italia Viva al 13%, in guadagno di due punti.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories