Scuole chiuse per elezioni 2021: dove, quando e lista comuni interessati

Simone Micocci

21 Settembre 2021 - 12:00

condividi

In programma un maxi ponte d’inizio ottobre a causa delle elezioni amministrative 2021: ecco dove le scuole resteranno chiuse e per quanti giorni.

Scuole chiuse per elezioni 2021: dove, quando e lista comuni interessati

Il voto della prossima settimana, in programma tra domenica 3 e lunedì 4 ottobre, comporterà la chiusura delle scuole in gran parte d’Italia. Maxi ponte per gli studenti delle scuole che faranno da seggio elettorale per le elezioni amministrative comunali e regionali, anche se - come spiega il Ministero dell’Interno - gli istituti che ospiteranno il voto sono meno rispetto a quelli degli anni scorsi.

Per molti studenti, quindi, arriverà la prima occasione per avere qualche giorno di riposo, così come per i docenti, grazie alla sospensione programmata delle lezioni. Ovviamente, le scuole saranno chiuse solamente in quei comuni e regioni in cui si andrà al voto e saranno le circolari interne emanate dagli istituti a fare chiarezza su quanti giorni serviranno per lo svolgimento e l’organizzazione delle consultazioni elettorali.

Guardando a quanto successo nelle ultime elezioni amministrative, così come al programma delle elezioni, possiamo comunque rispondere alla domanda riguardante le giornate in cui le scuole resteranno chiuse per il voto comunale e regionale.

Scuole chiuse per le elezioni amministrative 2021: quando

Cominciamo dal rispondere alla domanda su quando le scuole resteranno chiuse per le elezioni amministrative 2021. Come anticipato, il voto è in programma tra domenica 3 e lunedì 4 ottobre. Le urne chiuderanno alle 15:00 di lunedì 4 ottobre, dopodiché si procederà con lo spoglio.

Nei comuni dove si procederà sia alle elezioni del consiglio comunale che del consiglio regionale lo spoglio dovrebbe durare di più, ma in ogni caso dovrebbe terminare entro la stessa giornata. Questo non significa che le scuole riapriranno il giorno successivo, in quanto servirà del tempo per sanificare gli ambienti.

Tutte le scuole che faranno da seggio elettorale per le elezioni, quindi, saranno chiuse da sabato 2 ottobre a martedì 5 ottobre, estremi compresi.

Scuole chiuse per le elezioni amministrative 2021: dove

In totale sono 1.157 i comuni interessati dal voto per le amministrative in programma tra circa dieci giorni. Tra questi troviamo anche 20 capoluoghi di provincia, comprese cinque delle sei città più popolose d’Italia, quali Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna.

Gran parte degli studenti d’Italia, quindi, potrà beneficiare del maxi ponte. A tal proposito, di seguito trovate un elenco completo di tutte le città in cui si andrà al voto.

Elenco comuni al voto: elezioni amministrative 2021
Clicca qui per scaricare l’elenco completo dei comuni in cui si andrà al voto e dove quindi molte scuole resteranno chiuse per qualche giorno.

A queste si aggiungerà la Regione Calabria, dove in realtà le elezioni non erano in programma. Tuttavia, la scomparsa prematura dell’ex Governatore, Jole Santelli, ha reso necessario un ritorno alle urne.

Per la lista dei seggi elettorali, quindi per sapere quali saranno effettivamente le scuole chiuse nelle giornate del voto, dovete invece consultare il sito del vostro comune di riferimento.

Meno scuole chiuse per le elezioni 2021

La novità di quest’anno è che 117 comuni hanno deciso di togliere dei seggi elettorali dalle scuole: un’operazione che fa sì che quest’anno ci saranno in totale 510 seggi elettorali in meno rispetto alle ultime consultazioni, come confermato dall’ultimo monitoraggio del Ministero dell’Interno.

Una decisione che porta i seggi negli istituti scolastici a scendere dall’88 all’87%: una riduzione dell’1% che sembra non essere significativa, ma che in valore assoluto permetterà a 30.591 studenti di non perdere alcun giorno di scuola.

Ricordiamo che è stato il Movimento 5 Stelle il fautore di questa operazione. Grazie all’iniziativa “Stop seggi nelle scuole”, infatti, sono stati stanziati 2 milioni di euro da destinare alle amministrazioni comunali, chiedendo loro di trovare altri luoghi che potessero ospitare i seggi elettorali. 117 i Comuni che dunque hanno aderito all’iniziativa, tra cui troviamo anche Roma, Torino, Bologna, Siena e Pordenone.

Elenco comuni che hanno aderito all’iniziativa
Ecco quali sono i comuni che hanno aderito all’iniziativa del Movimento 5 Stelle scegliendo di ridurre i seggi elettorali ospitati dalle scuole.

Al posto delle scuole, palestre comunali, uffici municipali dismessi, strutture polivalenti: una novità che non ha creato disagi né ai lavoratori né agli studenti.

Ed è solo l’inizio: l’intenzione è di ridurre il più possibile la percentuale delle scuole che fanno da seggio elettorale nei giorni delle lezioni, così da permettere agli studenti di non perdere altri giorni di lezione.

Iscriviti a Money.it