Riunione Fed oggi 28 aprile: tassi invariati e tapering lontano, dice Powell

Mario D’Angelo - Violetta Silvestri

28/04/2021

29/04/2021 - 00:13

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La riunione della Federal Reserve era attesa da analisti e mercati: cosa ha detto Powell? Riflettori accesi sulle parole del governatore in questo meeting che non ha cambiato ancora la politica accomodante.

Riunione Fed oggi 28 aprile: tassi invariati e tapering lontano, dice Powell

Riunione Fed in primo piano: cosa è successo?

La banca centrale USA torna protagonista dei mercati con il meeting di fine aprile. Non erano attesi né ci sono stati aggiornamenti sulle stime economiche, ma la conferenza stampa del presidente Jerome Powell è stata di particolare interesse da parte dei mercati.

Con la ripresa economica in accelerazione negli USA, tra vaccinazioni a pieno ritmo e piani di rilancio miliardari, la Fed è pressata sul tapering. La decisione del FOMC è stata ancora di lasciare invariati i tassi d’interesse e mantenere inalterati i livelli di QE. La conferenza stampa che è seguita (che potete vedere a questo link) è stata una vera e propria guerra di trincea fra Powell e i giornalisti.

Cosa ha detto Powell durante la conferenza stampa

Come già accaduto con la riunione BCE, anche la Fed rimane ferma nelle decisioni già prese.

Come atteso dalla maggior parte degli analisti, non sono arrivate particolari sorprese su tassi di interesse e acquisti di debito. I due temi restano, comunque, i più rilevanti per definire lo scenario statunitense e dei mercati in generale.

La Fed ha mantenuto i tassi sui prestiti a breve termine prossimi allo zero sin dall’inizio della pandemia e ha continuato ad acquistare ogni mese almeno 120 miliardi di dollari di attività legate alle obbligazioni.

Gli acquisti di asset hanno spinto il bilancio della banca a quasi $ 8 trilioni, o circa il doppio del suo livello dall’inizio della crisi.

I mercati finanziari, iniziano a mostrare una certa preoccupazione.

Ci vorrà ancora del tempo prima che la Fed cambi politica. Ma non sappiamo quanto. Questa è la sintesi di una conferenza stampa in cui Jerome Powell ha evitato di dare risposte precise circa il futuro dell’economia statunitense.

La Fed ha riconosciuto gli enormi progressi dell’economia USA nel corso degli ultimi tre mesi. Lo palesa il comunicato diffuso al termine della riunione del FOMC, più ottimistico rispetto a quello precedente. Ma cosa significano questi miglioramenti?

Powell ha rifiutato di articolare, continuando a ripetere il suo mantra “ulteriori progressi sostanziali verso i nostri obiettivi” nelle sue risposte a ogni domanda sul tapering. Ma fra quanto l’economia statunitense raggiungerà quegli obiettivi? Il presidente non sa, non vuole rispondere.

Powell ha detto che la cosa più importante per l’economia è quella di controllare il virus, sottolineando però che il controllo del virus non è competenza della Federal Reserve.

Nelle righe qui in basso, Money.it ha seguito la conferenza stampa del presidente Fed con aggiornamenti minuto per minuto.

Riunione Fed, aggiornamenti LIVE della conferenza di Powell

21:28

Fine conferenza stampa

Il presidente Powell ha ringraziato i giornalisti presenti alla conferenza stampa virtuale e ha concluso il Q&A.

21:25

Dobbiamo vedere ulteriori dati

  • cosa succede se si applica un po’ di tapering? chiede un giornalista
  • l’economia riprende e i mercati volano, soldi vanno anche nel mercato immobiliare che non avrebbe bisogno, affermano due giornalisti
  • stiamo cercando di creare delle condizioni finanziarie favorevoli, quando sarà il momento cambieremo
  • bisogna vedere ulteriori passi in avanti sostanziali dalla posizione di dicembre
21:22

Avvertiremo molto prima qualsiasi cambiamento

  • manterremo gli attuali livelli di acquisto fino a ulteriori progressi sostanziali
  • avvertiremo molto in anticipo prima di cambiare
21:17

Sistema bancario è solido

  • le banche hanno passato uno stress test molto forte molto bene
  • è un mercato privato, non devono contare sullo Stato
  • all’inizio di questa crisi c’era così tanta domanda di buoni del Tesoro che gli investitori non riuscivano a gestirli
21:09

C’è una soglia d’allarme sull’inflazione?

  • non c’è una soglia
  • non funziona così, le stime sull’inflazione sono sempre volatili
  • eravamo in un buco molto profondo l’anno scorso
  • grazie agli aiuti abbiamo visto grandi miglioramenti
  • abbiamo visto una forte ripresa dell’attività
  • l’obiettivo è riaprire
20:57

Movimenti inflazione non sono un problema

  • siamo molto decisi a raggiungere i nostri obiettivi di piena occupazione e inflazione sotto al 2%
  • nel corso del processo di riapertura potremmo vedere degli aumenti temporanei
  • il nostro lavoro è raggiungere l’inflazione al 2% nel corso del tempo
  • se l’inflazione persiste oltre il 2% useremo i nostri strumenti per riportarla al nostro obiettivo
  • nel corso dei prossimi mesi si muoverà significativamente oltre il 2%, ma questi movimenti saranno transitori
  • nessuno dubiti che se ci sarà bisogno useremo i nostri strumenti
20:51

Piena occupazione è lontana

  • siamo molto lontani dalla piena occupazione
  • molte aziende dicono che non riescono a trovare lavoratori
  • i motivi: alcuni assistono i figli a casa, altri si sono ritirati
  • chiaramente c’è un problema
  • ci sarà un ritorno di persone nel mercato del lavoro
  • potrebbero volerci alcuni mesi
20:49

Rischio bolla immobiliare?

  • monitoriamo attentamente il mercato immobiliare
  • non c’è una bolla, ma chiaramente i prezzi vanno su
  • c’è una forte domanda e non molta offerta
  • è un problema perché per molte persone sarà più difficile acquistare la prima casa
  • è il più forte mercato immobiliare sin dai tempi della crisi finanziaria
  • osserviamo con attenzione, ma non ci sono segnali di bolla
  • non ci sono cattivi prestiti e altre cose del genere
20:46

Preoccupazione per mercato del lavoro

  • siamo preoccupati per le persone che sono state molto tempo senza lavoro
  • siamo molto preoccupati
  • le persone vogliono lavorare e hanno bisogno di aiuto
  • vogliamo riportarle al lavoro con la nostra policy il più in fretta possibile
  • a ogni domanda Powell continua a ripetere «ulteriori processi sostanziali», rifiutandosi di elaborare
20:43

Acquisti di asset finché pandemia non è dietro di noi

  • continueremo l’acquisto di asset finché non vediamo sostanziali progressi nell’economia
  • Powell non specifica cosa s’intende per progressi sostanziali
  • gli obiettivi fissati sono solo economici, non sul controllo del virus
  • il virus non deve essere pienamente sotto controllo
20:40

Inizia il Q&A

  • non è ancora il momento
  • la cosa più importante per l’economia è controllare il virus
  • il virus renderà più difficile il raggiungimento degli obiettivi
  • la pandemia deve essere «decisamente» dietro di noi
  • niente tapering prima
20:37

La strada davanti è ancora lunga

  • ci vorrà ancora del tempo prima della ripresa
  • il QE rimarrà agli attuali livelli finché l’obiettivo non è raggiunto
  • Powell ripete il mantra «ulteriori progressi sostanziosi»
20:34

8,4 milioni di nuovi posti di lavoro

È questo il target individuato dalla Fed che gli USA hanno bisogno di raggiungere per tornare ai livelli pre-pandemici.

20:33

Powell legge il comunicato FOMC

Powell sta leggendo il suo comunicato, ricordando che la disoccupazione rimane alta. Subito dopo risponderà alle domande dei giornalisti.

20:30

La conferenza è iniziata

Puntuale, il presidente Powell ha iniziato la conferenza.

20:19

Dollaro riprende la discesa

Dopo la decisione della Fed, il dollaro ha ripreso la sua discesa, unica reazione dei mercati sinora.

20:15

Sale l’attesa

Il comunicato stampa del FOMC parla di progresso nella vaccinazione e di forte supporto, con rafforzamento sugli indicatori dell’attività economica e dell’occupazione. Cresce l’attesa per la conferenza stampa, aspettando ulteriori previsioni da parte di Powell.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories