Rincari 2014 per gli automobilisti: pedaggi, benzina, RC Auto, patente

Nel 2014 si annuncia una vera e propria stangata per gli automobilisti con una serie di rincari a valanga: aumentano pedaggi, benzina, RC Auto e rinnovo della patente.

Un 2014 che inizia all’insegna della stangata per gli automobilisti. Per coloro che si mettono in strada è in arrivo una pioggia di rincari: pedaggi, benzina, RC Auto, patente, che vanno ad aggiungersi a tutto quanto abbiamo già descritto nell’articolo: Cosa aumenta dal 2014? Ecco tutti i rincari del nuovo anno.

Il ministro Saccomanni ha promesso meno tasse nel 2014 (una buona novella, se fosse vero, visto che le nostre tasche sono tartassate da almeno 100 tasse) sulla scia di una graduale ripresa economica, ma c’è una conditio sine qua non: la stabilità politica.

“Lo dico senza alcuna esitazione: le famiglie, i lavoratori e le imprese pagheranno meno tasse. Capisco che la gente si aspettava di più. Ma quest’anno la riduzione dell’Irpef non sarà insignificante. E nel prossimo triennio le tasse si ridurranno di ben 9 miliardi, con un calo graduale anno per anno”.

Tuttavia, dando uno sguardo al nostro Paese, ci sono buoni elementi per non credergli: ripresa? stabilità politica? Ce lo auguriamo, ma all’orizzonte non si intravede ancora alcun barlume di luce.

Rincari 2014 per gli automobilisti

In un comunicato del Codacons vengono denunciati tutti i rincari del 2014 per gli automobilisti. Una stangata che si ripercuote su più livelli:

  • pedaggi: per i caselli autostradali è scattato un rincaro del 3,9% che costerà alle famiglie ben 87 euro. Secondo il Codacons l’aumento più significativo si registra sulla Strada dei Parchi (+8,28%), seguita dalle Autostrade Centropadane (+8,01%), mentre non ci saranno rincari per il Consorzio Autostrade Siciliane, le Autostrade Meridionali e la Asti -Cuneo;
  • benzina e gpl: nella stangata non mancherà l’aumento dei carburanti. Secondo quanto riportato da «Staffetta Quotidiana», rispetto all’inizio del 2013, il prezzo della benzina è aumentato in media di 1,3 centesimi e anche il gpl non scherza e schizza di 4,2 centesimi. Il diesel è sceso di 1,3 centesimi e il metano è aumentato di 0,3. In controtendenza il mercato internazionale: -2,2 centesimi al litro per la verde e -1,7 centesimi per il gasolio;
  • Rc Auto: proprio negli ultimi tempi ci siamo occupati del misterioso modo con cui vengono determinate le tariffe RC Auto, in costante aumento, nonostante la diminuzione degli incidenti stradali. Il Codacons denuncia che sono previsti ulteriori rincari per un milione e 200.000 automobilisti, responsabili di un incidente nel corso dell’ ultimo anno, che dovranno pagare un premio assicurativo più elevato;
  • rinnovo patente: dal 9 gennaio cambia la procedura per il rinnovo della patente. Secondo il ministero il costo rimarrà invariato: 25 euro (16 euro della marca da bollo e 9 euro dei diritti di Motorizzazione), a cui si aggiungono il costo per la foto (circa 4 euro), per la visita medica (circa 15 euro) e i 6,80 euro di posta assicurata. Tuttavia, secondo il Codacons il rincaro sarà pari a circa 26 euro.

Argomenti:

Tasse Rc Auto Carburante

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories