Rimpasto di governo: Renzi punta alla Difesa per passare poi alla Nato?

L’indiscrezione arriva da La Verità: Matteo Renzi vorrebbe allargare la maggioranza a Forza Italia per dare vita a un rimpasto di governo, puntando poi a diventare ministro della Difesa a mò di rampa di lancio per un futuro incarico alla Nato.

Rimpasto di governo: Renzi punta alla Difesa per passare poi alla Nato?

Continuano a susseguirsi le voci che vorrebbero un Matteo Renzi speranzoso di diventare il prossimo segretario generale della Nato. Un’ambizione questa divenuta più concreta dopo la vittoria di Joe Biden alle recenti elezioni presidenziali negli Usa.

“Per me Joe è come un fratello maggiore saggio - ha dichiarato Renzi alla Stampa all’indomani dell’annuncio della vittoria del candidato dei Democratici - Alla Casa Bianca l’Italia avrà un amico”.

Quando il leader di Italia Viva era premier, si narra che fosse riuscito a strappare una promessa a Barack Obama, di cui Joe Biden era vice, che il prossimo segretario generale della Nato fosse un italiano, visto che il nostro Franco Frattini venne superato al fotofinish da Jens Stoltenberg.

Nel 2022 però il mandato di Stoltenberg giungerà a conclusione, con Renzi che a quel punto potrebbe ricordare al suo “fratello maggiore saggio” Biden della presunta promessa fatta anni orsono da Obama.

Renzi dalla Difesa alla Nato?

Per avere maggiori chance di accreditarsi come un candidato idoneo a ricoprire il delicato incarico di prossimo segretario generale della Nato, Matteo Renzi potrebbe sfruttare al meglio l’avvicinamento di Forza Italia al perimetro della maggioranza.

Sì al dialogo con Berlusconi, la maggioranza si può allargare” ha spiegato il numero uno di Italia Viva in una recente intervista al Corriere della Sera, con un l’entrata degli azzurri che come a effetto domino potrebbe portare a un rimpasto di governo.

C’è da dire comunque che, allo stato delle cose, appare assai improbabile che Forza Italia entri nella maggioranza di governo, ma complice anche la rottura tra Berlusconi e Salvini non è da escludere una opposizione molto più collaborativa da parte dei forzisti.

A prescindere da quello che deciderà di fare Silvio Berlusconi, un rimpasto di governo è da tempo richiesto da Italia Viva e parte del Partito Democratico. L’emergenza sanitaria in corso però non aiuta a riguardo, ma ad anno nuovo non è da escludere un avvicendamento in alcuni dicasteri.

Stando a quanto riportato da La Verità, in caso di un rimpasto di governo Matteo Renzi punterebbe a diventare il nuovo ministro della Difesa, prendendo così il posto del dem Lorenzo Guerini.

Una volta accasato alla Difesa, una eventuale candidatura di Renzi al ruolo di prossimo segretario generale della Nato assumerebbe tutto un altro aspetto, specie quando Biden si accaserà alla Casa Bianca.

Un eventuale trasferimento a Washington segnerebbe però di fatto un disimpegno verso la politica di casa nostra: dopo aver abbandonato il PD per fondare Italia Viva, un passaggio alla Nato segnerebbe la fine di questo progetto che, stando agli ultimi sondaggi, al momento sarebbe lontano da quella doppia cifra auspicata al momento del lancio del nuovo partito.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories