Rimborso Alitalia per voli cancellati, ritardi o motivi personali. Guida e numeri utili

Ecco come chiedere il rimborso ad Alitalia per voli cancellati, ritardi o motivi personali. In caso di sciopero cosa fare se si è acquistato un biglietto e numero verde da contattare.

Rimborso Alitalia per voli cancellati, ritardi o motivi personali. Guida e numeri utili

Chiedere il rimborso Alitalia o il cambio biglietto per un volo cancellato o in ritardo. Questo è ciò che moltissime persone si apprestano a fare in vista dello sciopero Alitalia di 24 ore del 9 ottobre 2019 a causa del quale sono stati annullati 192 voli nazionali e internazionali.

Tra coloro che hanno acquistato un biglietto aereo con Alitalia per voli tra l’8 sera e il 10 mattina c’è preoccupazione. Ecco perché, per limitare i disagi, la compagnia di bandiera ha attivato un piano straordinario che prevede la riprenotazione dei voli per i passeggeri coinvolti nelle cancellazioni dei voli.

Chiedere e ottenere un rimborso Alitalia per volo annullato, in ritardo o per altri motivi personali non è una procedura complicata. Ecco i passaggi da seguire, i costi e i numeri utili.

Sciopero Alitalia: rimborso e cambio biglietto

Alitalia invita tutti i passeggeri che hanno acquistato un biglietto a verificare lo stato del proprio volo prima di recarsi in aeroporto, sul sito alitalia.com, oppure chiamando il numero verde Alitalia 800.65.00.55 (dall’Italia) o il +39.06.65649 (dall’estero). Questi numeri, dedicati alle info sull’operatività dei voli, sono attivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

In alternativa per ricevere informazioni in merito si può contattare l’agenzia di viaggio presso cui si è acquistato il biglietto.

Se il volo prenotato è cancellato o è stato modificato l’orario è possibile cambiare la prenotazione senza pagare alcuna penale, o chiedere il rimborso del biglietto (solo nel caso in cui il volo sia stato cancellato o abbia subìto un ritardo superiore alle 5 ore) fino al 24 ottobre.

Per tutti i dettagli continua a leggere la nostra guida su come chiedere il rimborso, sia per disagi causati da Alitalia che per motivi personali che impediscono la partenza.

Rimborso Alitalia: come fare richiesta

Alitalia prevede una serie di misure di risarcimento per i voli in ritardo o cancellati.

Ai passeggeri che hanno subito un danno per colpa di Alitalia è previsto un rimborso in contanti, entro sette giorni, del costo del biglietto aereo. Altrimenti, in accordo con il passeggero, Alitalia può proporre un volo alternativo per il raggiungimento della stessa destinazione, oppure può offrire lo stesso viaggio ma in data differente.

Il rimborso di un biglietto Alitalia non sfruttato può essere richiesto fino al 30° giorno dalla data di scadenza del titolo di viaggio.

Oltre al rimborso del biglietto, Alitalia in caso di cancellazione o ritardo del volo deve offrire, come previsto dal Regolamento Europeo, assistenza gratuita in loco, quale:

  • pasti e bevande commisurate alla durata dell’attesa;
  • due chiamate telefoniche;
  • nel caso in cui sia necessario, adeguata sistemazione in albergo;
  • trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione.

Infine, è bene precisare che qualora la cancellazione del volo Alitalia non avvenga per cause eccezionali e il passeggero non abbia ricevuto per tempo la comunicazione, oltre al rimborso del biglietto è prevista anche una compensazione pecuniaria, pari a:

  • 250 euro per tratte inferiori ai 1.500 km;
  • 400 euro per i voli intracomunitari compresi nella fascia 1.500 km-3.500 km;
  • 600 euro per gli altri voli che non rientrano nelle categorie appena citate.

In caso di disagio procurato da Alitalia, quindi, non ci sono problemi per ottenere il rimborso. Cosa succede invece per il biglietto aereo non utilizzato per motivi personali?

Rimborso Alitalia per motivi personali

Come specificato da Alitalia, il rimborso del biglietto per rinuncia al volo del passeggero dipende da quanto previsto dalle regole tariffarie del titolo di viaggio acquistato. Nel dettaglio:

  • per le tariffe “open” si può annullare il volo senza il pagamento di una penale;
  • per le tariffe “restricted” si procede con il rimborso del biglietto ma con il pagamento di una penale;
  • per le tariffe “promozionali” non è previsto alcun rimborso.

Per tutte queste tariffe, però, sono sempre rimborsabili le tasse aeroportuali e di sicurezza.

Inoltre, per i voli nazionali si può mantenere la validità del biglietto per voli successivi, ma solo qualora Alitalia accolga la richiesta. Questa va fatta chiamando al numero:

06 65640

Questa domanda va presentata entro le 24 ore successive dall’orario di partenza del volo non utilizzato.

Per i voli internazionali, invece, la proroga della validità del biglietto è consentita solo per i passeggeri colpiti da una malattia dimostrata da certificato medico, oppure per i casi di lutto di un coniuge, di un convivente o di un parente di 1° grado.

Alitalia deve essere informata entro 2 ore dalla partenza del volo, contattando il numero:

06 65640

La documentazione richiesta, invece, va presentata via fax al numero:

0230 134 136

Rimborso Alitalia: numero verde e assistenza clienti

Per tutte le informazioni per il rimborso Alitalia potete contattare il numero a pagamento:

892010

Per parlare con un operatore e ricevere informazioni sul rimborso delle sole tasse e diritti aeroportuali per i biglietti con tariffe non rimborsabili, potete contattare il numero dell’assistenza clienti (a pagamento, a tariffazione nazionale):

06 65640

Questi numeri sono attivi per 24 ore al giorno, 7 giorni su 7; la tariffa è di 64 centesimi al minuto senza scatto alla risposta.

Alitalia è attiva anche sui social: è possibile contattare l’azienda per informazioni e richieste via chat su Facebook e Twitter.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Alitalia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.