Renzi con la vittoria di Biden diventerà segretario generale della NATO?

Matteo Renzi è da sempre molto amico di Joe Biden, il nuovo Presidente degli Stati Uniti: riprende così fiato la voce che vorrebbe il leader di Italia Viva come il prossimo segretario generale della NATO grazie a una vecchia promessa fatta da Barack Obama.

Renzi con la vittoria di Biden diventerà segretario generale della NATO?

Tra i più felici della vittoria di Joe Biden alle travagliate elezioni presidenziali americane c’è senza dubbio Matteo Renzi, da sempre amico di quello che è stato eletto, ricorsi di Donald Trump permettendo, come il nuovo Presidente degli Stati Uniti.

Per me Joe è come un fratello maggiore saggio - ha dichiarato Renzi alla Stampa dopo l’annuncio della vittoria del candidato dei Democratici - Alla Casa Bianca l’Italia avrà un amico”.

Per l’ex premier infatti “Biden è stato un punto di riferimento vero negli anni della presidenza Obama”, aggiungendo poi di aver “sempre considerato Joe come la persona da chiamare quando c’era da chiedere un consiglio”.

Stando alle voci che girano, adesso però Matteo Renzi potrebbe chiedere a Joe Biden più di un consiglio, visto che l’arrivo del dem alla Casa Bianca potrebbe proiettare il numero uno di Italia Viva verso la NATO.

Renzi va alla NATO grazie a Biden?

Prima del voto negli Usa, uno degli scenari dipinti in caso di una vittoria di Donald Trump era quello di una possibile fuoriuscita degli Stati Uniti dalla NATO. Con Joe Biden invece non si dovrebbero correre rischi del genere.

Una buona notizia questa soprattutto per Matteo Renzi, visto che stando a quanto scritto da Affari Italiani a fine settembre per lui nel 2022, quando scadrà il mandato di Jens Stoltenberg, ci potrebbe essere l’incarico di segretario generale della NATO.

In passato era stato Franco Frattini a essere in pole per questo ruolo così di prestigio, con l’Italia che in qualche modo potrebbe essere “risarcita” della mancata nomina al prossimo round.

L’allora presidente americano Barack Obama lo avrebbe addirittura promesso a Matteo Renzi, anche lui premier in quel periodo, con la parola data che adesso potrebbe tornare in auge.

Stando a quanto riportato da La Verità, Renzi così avrebbe avanzato la sua candidatura a Biden per il ruolo di segretario generale della NATO: con la vittoria dei Democratici, adesso la promessa fatta ai tempi potrebbe essere mantenuta.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories