Queste Regioni sono diventate zona arancione da oggi, è ufficiale

È ufficiale: ecco le Regioni che passano oggi mercoledì 11 novembre da zona gialla ad arancione.

Queste Regioni sono diventate zona arancione da oggi, è ufficiale

Alcune Regioni passano da zona gialla a zona arancione, la firma dell’ordinanza da parte del ministro Speranza dà l’ufficialità.
Tutto è dipeso dall’ultimo report dell’Istituto Superiore di Sanità, diffuso nella serata di lunedì 9 ottobre, che ha delineato un quadro preoccupante: i servizi sanitari sono vicini al sovraccarico in tutte le Regioni italiane e non soltanto in quelle che sono diventate rosse o arancioni.

Abruzzo, Basilicata, Liguria, Toscana, Umbria: sono queste le cinque Regioni che da oggi, mercoledì 11 novembre, passano da zona gialla a zona arancione (qui tutte le regole nella zona arancione). La Provincia autonoma di Bolzano, invece, è stata inserita all’interno della zona rossa.

Secondo le prime indiscrezioni a rischiare il cambio zona erano anche Campania, Veneto e Emilia-Romagna, ma al momento il governo preferisce attendere prima di intervenire.
Intanto, l’Alto Adige ha deciso di auto-proclamarsi zona rossa.

Sono stati dei lunghi giorni di attesa: il ritardo è stato dovuto all’attività di validazione dei dati, per la quale alcune Regioni avrebbero richiesto di avere più tempo.

Le Regioni che diventano zona arancione, ordinanza firmata

Le Regioni che da oggi, mercoledì 11 novembre, passano da zona gialla a zona arancione sono Liguria, Toscana, Umbria, Abruzzo e Basilicata.

Nel comunicato ufficiale si legge che:

«Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sentiti i presidenti delle Regioni interessate, ha firmato l’ordinanza che individua le regioni che passano dall’area gialla a quella arancione e rossa (rischio alto, livello 3 l’area arancione; rischio alto, livello 4 l’area rossa). Le misure previste dall’ordinanza, nell’ambito dell’emergenza coronavirus, entrano in vigore domani, 11 novembre».

E prosegue specificando che:

«Nello specifico in base alla nuova ordinanza entrano nell’area arancione le Regioni Abruzzo, Basilicata, Liguria, Toscana, Umbria; entra nell’area rossa la Provincia autonoma di Bolzano».

In base alle ultime modifiche, riassume il Ministero, le Regioni italiane sono così ripartite tra zona gialla, arancione e rossa:

"Complessivamente quindi la ripartizione delle regioni nelle diverse aree è attualmente la seguente:

  • in ’area gialla’ Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Veneto;
  • in ’area arancione’ Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria;
  • in ’area rossa’ Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano".

Ancora in bilico Veneto e Campania, ma anche Emilia-Romagna e - come rivelato nelle ultime ore - il Friuli Venezia Giulia. Lo ha affermato il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, chiarendo come “in almeno 4 regioni è opportuno anticipare le misure”.

Malgrado effettive differenze tra regioni - precisa Brusaferro - il nostro Paese “eccede largamente soglia fissata a livello Ue”.

I dati, si ricorda, vengono forniti direttamente dalle Regioni ai fini di permettere all’ISS e al Governo di individuare eventuali passaggi necessari tra le tre diverse zone. Le difficoltà riportare dalle Regioni nel raccogliere i dati sono parte del motivo per cui il più recente rapporto di monitoraggio ISS è stato pubblicato con qualche giorno di ritardo.

Covid: la situazione delle Regioni secondo gli ultimi dati

Secondo gli ultimi dati presentati dal bollettino della Protezione Civile martedì 10 novembre, si contano 995.463 persone contagiate da inizio pandemia di coronavirus: un +35.098 rispetto al giorno precedente con un indice Rt di 1,7%. I decessi sono stati 580 (42.330 in totale).

I residenti in Italia attualmente contagiati sono 590.110 (+16.776), 2.971 sono in terapia intensiva. Il numero di tamponi effettuati nella giornata in esame è 217.758.

È la Lombardia a continuare a detenere il triste primato di Regione con il più alto numero di nuovi contagi (+10.995). Seguono Piemonte (+3.695), Veneto (+2.763), Campania (+2.716), Lazio (+2.608), Emilia-Romagna (2.430) e poi le restanti, con il numero più basso di nuovi contagi segnato dal Molise (+42), che ha un totale di 1.692 positivi ad oggi.

Nell’articolo seguente la lista aggiornata delle Regioni suddivise per zona rossa, arancione e gialla.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories