La regina Elisabetta esce di scena: i motivi del ritiro da Buckingham Palace

Leonardo Pasquali

11/05/2020

01/06/2021 - 17:08

condividi

Il Regno Unito è ancora stretto nella morsa del coronavirus e la regina Elisabetta II uscirà di scena fino al prossimo autunno, rimarrà infatti in isolamento a Windsor per diversi mesi.

La regina Elisabetta esce di scena: i motivi del ritiro da Buckingham Palace

La regina Elisabetta esce di scena. L’emergenza coronavirus ha costretto la sovrana inglese a lasciare Buckingham Palace e a rifugiarsi in isolamento presso il castello di Windsor lo scorso marzo, dove rimarrà per diversi mesi.

Il principe Filippo, che è in compagnia di Elisabetta, anche se alcuni sostenevano fosse morto in segreto, festeggerà il 99esimo compleanno in lockdown.

Nel frattempo la situazione nel Regno Unito non sembra migliorare, con i numeri dei contagi e dei morti per COVID-19 che continuano a preoccupare. Il dato degli infetti ha toccato quota 220.449 mentre quello delle vittime è arrivato a 31.930.

Coronavirus UK, Regina Elisabetta si ritira

La notizia sta rimbalzando su tutti i media britannici: la regina Elisabetta II esce di scena. Sì, perché nel Regno Unito l’emergenza coronavirus ha raggiunto livelli preoccupanti e la sovrana rimarrà isolata ancora per un po’.

A marzo era avvenuto il trasferimento nel castello di Windsor e proprio lì soggiornerà probabilmente fino al prossimo autunno. Insieme a lei il principe Filippo che spegnerà 99 candeline il prossimo 10 giugno.

Solitamente la regina e il duca di Edimburgo fanno ritorno da Windsor a maggio, prima di spostarsi a luglio nel castello di Balmoral. Gli organi di stampa fanno notare come si tratti del ritiro più lungo della regina in 68 anni di regno. La sua ultima apparizione è avvenuta durante il Commonwealth Day celebrato nell’abbazia di Westminster. In quell’occasione erano presenti anche il principe Harry e Meghan Markle per l’ultimo ‘impegno’ ufficiale da reali.

Elisabetta II nel frattempo si è circondata di un piccolo staff per servirla durante il lockdown e ogni settimana contatta telefonicamente il primo ministro Boris Johnson per un confronto e un aggiornamento sul Paese. Non solo, visto che ogni giorno le vengono recapitati documenti governativi da passare in rassegna.

Insomma, non proprio una vacanza quella della sovrana britannica che per quest’anno ha dovuto anche cancellare i tradizionali Garden Party che si sarebbero dovuti tenere a Buckingham Palace, il palazzo rimarrà chiuso in estate per la prima volta dopo 27 anni.

L’evento è stato inaugurato per la prima volta dalla regina Vittoria nel 1860 ed è l’unico momento dell’anno in cui i giardini privati del palazzo reale vengono aperti a migliaia di invitati. Con ogni probabilità sarà cancellato anche il Trooping the Colour (“Sfilata della bandiera”) di quest’anno, la cerimonia del 13 giugno effettuata dai reggimenti del Commonwealth e del British Army.

Iscriviti a Money.it