Reddito di emergenza: ecco chi riceve il pagamento in settimana

Teresa Maddonni

14 Giugno 2021 - 12:58

condividi

Reddito di emergenza: molti beneficiari riceveranno il pagamento nella settimana corrente a partire dal 15 giugno. C’è tuttavia chi ancora deve attendere.

Reddito di emergenza: ecco chi riceve il pagamento in settimana

Reddito di emergenza: c’è chi riceve il pagamento in settimana, sebbene l’accredito del sussidio non arriverà per tutti nel mese corrente.

Sulla base delle indicazioni fornite da INPS il reddito di emergenza verrebbe pagato nel mese corrente a coloro che hanno ricevuto il primo pagamento a maggio 2021, coloro che hanno fatto domanda entro la fine di aprile. A partire da questa settimana dovrebbero ricevere il pagamento del reddito di emergenza coloro che hanno fatto domanda nel mese di maggio.

Stiamo parlando delle prime tre mensilità del reddito di emergenza del decreto Sostegni di marzo convertito nella legge n.69 2021. Ricordiamo che il decreto Sostegni bis n. 73 del 2021 ha introdotto quattro mensilità ulteriori del reddito di emergenza per le quali ancora si è in attesa di comunicazioni da INPS.

Reddito di emergenza: chi riceve il pagamento in settimana

Ricevono il reddito di emergenza, con pagamento previsto nella settimana corrente e in particolare a partire da domani 15 giugno 2021, stando alle precedenti indicazioni di INPS:

  • coloro che hanno ricevuto la prima mensilità a maggio 2021 avendo fatto domanda entro il 30 aprile 2021;
  • coloro che hanno fatto domanda entro la scadenza del 31 maggio 2021;
  • gli ex percettori di Naspi e DIS-COLL che hanno diritto alle prime tre mensilità del reddito di emergenza.

Proprio per coloro cui la Naspi o anche la DIS-COLL sia scaduta tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 e che hanno fatto domanda per il reddito di emergenza, INPS aveva comunicato che le richieste sarebbero state valutate entro la data del 15 giugno 2021. INPS per costoro aveva anche comunicato che l’avviso di esclusione dal reddito di emergenza non sarebbe stato definitivo. Per il pagamento del reddito di emergenza deve attendere invece chi vuole ottenere le nuove mensilità.

Reddito di emergenza: il pagamento non è automatico e bisogna attendere

Il pagamento del reddito di emergenza, contrariamente a quanto accaduto nel 2020, non è automatico e pertanto per ottenere le prime tre mensilità è stato necessario fare domanda. Ora anche per le quattro mensilità del reddito di emergenza del decreto Sostegni bis di maggio il pagamento non è automatico, ma la domanda va presentata entro il 31 luglio 2021.

Il reddito di emergenza, cambiando anche in parte i requisiti nelle due disposizioni normative, viene riconosciuto necessariamente a domanda per i mesi che vanno da giugno a settembre.

Premesso che c’è ancora del tempo per richiedere il reddito di emergenza, le indicazioni le dovrà fornire INPS con una circolare che immaginiamo arriverà a breve.

La domanda andrà fatta sempre in via telematica e l’importo del pagamento va sempre dai 400 agli 800 euro (850 se presente un disabile) incrementato, per chi vive in affitto, di un dodicesimo del canone di locazione.

Ricordiamo che le nuove mensilità del reddito di emergenza non sono riconosciute agli ex percettori di Naspi contrariamente a quanto disposto dal decreto Sostegni di marzo.

Iscriviti a Money.it