Criptovalute: il mercato torna giù, Bitcoin minaccia i $5.000

Le quotazioni del mercato criptovalute tornano in rosso: il prezzo del Bitcoin combatte con i $5.000

Criptovalute: il mercato torna giù, Bitcoin minaccia i $5.000

Il prezzo del Bitcoin e le quotazioni delle criptovalute sono tornate a scambiare in profondo ribasso nella mattinata di oggi.

Solo per fare un esempio, in meno di 24 ore il BTCUSD ha bruciato più di 200 dollari ed è tornato a minacciare la soglia dei $5.000, recuperata con fatica circa 10 giorni fa grazie all’improvviso e strabiliante rally che ha interessato l’intero comparto.

Neanche le quotazioni delle criptovalute colleghe del BTC sono state esentate dalla frenata delle ultime ore. Come di consueto il prezzo del Bitcoin è stato seguito nel baratro da Ethereum, Ripple e il resto del settore, la cui capitalizzazione è tornata a soffrire.

Prezzo del Bitcoin e quotazioni criptovalute in rosso

Durante il trading asiatico, il prezzo del Bitcoin si è riportato sotto i $5.000. Poi, pur senza registrare balzi degni di nota, la quotazione è riuscita a risalire oltre tale livello, segnale positivo che comunque non ha oscurato la mancanza di slancio dell’intero mercato.

Al momento in cui si scrive la criptovaluta sta continuando a scambiare in rosso, pressoché invariata rispetto all’inizio della mattinata, all’interno di un trading range piuttosto ristretto e dalla bassa volatilità.

Anche l’Ethereum è riuscito ad allontanarsi dai minimi delle ultime ore (sotto i $160) ma sta comunque proseguendo sulla via del ribasso intorno a quota $163.

Tra le quotazioni più monitorate anche quella di Ripple. Il terzo asset digitale per market cap sta perdendo il 2% e si sta aggirando intorno ai 32 centesimi di dollaro. Anche in questo caso il trend di breve termine è apparso decisamente ribassista.

Chi ha sofferto di più nelle ultime ore

Persino le criptovalute meno diffuse hanno partecipato alla frenata generale del settore. A registrare le perdite più evidenti nelle ultime ore sono state Bitcoin SV, Ontology, Ethereum Classic e Maker: tutte hanno purtroppo scambiato con perdite a doppia cifra percentuale.

Grazie al tonfo di cui si sono resi protagonisti il prezzo del Bitcoin e le quotazioni delle restanti criptovalute, la capitalizzazione del mercato è collassata dai 181 miliardi di dollari di ieri a quota $168 miliardi circa, mentre i volumi di trading giornalieri sono aumentati.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Valute virtuali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.