Quanti vaccini Covid fatti in Italia: i dati delle regioni in tempo reale

Martino Grassi

16 Giugno 2021 - 09:31

condividi

Quanti vaccini sono stati fatti fino ad ora in Italia? Ecco la tabella con i dati delle regioni in tempo reale.

Quanti vaccini Covid fatti in Italia: i dati delle regioni in tempo reale

Quanti vaccini sono stati fatti fino ad ora in Italia? La campagna di vaccinazione, nonostante gli alti e bassi legati al vaccino di AstraZeneca, continua spedita in tutto il paese con alcune regioni che corrono più delle altre, tra queste la Lombardia, le Marche e la Puglia, che ad oggi hanno somministrato più del 95% delle dosi ricevute.

Da quando sono iniziate le vaccinazioni in Italia sono state somministrate in totale 43.261.692 dosi (aggiornamento del 16-06-2021 alle 06:11), e 14.467.292 persone hanno ricevuto anche la seconda dose, corrispondente al 26,267%della popolazione over 12. Ma vediamo quali sono i dati in tempo reale regione per regione.

Quanti vaccini sono stati fatti in Italia: i dati Regione per Regione in tempo reale

A che punto sono le somministrazioni del vaccino in Italia e quante dosi sono state consegnate fino ad ora? Ecco la tabella con i dati Regione per Regione in tempo reale.

Regione Dosi Somministrate Dosi Consegnate %
Abruzzo 966.928 1.013.617 95,4
Basilicata 395.878 420.535 94,1
Calabria 1.279.543 1.435.310 89,1
Campania 4.184.211 4.463.588 93,7
Emilia-Romagna 3.251.484 3.403.440 95,5
Friuli-Venezia Giulia 897.401 948.855 94,6
Lazio 4.329.769 4.643.464 93,2
Liguria 1.163.258 1.219.663 95,4
Lombardia 7.485.393 7.765.961 96,4
Marche 1.104.517 1.150.501 96
Molise 228.586 241.705 94,6
P.A. Bolzano 381.106 412.639 92,4
P.A. Trento 374.982 404.060 92,8
Piemonte 3.081.431 3.306.115 93,2
Puglia 2.982.997 3.119.739 95,6
Sardegna 1.110.695 1.282.952 86,6
Sicilia 3.247.504 3.578.020 90,8
Toscana 2.600.180 2.795.759 93
Umbria 633.244 670.571 94,4
Valle d’Aosta 87.605 96.250 91
Veneto 3.474.980 3.696.810 94
Totale 43.261.692 46.069.554 93.9%

Vaccini Covid in Italia: la situazione

Al momento in Italia sono state consegnate 46.069.554 dosi, tra cui:

  • 30.650.282 Pfizer/BioNTech
  • 4.536.423 Moderna
  • 9.140.849 Vaxzevria (AstraZeneca)
  • 1.742.000 Janssen (Johnson&Johnson)

A partire dallo scorso dicembre, quando sono iniziate le prime somministrazioni, è stato somministrato il vaccino a più del 90% degli over 80 e gradualmente si sta procedendo con l’immunizzazione delle categorie più giovani, attraverso diverse iniziative, come la vaccinazione dei maturandi e gli open days organizzati da varie regioni.

Le vicende dell’ultimo periodo, legate ad AstaZeneca, hanno segnato una battuta d’arresto alla campagna di vaccinazione tanto che è stato registrato un leggero calo delle dosi somministrate quotidianamente. Il CTS ha infatti stabilito che il candidato anglo-svedese debba essere somministrato solamente agli over 60. I giovani al di sotto dei 60 anni saranno vaccinati esclusivamente con gli altri candidati approvati al momento nel nostro Paese, e anche chi aveva ricevuto la prima dose di AstraZeneca, riceverà un richiamo Pfizer o Moderna.

I prossimi mesi saranno cruciali per il ritorno alla normalità e proprio per questo motivo da Figliuolo arrivano ulteriori direttive. Nel corso delle prossime settimane si dovranno seguire due indicazioni chiave: essere più vicini ai cittadini, specialmente quelli fragili, e coinvolgere i medici di base.

Argomenti

# Italia