Piazza Affari da record oltre 25.000 punti, ai massimi di 15 mesi. I motivi

Pierandrea Ferrari

28 Maggio 2021 - 13:24

condividi

Borse europee con il turbo nella seduta di ieri, con Piazza Affari che in chiusura sgomma oltre la soglia psicologica dei 25.000 punti. Conferme anche nella mattinata di oggi. Dietro i rialzi la mano di Biden, che presenterà oggi al Congresso USA un maxi-budget da 6.000 miliardi di dollari. Il punto.

Piazza Affari da record oltre 25.000 punti, ai massimi di 15 mesi. I motivi

Le Borse europee riprendono a correre, e Piazza Affari arriva a sfondare alla chiusura di ieri la soglia psicologica dei 25.000 punti, continuando a scambiare sopra la parità anche nella mattinata di oggi, +0,16% a 25.096. A dettare i rialzi del Ftse Mib Leonardo, che centra un +1,81% grazie all’alleanza strategica con il Gruppo Maire Tecnimont per la realizzazione di impianti industriali di ultima generazione in Italia e all’estero, Prysmian, +1,29%, e Nexi, +1,04%.

Milano si muove di fatto sui massimi di 15 mesi, e più precisamente dal 21 febbraio del 2020. Al tempo le Borse europee seguivano la scia dei listini USA, poco prima della bomba pandemica e del conseguente sell-off di marzo. Dietro il pump delle quotazioni, oggi come allora, le news che trapelano di là dell’Oceano, con Biden che si prepara a presentare al Congresso un maxi-budget nonostante gli ultimi chiari di luna sul fronte inflazione.

Piazza Affari da record, dietro c’è la mano di Biden

Nel dettaglio, alla Casa Bianca hanno messo a punto una manovra di spesa pubblica che partirà da 6.000 miliardi di dollari per arrivare a sconfinare, nel 2030, gli 8.000 miliardi. Si tratta a ben vedere del budget più ricco mai stanziato da un’amministrazione USA dalla fine della seconda guerra mondiale, con uno sbilancio da 1.300 miliardi l’anno che verrà recuperato in parte con un ritocco della tassazione.

Una pioggia di liquidità che trova il consenso dei mercati, con il Dow Jones e l’S&P 500 che hanno chiuso l’ultima seduta in territorio positivo dello 0,41% e 0,12%, mentre il Nasdaq è arrivato a fine corsa a -0,01%. Oltre alle Borse europee brindano però anche alcuni listini asiatici, come il Nikkei, a +2,1%.

La palla ora passa alla Federal Reserve, che con la maxi-iniezione di Biden si ritroverà a dover giocare con i tassi di interesse per evitare fiammate dei prezzi al consumo, visto anche il primo assaggio (+4,2%) dello scorso aprile. In tal senso, il Tesoro USA - che pure si attende una salita dell’inflazione fino a metà anno – continua a rassicurare i mercati, vedendo una tendenza di fondo del carovita ancora debole.

Argomenti

# Borse
# Italia

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.