Pensione con la quota 41 conviene economicamente?

Lorenzo Rubini

19 Giugno 2021 - 14:42

condividi

Conviene economicamente anticipare di qualche anno la pensione? Questa è una delle preoccupazioni maggiori dei lavoratori.

Pensione con la quota 41 conviene economicamente?

Per chiunque deve accedere alla pensione la preoccupazione maggiore viene dall’importo dell’assegno spettante. L’eventuale penalizzazione, ma anche una perdita rispetto all’assegno che si potrebbe percepire qualche anno dopo, infatti, impensierisce il lavoratore che, consapevole del fatto che la pensione non eguaglia lo stipendio, ha paura di non poter continuare a condurre lo stesso stile di vita.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buonasera, ho 59 anni. A dicembre saranno 41 di contributi compreso il militare, ho iniziato come apprendista nel dicembre del 1979 ed ho la 104 al 100 %100. Mi converrebbe andare in pensione con la quota 41? E quanto ammonterebbe la pensione? La mia busta paga è circa 1.700,00€ con gli assegni familiari. Grazie.”

Pensione quota 41 conviene?

Dire se accedere alla pensione con la quota 41 conviene oppure no può dirlo solo il diretto interessato partendo da dati certi. Il dato certo che possa fornirle è che la pensione liquidata con 41 anni di contributi non prevede penalizzazioni di sorta nel calcolo dell’assegno.

Ovviamente rispetto alla pensione anticipata ordinaria sarà previsto il versamento di 2 anni di contributi in meno (e questo sicuramente prevede un importo minore dell’assegno) ma anche due anni di lavoro in meno. Sicuramente l’importo dell’assegno risentirà anche del coefficiente di trasformazione meno conveniente applicato, visto che si uscirà dal mondo del lavoro due anni prima.

Ma a mio avviso non si deve tenere conto solo dell’importo dell’assegno in questo ragionamento: ovviamente il lavoratore che smette di lavorare due anni prima ne guadagna in salute, serenità e benessere. Inoltre la pensione viene percepita, anche se di importo più basso, per 24 mesi in più.

Non so dirle quale sarebbe l’importo della sua pensione se decidesse di andare in pensione con la quota 41, ad incidere sul calcolo sono molti fattori oltre alla retribuzione come, ad esempio, l’età al momento dell’accesso e la storia contributiva del lavoratore (da tener presente che gli assegni familiari, poi, li percepirebbe anche in pensione).

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti a Money.it