Pensione a 61 anni: quando è possibile per l’invalido grave?

Lorenzo Rubini

17 Marzo 2021 - 14:18

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Per i disabili con una certa percentuale di invalidità è possibile accedere alla pensione di vecchiaia con un certo anticipo.

Pensione a 61 anni: quando è possibile per l'invalido grave?

Per i lavoratori invalidi la normativa prevede la possibilità di accedere alla pensione con delle agevolazioni. Una di queste riguarda la pensione di vecchiaia che per alcuni lavoratori invalidi è accessibile anche con 11 anni di anticipo.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno vorrei sapere le mie possibilità di andare in pensione anticipata avendo una età di 59 anni e 35anni di contributi Inps più l’anno di militare e ho una invalida del 100% con legge 104art.3coma 3 e sono un dipendente privato (operaio) grazie”.

Pensione a 61 anni

Per gli invalidi civili che abbiano una percentuale di invalidità pari o superiore all’80% è possibile, ma solo se hanno almeno 20 anni di contributi versati nel fondo lavoratori dipendenti del settore privato, accedere alla pensione di vecchiaia con un buon anticipo.

Si parla di 11 anni di anticipo per le donne, che possono accedere al compimento dei 56 anni con una finestra di attesa di 12 mesi, e di 6 anni di anticipo per gli uomini, che possono accedere al compimento dei 61 anni con una finestra di attesa di 12 mesi.

Le condizioni essenziali da rispettare, quindi, sono di:

  • 61 anni di età per gli uomini e 56 anni per le donne
  • almeno 20 anni di contributi versati derivanti da lavoro nel settore privato (sono esclusi dalla misura sia i lavoratori che hanno solo contributi da autonomi che quelli che hanno solo contributi versati nella cassa statale)
  • invalidità pensionabile pari o superiore all’80%

Nel suo caso, quindi, visto che lavora nel settore privato e che ha accumulato oltre 35 anni di contributi, la pensione di vecchiaia potrebbe essere accessibile al compimento dei 61 anni nel rispetto, in ogni caso, della finestra di attesa di 12 mesi.
Prima dell’accesso alla pensione, però, le sarà richiesto di sottoporsi a visita presso commissione medica INPS che certifichi la sua invalidità pensionabile visto che il solo riconoscimento dell’invalidità civile, per l’accesso, non è sufficiente.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO