Come passare da iPhone ad Android senza andare in crisi

Il passaggio da iPhone a sistema operativo Android ti spaventa? Ecco come fare il trasferimento dei dati e abbandonare iOS senza avere una crisi.

Come passare da iPhone ad Android senza andare in crisi

Per qualche motivo devi abbandonare il tuo iPhone e da iOS passare ad Android. Lo switch dal semplice e sicuro sistema operativo di Apple a quello aperto di Google non è una passeggiata, ma tutto dipende dal tuo stato d’animo e dal grado di accettazione del cambiamento.

Diventare utente Android dopo anni di iPhone e abitudine a iOS ti spaventa e non sai da dove iniziare? L’impresa non è impossibile, anzi, potresti scoprire di trovarti molto bene anche con il robottino verde.

Servizi come iMessage e FaceTime potrebbero mancarti, ma grazie a un efficiente sistema di cloud, il trasferimento dei dati da iPhone a smartphone Android sarà semplice e meno traumatico del previsto.

Ecco come fare a passare da iPhone ad Android senza “subire un trauma”, in poche e semplici mosse.

Con G Suite è più semplice passare da iOS ad Android

Se già utilizzi l’ecosistema Google sul tuo iPhone il passaggio ad Android sarà ancora più semplice e il tutto avverrà senza perder tempo prezioso. Sei un gran fruitore di Gmail, Docs, Google Calendar, Google Maps o Drive per iOS? Puoi semplicemente re-installare queste app sul tuo nuovo smartphone Android, fare l’accesso con le tue credenziali Google e trovare tutto così come lo avevi lasciato.

Soluzioni per FaceTime e iMessage

Abbandonare FaceTime e iMessage potrebbe essere una delle sfide più dure nel salto verso Android. L’app Messaggi integrata nell’iPhone non esiste sul Play Store, e per Android non c’è niente di comparabile in termini di funzionalità. Dimenticati, quindi, i messaggini interattivi, con gli effetti speciali, gli sticker dell’App Store e i disegnini a mano che ti facevano divertire su iPhone. E al posto di FaceTime ti toccherà usare Google Duo (disponibile da Google Store) o le videochiamate WhatsApp, Facebook o Skype.

Se hai degli iMessage importanti che vuoi conservare, puoi fare il backup delle conversazioni importandole su PC da iTunes oppure usare app come iSMS2droid.

Spostare contatti e calendari da iPhone ad Android

Google Drive per iOS rende il passaggio da iOS ad Android veloce e semplice per spostare contatti e calendari. Basta aprire l’app, andare su Impostazioni e Backup, scegliere i dati che vuoi trasferire e premere Inizia backup. Assicurati di effettuare questa operazione sotto rete Wi-Fi e con iPhone sotto carica per non pesare sui consumi.

Leggi qui Come fare il backup di iPhone per passare da iOS ad Android

Trasferire foto e video

Il rullino foto e video è uno degli elementi più cari a qualsiasi possessore di smartphone, ma grazie a Google Foto si può trasferire la gallery da iPhone sul nuovo smartphone Android e non sentire la differenza. Prima di fare il cambio smartphone ricorda di scaricare Google Foto per iOS sul tuo iPhone e sposta tutti i file che ti interessano. Lo spazio di archiviazione su Google Foto è illimitato e possiamo fare il backup gratuito di foto e video in alta risoluzione, da salvare anche nella memoria del telefono o da condividere all’occorrenza su chat e social network.

Scaricare le app

Una cosa che non verrà trasferita da iPhone ad Android sono le applicazioni. Dovrai scaricarle nuovamente e non è detto che tutte quelle che avevi sul tuo iPhone siano disponibili (o uguali) per la versione Android. Sul Google Play Store, però, potrai trovarne tante altre che non potevi ottenere su iPhone, e questa sarà anche una buona occasione per valutare quali app ti servono davvero.

Le app a pagamento che hai installato su iPhone non passeranno automaticamente su Android, ma dovrai pagarle di nuovo. Questo non vale per i piani di abbonamento (Spotify o Netflix, per esempio), che restano attivi anche scaricando l’app per un OS diverso.

Trasferire musica

Apple Music è l’unico servizio dell’ecosistema iOS disponibile anche per Android ed è scaricabile gratuitamente da Google Play Store. In questo modo si evita il noioso trasferimento della musica da iTunes al dispositivo Android.

Per quanto riguarda i brani acquistati su iTunes probabilmente questa è l’opzione migliore, ma è necessario registrarsi e avere l’abbonamento a Apple Music per poter usare l’app e riappropriati dei tuoi acquisti. In ogni caso Android ha il suo proprio Apple Music: Google Play Music. Se invece a questi servizi di streaming musicale preferisci Spotify, basterà installare l’app sul nuovo smartphone, entrare con le tue credenziali e trovare playlist e tutto come nella versione per iOS.

Con Android sarai più libero

Il principale vantaggio del passare da un sistema chiuso come iOS a un sistema aperto come Android consiste nell’avere molta più libertà nell’utilizzo del telefono, a partire dall’interfaccia. Android consente di personalizzare la schermata principale, le icone, i widget e tanto altro. Questa caratteristica potrebbe giocare un ruolo importante nell’approccio ad Android dopo anni di matrimonio con iPhone.

Infine, per un utilizzo ottimale del tuo nuovo smartphone, ti consiglio di installare il miglior antivirus per Android così da tenere sempre al sicuro tutti i tuoi dati da eventuali minacce.

Money academy

Questo articolo fa parte delle Guide della sezione Money Academy.

Visita la sezione

Iscriviti alla newsletter

Money Stories