App Android: Google Play Store diventerà a pagamento?

WhatsApp, Facebook, Instagram per Android non più gratuite? Stando alle indiscrezioni Google Play Store potrebbe diventare a pagamento...

App Android: Google Play Store diventerà a pagamento?

Google Play Store potrebbe diventare a pagamento: questo è il preoccupante rumor diffuso nelle ultime ore e che ha messo in agitazione gli utenti Android.

Le applicazioni messe a disposizione da Google tramite Play Store sono tantissime, alcune gratuite (pensiamo alle più popolari come Instagram, Facebook, WhatsApp) e altre acquistabili. Scaricarle, a oggi, è molto semplice grazie al negozio virtuale disponibile senza costi per tutti gli smartphone Android. Gli utenti possono scegliere, nello stesso modo in cui accade su iOS con Apple, tra app gratis o a pagamento: ma se tutto questo fosse destinato a cambiare?

Dalle indagini di XDA devolopers, con il supporto dello sviluppatore Kieron Quinn, sarebbe emerso un possibile riferimento al un servizio di abbonamento riguardante il Play Store. Le tracce di questa possibile nuova proposta a pagamento sono state rinvenute all’interno di un sondaggio lanciato dalla piattaforma Google Opinion Rewards, che conterebbe alcune domande mirate con a tema l’ipotetico servizio Google Play Pass.

Leggi anche Android a pagamento? Ecco per chi, dopo la maxi-multa a Google

Google Play Pass: accesso allo store in abbonamento

La domanda incriminata, emersa nelle ultime ore nel servizio sondaggi di Google, è la seguente: “Immagina che il tuo store diventi accessibile con un abbonamento che offre app e giochi dal valore di centinaia di dollari in una cifra mensile. Quanto è adatta la parola Pass a questo servizio secondo te?”.

Un quesito che rafforza i rumors precedenti, e che basta ad aprire il campo delle ipotesi.

Play Pass, questo l’ipotetico nome del servizio, offrirebbe un servizio a pagamento tramite abbonamento che includerebbe non solo l’accesso allo store, ma anche un certo numero di applicazioni e giochi al mese completamente gratuite.

È possibile supporre quindi, che Google non sia del tutto ammattita e che questo tipo di accesso sia in qualche modo rivolto a utenti premium che desiderano, tramite un canone mensile fisso, scaricare le migliori app mobile offerte dal Play Store senza costi aggiuntivi.

Scopri Google Pay: cos’è, come funziona e dove posso pagare

Una formula alla Netflix, associabile in qualche modo a quanto già fatto da Google con YouTube Music e Premium, servizio a pagamento che permette di vedere YouTube senza pubblicità e di ascoltare la musica da mobile anche in background.

Google non ha rilasciato ancora nessuna dichiarazione ufficiale, ma è indubbio che qualcosa bolle in pentola: allineandosi alla moda del momento, pagare un abbonamento per accedere in modo vantaggioso e legale a una serie di contenuti esclusivi, la grande G punta a sfruttare l’enorme bacino di utenti Android nel mondo e a rinvigorire le casse del servizio mobile.

C’è di più: dal test in questione sarebbe anche emerso che molti utenti potrebbero gradire questa opzione, aprendo uno spiraglio non da poco per un eventuale Play Store a pagamento.

Le formule e i costi di abbonamento non sono ancora chiari, ovviamente, ma non è presto per porvi la domanda di Google: voi sareste d’accordo con un eventuale servizio a pagamento per Play Store?

Ti potrebbe interessare Google Pixel 3 e 3 XL ufficiali: uscita, prezzo, foto, caratteristiche e novità

Iscriviti alla newsletter

Money Stories