Il PD vuole commissariare la Lombardia: “Fontana e Gallera non ce la fanno”

Alessandro Cipolla

15/04/2020

05/07/2021 - 16:36

condividi

L’eurodeputato del PD Pierfrancesco Majorino ha chiesto che la gestione della sanità in Lombardia venga commissariata, visto che il governatore Attilio Fontana e l’assessore Giulio Gallera non sarebbero in grado di fronteggiare l’emergenza coronavirus.

Rimane sempre critica la situazione in Lombardia sul fronte coronavirus. Da quando è scoppiata l’epidemia anche da noi la regione è stata letteralmente flagellata tanto che al momento si contano in totale oltre 11.000 morti e circa 32.000 persone attualmente positive.

A complicare questi numeri, in ascesa mentre nel resto del Paese la curva del contagio sta iniziando sensibilmente a calare, ci sono le inchieste sulle morti nelle Rsa con diverse Procure che stanno indagando.

In questo scenario Pierfrancesco Majorino, eurodeputato del Partito Democratico ed ex assessore a Milano, ha puntato il dito contro il governatore lombardo della Lega Attilio Fontana e il suo assessore al Welfare il forzista Giulio Gallera.

Sanità da commissariare in Lombardia

La sanità lombarda va commissariata perché la nostra regione e un caso di fallimento incredibile, che mortifica l’impegno straordinario di medici e infermieri - ha attaccato Majorino - E serve anche che le prefetture prendano in mano la gestione delle Rsa, perché nelle case di riposo lombarde è in corso una strage di anziani di cui la Regione non si sta occupando”.

Per l’eurodeputato del PD all’assessore Gallerala situazione è sfuggita di mano, non ho nulla di personale contro di lui”, con la gestione fallimentare in Lombardia che comunque sarebbe “condivisa con il governatore Fontana”.

Nei giorni scorsi davanti all’aumento di casi di positività al coronavirus in Lombardia, l’assessore Giulio Gallera aveva puntato il dito contro la “troppa gente ancora in giro” provocando la reazione del sindaco di Milano Beppe Sala che ha sottolineato come, a fronte di numerosi controlli, sono state poche le multe fatte.

Non c’è chiarezza sull’uso di tamponi e di dispositivi di protezione - ha sottolineato Majorino - Siamo di fronte a una serie di carenze molto preoccupanti ed è il motivo per cui mi spingo a dire che debba essere commissariata la gestione sanitaria durante l’emergenza. Non è una questione di destra e sinistra, perché il Veneto ha gestito bene la situazione sanitaria, Lazio ed Emilia Romagna hanno gestito bene”.

Iscriviti a Money.it